Discussione:Marcatura CE

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Open book 01.png Monitoraggio Diritto

 Sufficiente 

La voce è stata considerata di livello sufficiente in base a quanto raccomandato nel monitoraggio della qualità. Voce monitorata nel mese di luglio 2012
A  Voce adeguatamente accurata. Tutti gli aspetti principali del tema sono affrontati con la dovuta profondità. Il tema è stabile e non dovrebbe necessitare di aggiornamenti futuri. (che significa?)
A  Voce scritta in buon italiano e con buono stile. Sintassi e lessico adeguati, linguaggio chiaro e scorrevole, con uso attento di termini specifici. Strutturazione in paragrafi soddisfacente. (che significa?)
A  I contenuti della voce sono interamente verificabili tramite fonti autorevoli e attendibili. Il tema è stabile e non dovrebbe necessitare di aggiornamenti futuri. (che significa?)
C  Seri problemi relativi alla dotazione di immagini e altri supporti grafici nella voce. Mancano alcuni file importanti per la comprensione del tema. (che significa?)



Il titolo MARCHIO CE andrebbe cambiato in Marcatura CE. Questo è il termine universalemnte riconosciuto .

direttiva 93/68/CEE[modifica | modifica wikitesto]

« Art. 2.

La direttiva 87/404/CEE è modificata come segue: 1) In tutto il testo l'espressione "marchio CE" è sostituita con "marcatura CE" »

Dal sito - Gac 15:36, 7 gen 2007 (CET)

MARCATURA CE SU PANNELLI FOTOVOLTAICI[modifica | modifica wikitesto]

GENTILE REDAZIONE CHIEDO SE è OBBLIGATORIO VENDERE ED INSTALLARE ESCLUSIVAMENTE PRODOTTI ELETTRICI MARCATI CE DI PANNELLI FOTOVOLTAICI GRAZIE STUDIO DI PROGETTAZIONE ZUCCHINI VERONESI - BOLOGNA pi VITTORIO VERONESI

Significato di "CE"[modifica | modifica wikitesto]

Il marchio CE non significa Conformity Essential, ma Conformité Européene. Alfb (msg) 16:23, 14 mag 2008 (CEST)

Vorrei sapere se la marcatura CE deve essere rinnovata entro un dato periodo e se c'e' l'obbligo di aggiornare la documentazione nel caso di cambio del sito produttivo. Eventuali documenti con la scritta marchio CE devono essere aggiornati con marcatura CE? Grazie Gianni

China Export[modifica | modifica wikitesto]

Il riferimento alla possibile confusione con un, presunto, marchio China Export è da verificare: forse è una semplice leggenda urbana, o qualcosa di simile. Il punto è che CE non è un marchio di provenienza, ma di conformità. Un prodotto, ovunque fabbricato nel mondo, se è conforme alle direttive previste dall'Unione Europea, può fregiarsene per certificare tale conformità e che può essere commercializato nell'unione. Resta il fatto che la sua opposizione sul prodotto è più una autodichiarazione o autocertificazione del produttore (o dell'importatore), che potrebbe usarlo per prodotti assolutamente non conformi alle direttive previste, produttori ed importatori disonesti possono usare questa "debolezza". Che poi, in alcuni casi, il formato grafico non sia perfettamente rispondente al logo ufficiale è dovuto a pressapochismo tipografico (anche su prodotti assolutamente regolari).

Teodoro da Torino

China Export 2[modifica | modifica wikitesto]

Ho cercato di correggere il paragrafo riguardo al presunto marchio CHINA EXPORT. Che si tratti di leggenda urbana è stato confermato anche in sede di parlamento europeo: si può vedere la Wikipedia in lingua francese. Spero di aver fatto un buon lavoro comunque, è ovvio, si può migliorare.

Teodoro da Torino79.41.218.55 (msg) 15:29, 16 set 2009 (CEST)

China export 3[modifica | modifica wikitesto]

Attenzione, è necessario apporre il marchio CE per poter commercializzare all'interno dello spazio economico europeo, ma un produttore extraeuropeo per apporre il marchio, oltre a rispettare i requisiti previsti dalle direttive, deve avere un mandatario con residenza all'interno dello spazio, altrimenti non lo può apporre. Il mandatario ne diviene così il responsabile legale.--Zetamax (msg) 14:51, 1 apr 2010 (CEST)

Riunificazione delle pagine Marcatura CE e presunzione di conformità[modifica | modifica wikitesto]

Per non stravolgere i contenuti di questa pagina (della voce relativa alla Marcatura Ce) mi sono permesso di aggiungere del materiale in una pagina dedicata (presunzione di conformità) pur ritenendo che la sede più appropriata per trattare l'argomento sarebbe proprio questa. Ho notato, per altro, che questa pagina non è monitorata da nessuno: se si hanno pretese enciclopediche bisognerebbe anche disporre di qualcuno che s'intenda veramente dell'argomento.

Uso di acronimo non spiegato nel testo[modifica | modifica wikitesto]

Salve nel paragrafo "Direttive nuovo approccio" al primo punto è riportato

creare organismi di standardizzazione tecnica comunitari quali il CEN (Comitato europeo di normazione), il CENELEC, il CEI e l'EOTA (se si considerano le guidance papers per il conseguimento dell'ETA un atto avente forza di Legge), ai quali affidare la produzione di norme specifiche di prodotto (dette norme armonizzate) su mandato della Commissione,

è usato l'acronimo ETA, che non ho trovato spiegato in nessuna altra parte del testo.

