Discussione:Adolf Hitler/Archivio 1

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Paragrafo Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Data l'assoluta inadeguatezza e inutilità dell'informazione riportata (la presenza di Hitler in un film d'animazione, tenendo conto che la figura del dittatore appare in centinaia di film, è un'informazione totalmente superflua) direi che sarebbe opportuno toglierla.


Posto qui pagina di lavoro, un paragrafo interessante su loggia thule, massoneria e nazismo.-marco appunto perch+ era da verificare l'ho messo in una pagina di lavoro..qno l'ha cancellato.


Testo da verificare. --Snowdog 14:25, Gen 20, 2005 (UTC)


Nel 2009 fu assunto come disegnatore nello studio viennese del famoso architetto sloveno Max Fabiani; questi però lo licenziò dopo solo tre mesi perchè lo ritenne sfaticato, cocciuto e di idee estremanente mutevoli. - Fonte: Marco Pozzetto, Max Fabiani - Trieste : MGS Press, 1998

Nel 2009?????

Vegetariano[modifica | modifica wikitesto]

Adolf Hitler era vegetariano. Propongo quindi di aggiungerlo nella categoria vegetariani anche se capisco che i vegetariani spesso non amino elencarlo tra le personalità vegetariane

Su questa pagina riportano informazioni tali che mostrano un comportamento ambiguo. In pratica si possono formulare teorie su come la sua dieta fosse conseguenza di una fobia, ma in pratica pare non si possa dimostrare nulla.

I vegetariani non lo considerano proprio e vi suggerisco d'informarvi di più leggendo questo: http://www.ivu.org/italian/history/europe20a/hitler.html ed anche questo: http://www.veganitalia.com/modules/news/article.php?storyid=437

---si ma che i vegetariani non lo considero non importa...ci sono molte fonti che dicono che Hitler era vegetariano...allora scusa ma se gli Emirati arabi non riconoscono lo stato d'israele e io sono nato negli Emirati vuol dire che non esiste??mi sembra un po strano... Se non vado errato Hitler era addirittura vegano, cioè non mangiava niente che fosse di derivazione animale, ma non ne sono certo. Suggerisco comunque di controllare.

Vediamo.

Questa discussione è senza senso. Hitler neppure fumava, e allora va inserito tra i non fumatori? è ovvio che le "personalità" vegetariane devono essere di un certo spessore. altrimenti mettiamo la mia amica Paola, ma chi se ne frega?

Ma che c'entra? E' una semplice curiosità aneddotica sulla persona e come tale fa comunque notizia. Era vegetariano e non fumava. Churchill invece era ubriacone e fumava sigari. Prima di sapere quale sarebbe stato il destino che avevano in mente Hitler e Churchill per la loro rispettiva azione politica, chi avresti votato come capo del governo in base ai semplici modi di vita: un vegetariano, parsimonioso e non fumatore, oppure un tabagista che non disdegnava nemmeno qualche ciucca? Pensa a come è strano il mondo...--Maxtenga (msg) 12:16, 2 giu 2010 (CEST)

Non solo, mi sembra di ricordare di aver letto che vietò il vegetarianesimo, perché sapeva che la carne ha delle qualità che abbassano le capacità di ragionamento. Devo ovviamente trovare le fonti, ma intanto butto quì questo appunto.

Mi sembra molto strano che tutti i siti vegani dicano che la vegetarienbund abbia riaperto nel 1946, ma non dicono quando è stata chiusa, inoltre nella pagina della vegetarienbund sulla wikipedia tedesca non c'è menzione all'anno 1946 (purtroppo non so il tedesco)

Fratelli[modifica | modifica wikitesto]

Risulta da varie fonti su internet che i fratelli fossero 5 e non 6 come scritto nell'articolo. (cfr. http://www.auschwitz.dk/Paula.htm e http://www.shoah.dk/Paula/Default.htm) Pensiero

Nell' articolo vengono citati i 6 figli (5 fratelli più Adolf), e non 6 fratelli

Motivo del blocco[modifica | modifica wikitesto]

Vedi cronologia. Alois Hitler era figlio illegittimo, come facesse a essere un ricco banchiere ebreo ce lo devono spiegare con calma. --Civvì 17:18, Set 20, 2005 (CEST)

