Discussione:Ferrante Aporti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Tre punti[modifica | modifica wikitesto]

(1) Fra i difetti dell'asilo aportiano individuiamo:

  • lo scolasticismo anticipato
  • il carattere mnemonico e meccanico
  • scarsa preparazione degli insegnanti

Chi li ha individuati?
In attesa, taglio e incollo questo elenco in questa pagina.

(2) L'inimicizia della Chiesa e dei Gesuiti si concretizzò nel 1837 con la "proibizione degli asili nello Stato Pontificio".
Anche questa non è documentata. L'ho riscritta così: "Le istituzioni aportiane si diffusero in tutta Italia, meno che nello Stato Pontificio, proibite nel 1837 a causa di timori e pregiudizi".

(3) "Per questi motivi ["inimicizia della Chiesa e dei gesuiti"] Aporti non fu mai nominato vescovo ".
Anche questo inciso deve essere documentato: cosa centrano i Gesuiti con le scuole per i bambini fino ai 6 anni? Sentruper (msg) 16:42, 6 dic 2008 (CET)

possibile immagine fuori Copyright[modifica | modifica wikitesto]

Hola! ho visto in giro questa:

http://www.torinoscienza.it/img/orig/it/s00/00/0010/00001022.jpg

nella pagina: http://www.torinoscienza.it/galleria_multimediale/apri?obj_id=4130

dove la didascalia dice "Ferrante Aporti con Carlo Bon Compagni in un’aula scolastica. Gandolfi, Litografia, 1843"

Mi pare parecchio fuori Copyright! Libera?  :) Non so come fate in questi casi. Saluti!! (se poi tale "gandolfi" è wikilinkabile, tanto meglio anche per sua maggior gloria!) --wikit_2006 rispondi 18:13, 5 gen 2009 (CET)

La pagella ad Aporti[modifica | modifica wikitesto]

Troppo facile inserire un paragrafo senza mettere le fonti e - inoltre - coperti dall'anonimato. Lo taglio e incollo qui. Invito chi vuole contribuire a trovare le fonti. --Sentruper (msg) 12:22, 6 feb 2011 (CET)

« Con il trascorrere degli anni le istituzioni aportiane si diffusero in Italia, ma non sempre furono accolte con simpatia da tutti ?.

Il modello aportiano fu criticato da molti ?per vari motivi:

  • non disponeva di un sistema filosofico di base;
  • non disponeva di un adeguato studio psicologico del bambino;
  • non disponeva di una buona formazione degli insegnanti (scarsa preparazione pedagogica-psicologica-didattica) indispensabile e necessaria per formare ed educare i bambini.

Tale problema investe l'800, e soprattutto gli anni successivi all'Unità d'Italia quando il problema da fronteggiare era l'alfabetizzazione delle masse popolari e della loro scolarizzazione, si pensi alla Legge Casati del 1859 ed estesa a tutto il Regno dopo l'Unità. Tale problema mette in secondo piano la regolamentazione degli Asili e li avvicina, ancora una volta, alle sale di custodia. Bisogna attendere Froebel, con il suo Giardino di Infanzia, per avere una regolamentazione degli Asili e soprattutto un nuovo modo di concepire l'infanzia e l'educazione rivolta ad essa. »

Correzioni da fare[modifica | modifica wikitesto]

Ovviamente, essendo morto nel 1858, non può essere stato senatore del Regno d'Italia; ma Senatore del Regno di Sardegna