Saluti Alberto Palma

In questo contesto significa European Technical Approval. Si può vedere qualcosa nella voce della wikipedia in lingua inglese relativa all'en:European Organisation for Technical Approvals (EOTA).
Grazie comunque per aver sollevato il problema, ci sono diverse cosa da fare su questa voce.
--CavalloRazzo (talk) 14:38, 10 dic 2012 (CET)

Correzione del testo relativo al marchio CE come acronimo.[modifica | modifica wikitesto]

Non è un problema di lana caprina. Il fatto che le direttive europee e le pubblicazioni ufficiali divulgative non abbiano attribuito un significato al marchio CE (che l'avrebbero fatto diventare un acronimo) è stata una precisa intenzione del legislatore. E le ragioni le ho spiegate nel testo, mi sembra in modo abbastanza chiaro. Anche in questo sito ufficiale dell'Europa non v'è traccia - se fosse legittimo lasciarla - del significato di CE come acronimo di qualcosa. http://europa.eu/legislation_summaries/other/l21013_it.htm

Nei documenti ufficiali si dice invece il senso operativo, sostanziale, della presenza del marchio CE sui prodotti che è esattamente quello che conta ai fini della loro sicurezza d'impiego. Dunque questo mi sembra che giustifichi la precisazione che ho voluto offrire nel testo. In diverse fonti ufficiali poi non vi sono certo affermazioni in positivo, ma da R.S.P.P., professionista formatore su tematiche della sicurezza e da docente tecnico che queste cose le insegna nell'Istituto Tecnico, ho seguito il relativo dibattito fin dalla fine degli anni '80 (rivista "Tuttonormel" del prof. Carrescia, "l'Installatore", ecc.) e fin da allora si è sempre sottolineato quanto ho spiegato prima.

Il problema dell'imprecisione linguistico/espressiva nasce invece da quei privati che rilasciano certificazioni o in chi fa divulgazione spicciola su internet, allorquando devono trovare qualche escamotage comunicativo per far ricordare il senso di quel marchio CE dando ad esso significati che in realtà sono limitativi e non universali.

Inoltre la precedente versione forniva un significato di "CE" come acronimo non citando alcuna fonte. In realtà ci sarebbero, ma non hanno l'autorevolezza dei documenti ufficiali e non sono state citate.

Sarebbe interessante sapere perché quella affermazione non supportata da documenti ufficiali e che agli occhi di un professionista subito saltava agli occhi come inappropriata, non è stata segnalata precedentemente come affermazione discutibile che mancava di fonti.

Io invece ho citato fonti ufficiali della comunità europea dove non si fa riferimento alcuno a CE come acronimo di qualcosa. Ho anche spiegato nel testo le ragioni del fatto che logicamente non può esserlo per ragioni di discriminazione linguistica.

Per quanto fin qui detto, non credo che sia necessario citare la fonte della correttezza di un processo logico di ragionamento, visto che comunque le fonti ufficiali europee le avevo citate. Aggiungo inoltre alla Voce in questione anche questa ulteriore fonte europea http://europa.eu/legislation_summaries/other/l21013_it.htm. Questa infine è una fonte qualificata, uno dei maggiori Enti certificatori italiani, IMQ, dove guarda caso non si dice nulla sul significato di CE come acronimo. http://www.imq.it/it/servizi_offerti/direttive_CE/index.html?gclid=CP6fq-nO3MMCFQbItAod61EAJw

Ringrazio per l'attenzione --Zeus57(msg) 16:46:00, 12 feb 2015 (CET)

Non metto in dubbio la tua esperienza a livello di discorso ma comunque questo non esime dal portare fonti in positivo delle proprie affermazioni, come ho già scritto nel commento di modifica precedente una fonte deve spiegare quanto viene scritto non essere una prova in negativo. Per cui va bene rimuovere la spiegazione di "CE" come acronimo "Conformità Europea" se questo è sbagliato e privo di fonte ma per sostituirlo con una spiegazione "forte" che si dilunga come quella attuale occorrebbe IMHO una fonte altrettanto forte (che poi l'errore sia sfuggito per tanto tempo presumo è normale in wiki, salvo che la voce non sia letta approfonditamente e si conosca bene la materia, la tua modifica mi è saltata all'occhio semplicemente perchè avevo la voce neglio osservati speciali.--Moroboshi scrivimi 19:56, 12 feb 2015 (CET)
PS: Stando a questa FAQ che stava sul sito della Commissione Europea, "CE" sta per "The letters CE stand for "Conformité Européenne" .--Moroboshi scrivimi 20:47, 12 feb 2015 (CET)
Ti ringrazio per avere scovato quella FAQ che hai citato in PS. Questa conferma appunto il travaglio di quel marchio ed il fatto che è stato cambiato in corsa perché CE non si presentava come rappresentativo di significato in tutte le lingue. La prima versione era troppo anglofona. Mentre la seconda era più immediata in più lingue. Si tratta comunque di FAQ non di documenti ufficiali e che appunto dichiara un senso generico a cui rimandano le due lettere.
Parlavi di documenti forti che possano provare l'affermazione. Al momento mi verrebbero in mente i verbali della Commissione Europea relativi ai lavori di quegli anni. Ma mi chiedo se ne vale la pena. Tengo comunque gli occhi aperti, non si sa mai. Per il momento propongo che venga mantenuto quella versione che ho aggiornato perché IMHO pare che essa non presenti problemi o difficoltà di accettazione per via logica.
Credo che possa rafforzare il ragionamento includere in nota o nel testo un commento alla FAQ che hai trovato. Cosa ne dici? --Zeus57(msg) 23:04:00, 12 feb 2015 (CET)