Membri del governo[modifica | modifica wikitesto]

Non appena si sblocca l'articolo bisogna inserire un riferimento a questa pagina. Resigua 11:02, ott 1, 2005 (CEST)

Analisi grafologica[modifica | modifica wikitesto]

Chiedo agli amministratori di voler inserire tra i collegamenti esterni il seguente:

Wikiquote[modifica | modifica wikitesto]

Wikiquote ha un articolo riguardante Adolf Hitler. --Dread83 18:48, ott 9, 2005 (CEST)

cambio cognome[modifica | modifica wikitesto]

mi chiedo come Hitler, nato nel 1889, abbia potuto cambiare il cognome del padre già nel 1876. (scusate, ho letto con maggiore attenzione. Chiedo venia) Moe

review[modifica | modifica wikitesto]

Qualcuno può controllare questa modifica? È piuttosto sostanziale. --Iron Bishop (¿?) 11:57, 12 dic 2005 (CET)

Non mi sembra ci sia nulla da eccepire. --Papesatan 12:01, 12 dic 2005 (CET)
Confermo, avevo già controllato (è un mio osservato speciale). Sostanzialmente, nelle elezioni del 1932 i nazisti ottennero la maggioranza relativa, e Hindenburg nominò Hitler cancelliere. -- .mau. ✉ 12:24, 12 dic 2005 (CET)
Ah, ok. E' solo che la frase veniva stravolta completamente. Meglio così. --Iron Bishop (¿?) 12:32, 12 dic 2005 (CET)

Piccola modifica[modifica | modifica wikitesto]

A mio parere "Il Partito Comunista Tedesco e i suoi padroni di Mosca si devono prendere gran parte della colpa per l'ascesa al potere di Hitler." è una frase dal tono poco enciclopedico (il contenuto è però ineccepibile). Mi sono permesso di cambiarla in "Il Partito Comunista Tedesco, vincolato da Mosca, ha larga parte delle responsabilità nell'ascesa al potere di Hitler.". Ditemi se siete d'accordo. --Carlozzo 14:41, gen 8, 2006 (CEST)

yup! -- .mau. ✉ 15:11, 8 gen 2006 (CET)


Responsabilità dell'olocausto[modifica | modifica wikitesto]

la primissima frase che dice"fu uno dei maggiori istigatori dell'olocausto" non è storicamente esatta,nel senso che non vi è alcun documento "ufficiale" in cui compare il nome di hitler legato ai fatti delle deportazioni e affini. credo sia piu storico scrivere "si pensia sia..." in quanto non vi sono prove fisiche del suo coinvolgimento. che poi sia voluto o no...questo non lo sò! (brutto scherzo il primo aprile :P:P)

In effetti come maggior responsabile diretto dell'olocausto si preferisce identificare Heinrich Himmler. --213.230.155.20 09:51, 4 giu 2006 (CEST)

Caro Amico: apprezzo il suo rigore di tipo enciclopedico, insomma la sua obbiettività, ma dal momemto che Hitler fu l'ispiratore dello sterminio degli Ebrei, come detto anche nella voce, tramite la sua propaganda, i suoi discorsi, il testo del Mein Kampf e la nomina di persone dichiaratamente decise a tale sterminio mi sembra difficile dire che non vi sono prove del suo coinvolgimento diretto in tale evento. Non esistono prove scritte, d'accordo, ma non bastano i testi dei suoi discorsi? Ha mai letto il Mein Kampf? Ad ogni modo se proprio vogliamo apportare una modifica non diciamo: "Si pensa che..." che esprime un certo dubbio. Semmai diciamo: "E' ritenuto..." Cordialmente --Ricce 13:17, 11 gen 2008 (CET)

Più che altro si potrebbe sintetizzare che: 1) la conferenza di Wannsee del 20 gennaio 1942 fu chiamata da Göring su proposta di Hitler. 2) l'antisemitismo era parte esplicita del programma del partito nazional-socialista a cui mi pare Hitler non fosse estraneo. 3) impossibile pensare che l'olocausto sia avvenuto senza un esplicito benestare di Hitler Avendo letto e ascoltato i documenti dell'epoca e avendo un minimo di coscienza storica di quegli avvenimenti non posso che appoggiare la frase incriminata: Hitler fu uno dei maggiori istigatori dell'olocausto di cui fu il primo responsabile morale e materiale. --Utente:Puzzola 18:35, 31 gen 2009 (CET)

la foto[modifica | modifica wikitesto]

scusate ma credo ke la foto dove si mostra il volto di Hitler morto nn credo ci dovrebbe essere in un'enciclopedia x tutti aNKE BAMBINI. Welche-che

La foto è un falso evidente, come scritto nella didascalia. E in più un cadavere non danneggiato non costituisce una immagine violenta.--Deusexmachina 09:23, 1 giu 2006 (CEST)

Ricordo inoltre che in base alla policy ufficiale Wikipedia non è censurata per proteggere i minori. --Mauro 21:31, 7 giu 2006 (CEST)


si ma in questo caso non importano polizze o regolamenti...in questo caso ci vuole un pò di buon senso...

Data di nascità[modifica | modifica wikitesto]

So che vi sembrerà strano ma ciò che dicono sulla data di nascita di Adolf Hitler è sbagliato,perchè è nato il 24 e non il 20 aprile. Con la presente chiedo quindi il permesso di cambiare la data e, per chi non credesse al fatto che sia nato il 24 aprile,guardate su questo sito: [1]quello che vedete in foto è il passaporto del Fuhrer risalente al 1941,come vedrete vi è scritto :24 IV 1889...questa è la prova che è nato il 24 e non il 20 come ci fanno credere,spero di avere il vostro consenso.....
--Non scordo 21:22, 7 giu 2006 (CEST)

Temo che sia uno dei numerosi falsi che girano in rete... Dubito che in un passaporto emesso nel 1941 la professione indicata sarebbe stata pittore quando all'epoca era Cancelliere. Segni particolari i baffi? :-D Emesso a Vienna? Naaa. --Civvì talk 21:39, 7 giu 2006 (CEST)
Nel caso interessasse, l'originale (del falso) si trova presso il Public Record Office a Kew UK. Creato dall'intelligence britannica a scopo propagandistico, a titolo di curiosità anche il colore degli occhi è sbagliato. (ma come lavoravano questi...?) :-D --Civvì talk 21:47, 7 giu 2006 (CEST)
ho controllato nel sito del PRO.....hai ragione...perdonate l'errore :p--Non scordo 21:57, 7 giu 2006 (CEST)

Hitler cristiano?[modifica | modifica wikitesto]

Molte volte, forse troppe, si sente parlare di legami fra nazismo, pratiche esoteriche e satanismo.Hitler compare invece in molte foto mentre esce da chiese cattoliche..poteva essere propaganda politica, ma anche un credo personale[2]..-marco

Mah...cosa si può dire? Certo se egli si riteneva cristiano doveva aver capito davvero molto poco del Cristianesimo!--Ricce 18:02, 26 gen 2008 (CET)

Che Hitler sia stato battezzato è molto probabile che sia vero (bisognerebbe vedere nei registri della parrocchia, ma probabilmente sono andati distrutti) che praticasse il credo cristiano è quantomai opinabile, visto che voleva eliminare la Chiesa perché istituzione troppo potente, nelle varie simbologie del partito nazista, delle SS e delle SA confluisce un po' di tutto (paganesimo, religioni orientali) e le celebrazioni di partito avevano una forte connotazione paganeggiante, senza considerare il culto personale che sconfinava nell'idolatria. Per cui cristiano non lo definirei. --Mirkocav (msg) 15:35, 2 set 2009 (CEST)

Occultismo[modifica | modifica wikitesto]

In questa voce non c'è nessun riferimento alla guerra magica occulta intrapresa da Hitler simboleggiata dalla svastika solare resa nera. ---—/AryadevA\—|V| 16:16, 27 lug 2006 (CEST) tutta la simbologia nazista è imperniata dall'occultismo e dal richiamo a simboli di antichi culti religiosi. Per esempio il simbolo delle ss è costituito da due fulmini che ricordano il dio Thor, inoltre le stesse ss guidate da Himler, noto amante dell'occultismo, solevano effettuare molti riti occulti durante le loro riunioni e persino nel loro giuramento d fedeltà al'ordine. la stessa svastica è un simbolo antichissimo e presente in molte atiche civiltà europee e fu usata prima dei nazisti da molti occultisti anche in germania. Senza contare che anche molti altri nazisti erano amanti dell'occulto oltre a Himler, primo fra tutti Rudolf Hess, il vice di Hitler, il quale si fece caturare dagli inglesi durante la battagli d'Inghilterra proprio a causa del suo fanatismo per l'occultismo.

c Jan 30 1933[modifica | modifica wikitesto]

Considerazioni sulla voce, in inglese, da parte di EffK

cbLa discussione prosegue nella pagina Utente:EffK/SandboxAdolfHitler

– Il cambusiere Amon(☎ telefono-casa...)

In +[modifica | modifica wikitesto]

E comunque, oltre a essere vegetariano, era astemio e non fumava...

tant'evvero che uno dei suoi generali disse "Cosa potevamo aspettarci da uno che è vegetariano, non fuma e non beve?"


La tua citazione è senza fonti. Secondo, nell'articolo c'è scritto che dopo esser stato trovato ubriaco nel 1905 non berrà più. Quanto al fatto che era vegetariano, è una cosa particolare (lo sapevo), considerando che si finiva in Lager per essere vegetariani (o per aver ascoltato musica Jazz).

World War I photo[modifica | modifica wikitesto]

The World War I photo will be deleted on Commons. Please remove it from the article. --ALE! 00:11, 12 ago 2006 (CEST)

Assistance to the Article[modifica | modifica wikitesto]

Let us try and get the NPOV. I advise someone to use this in describing the actual events of 23 03 1933. I wrote this for nl.wp, but they on't like me there, they are insulting, but that's pretty standard WP reaction. As to the following text re the Achievement of 23 03 1933, it is as short as I can make it. If people don't believe anything, any thing in there, let them ask me for more refernces and verification, catch me circa my en.wp discussion is best. I assure you that the original refernce texts are longer, and this is the shortened version. Good luck. EffK 14:06, 12 ago 2006 (CEST)

cbLa discussione prosegue nella pagina Utente:EffK/SandboxAdolfHitler

– Il cambusiere Amon(☎ telefono-casa...)

Errata Corrige[modifica | modifica wikitesto]

Nel testo pubblicato si dice che Hitler era cresciuto nel sud della Germania tradizionalmente antisemita. Ebbene si tratta del sud dell'Austria. Nello stesso testo è stato scritto che Hitler è nato il 20 aprile, nonostante la carta d'identità lo fa nascere il 24 aprile.

Foto iniziale[modifica | modifica wikitesto]

Non si potrebbe mettere una bella foto ad inizio articolo in sostituzione di quella tolta???? La voce ne beneficerebbe!--Furyo Mori 22:44, 21 set 2006 (CEST)

Führer, (in IPA [ˈfyːʀəɐ]) che in tedesco significa "Capo" o "Guida", e non DUCE

proposta per togliere il tag[modifica | modifica wikitesto]

Ho visto il tag e propongo di sostituire l'introduzione con questa: Adolf Hitler (Braunau am Inn, Austria, 20 aprile 1889 - Berlino, 30 aprile 1945), politico austriaco, "Führer und Reichskanzler" (Guida e Cancelliere) della Germania dal 1933 al 1945. E' considerato dalla storiografia ufficiale il principale responsabile della Shoah e della Seconda Guerra Mondiale, che causarono in totale la morte di circa 50 milioni di persone. Ho tolto la parte uno degli uomini peggiori perchè, lo vogliamo o no così com'è è PPOV; è VERA ma PPOv.. Potremmo invece mettere in fondo una sezione con i giudizi su di lui... --RdocB 19:16, 14 nov 2006 (CET)

Be' senza dire nulla qualcuno ha fatto molto meglio di me... togliamo il tag? --RdocB 23:53, 15 nov 2006 (CET)

Fantastico, viva wikipedia. Togliamo pure. Ylebru dimmela 10:38, 16 nov 2006 (CET)

Politico austriaco?[modifica | modifica wikitesto]

Mi sembra una definizione riduttiva e non precisa. Io scriverei "politico tedesco di origine austriaca". 213.156.52.125 17:04, 8 mar 2007 (CET)

Propongo, in proposito, di aggiungere alla dicitura "politico austiaco" la specifica "politico austriaco divenuto dittatore" o simili perchè mi sembra un pò riduttivo definirlo solo "politico"Questo commento senza la firma utente è stato inserito da Jazia (discussioni contributi) .

altezza Hitler[modifica | modifica wikitesto]

Sono nel mezzo di una banale ed assurda discussione,dalla quale dipende un'argomentazione pseudo filosofica nella maniera di interpretare la storia. == QUANTO ERA ALTO ADOLF HITLER ==? Mi servirebbe una bibliografia comparata tra le tesi antinaziste e pronaziste. Sono ben accette tutte le fonti. Grazie.

A giudicare dai filmati d'epoca, a occhio pareva tra il metro e 70 e il metro e 75. --RiccardoP1983 06:03, 14 lug 2007 (CEST)

Caro amico: mi sono divertito in passato a fare calcoli il più esatto possibile in merito, paragonando Hitler a vari uomini la cui altezza era nota (ad es. Mussolini che era circa un metro e sessantaquattro) o ad oggetti ancora presenti (ad es. il muro - spalletta del Trocadero a Parigi. Secondo i miei calcoli Hitler doveva essere intorno al metro e sessantotto. Cordialmente --Ricce 13:23, 11 gen 2008 (CET)

intervento anonimo[modifica | modifica wikitesto]

Sposto qui commento inserito nella voce--(Y) - parliamone 04:35, 15 nov 2007 (CET)

« Ma si è nell'ambito della psicostoria, oggi considerata inattendibile riguardo alla descrizione dei fenomeni storici. L'unica prova dei presunti maltrattamenti da parte del padre, sarebbe in una citazione del Mein Kampf in cui Hitler parla di scene (di maltrattamenti) assistendo alle quali, in seno alla propria famiglia, un bambino sensibile potrebbe restare turbato. Ma che il riferimento sia o meno autobiografico (interpretazione discutibile) è piuttosto poco per poter trarre da ciò la prova dell'esistenza di tali maltrattamenti nell'infanzia di Hitler. »

Altra prova sarebbe da ricercare nelle dichiarazioni (del dopoguerra) della sorella Paula. Tuttavia non se ne può dedurre un vero e proprio odio di Hitler per il padre. Anzi egli ha dichiarato spesso di averlo sempre "rispettato", facendo un confronto con la madre che riferiva di avere amato.

Caro Yuma la storiografia ha ormai da tempo superato la questione della presunta ascendenza ebraica di Hitler bollandola come priva di fondamento. Non vi sono prove di alcun genere in merito, né è stato individuato il presunto nonno ebreo, né le presunte lettere di questi alla nonna di Hitler, né traccia di alcun versamento in denaro del primo a quest'ultima. Per quanto attiene alle considerazioni relative alla cosidetta spiegazione di Hitler basata sull'odio per il padre, o sulla mancanza di un testicolo, o sulla presunta consapevolezza di sangue ebraico nelle proprie vene, oppure sull'odio nei confronti del medico ebreo che aveva curato la madre malata di cancro nel 1907, ti invito a leggere qualsiasi serio libro da Ron Rosenbaum (Il mistero Hitler), a Ian Kershow. Ti renderai conto che tutte le spiegazioni di Hitler basate su tali congetture e che caratterizzano la cosìdetta "psicostoria", sono inattendibili e riduttive. Infatti sarebbe estremamente azzardato volere spiegare un fenomeno così complesso come l'Olocausto attraverso delle teorie basate su semplici congetture e sui risvolti "psicologici" di essi. La psicostoria che andava di moda, soprattutto negli U.S.A. fino agli anni sessanta e settanta, oggi è largamente guardata con diffidenza. Attendo tua cortese risposta. Flavio

Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Discussioni_utente:Yuma"

Ma chiaramente, se ci sono riscontri, è giusto aggiungere elementi e informazioni. Il metodo da seguire nella redazione della voce però è molto importante: bisogna dare conto di tutte le versioni in nostro possesso, non di una sola: sarebbe assai riduttivo limitarsi ad una sola versione, visto che ne sono state avanzate molte e contrastanti. Quindi: non limitarti a modificare la voce, cancellando ciò che a tuo parere è la tesi sbagliata e aggiungendo la tesi giusta. Le tesi delle origini ebraiche vanno lasciate, visto che sono state in passato sollevate. Accanto, si può giustamente aggiungere le tesi che confutano questa teoria, specificando accuratamente, in entrambi i casi, le fonti. Da evitare assolutamente, da parte di chi scrive, il parteggiare per l'una o per l'altra: non siamo biografi né storiografi, solo enciclopedisti neutrali. --(Y) - parliamone 16:57, 15 nov 2007 (CET)

Caro Yuma io non parteggio per alcuna tesi, infatti non ho tolto alcunché dalla voce, tuttavia ho precisato, in aggiunta, che i riferimenti alle presunte ascendenze ebraiche sono dalla storiografia ufficiale considerate quali destituite da ogni fondamento e che le spiegazioni relative all'Olocausto basate sull'infanzia di Hitler e sul suo presunto odio per il padre sono da ascriversi all'interno della "psicostoria", oggi largamente screditata come scienza in grado di spiegare le causalità storiche. Flavio

Beh, intanto grazie a te la voce è adesso semiprotetta. Have a nice day. --Brownout(msg) 02:47, 16 nov 2007 (CET)

Vorrei protestare vivamente! Che vuol dire che la voce è semiprotetta? Io non ho scritto delle stupidaggini sulla voce. Vi invito a leggere i migliori biografi e le migliori enciclopedie sull'argomento. Non solo: molti scrittori e critici considerano largamente offensiva e riduttiva la spiegazione di Hitler basata sul suo odio nei confronti del padre o su altre assurde spiegazioni basate sull'infanzia o sulla sua sessualità. Sarebbe estremamente riduttivo e addirittura offensivo perché sarebbe come deresponsabilizzare Hitler essendo in tal modo egli soltanto una vittima e quindi giustificabile. Sostenere che la colpa dell'Olocausto è da far risalire ai maltrattamenti di un bambino è mostruoso ed inaccettabile!!

Questi sono i risultati delle edit war, sarebbe stato opportuno discutere invece di imporre le proprie considerazioni personali. --Brownout(msg) 02:57, 16 nov 2007 (CET)

Ripeto di non avere tagliato nulla ma di avere fatto delle considerazioni aggiuntive. E' davvero deludente leggere su Wikipedia, che dovrebbe essere l'enciclopedia migliore e più aggiornata, delle dicerie e delle tesi ormai universalmente riconosciute quali destituite da ogni fondamento e offensive perché riducono la spiegazione di Hitler e, conseguentemente, dell'Olocausto, soltanto ai "maltrattamenti" presunti di un bambino. E' davvero ridicolo! E appena si cerca di fare chiarezza la voce viene subito blindata, Complimenti! protesto ufficialmente. Informatevi!

Invito l'anonimo a smettere di arrabbiarsi. Cerca di capire che queste voci sono molto delicate, perciò le modifiche vanno valutate con serenità. Nessuno ha detto che le tue modifiche siano vere o false; si è parlato di metodo. Se vogliamo perciò ripartire dalle tue modifiche, valutarle collaborando ed eventualmente reinserirle non vedo problemi a farlo. Le differenze si possono vedere ad esempio qui. Non conosco queste informazioni tanto da potermi esprimere con cognizione di causa, ma a naso metterei anche io al condizionale i riferimenti se non ci sono "autori autorevoli" che sostengano tali tesi. Magari provo anche a mettere un avviso agli amici storicisti... --Amon(☎ telefono-casa...) 19:07, 16 nov 2007 (CET)

Risposta Caro amico, io non sto affatto “arrabbiandomi”. Intanto preciso che sono ANONIMO, perché ho provato ha registrarmi, senza riuscirvi: infatti, ad un certo punto della procedura di registrazione mi si avvisa che la password mi sarà inviata via e-mail. Tuttavia, non mi è stata mai richiesta la mia e-mail, per cui non ho capito come ricevere la password. Sono d’accordo con il cd metodo del riscontro. Anzi mi sembra ora di fare chiarezza! Analizzando le mie modifiche, potrete notare che non ho tolto nulla, ma mi sono limitato ad alcune puntualizzazioni ed ho precisato l’infondatezza di alcune tesi riportate. L’unica frase che ho “cancellato” è la seguente: “I legami poi con una famiglia di banchieri diventerebbero fondamentali per capire l'evolversi della storia“. Tale frase è meritevole di essere espunta perché, oltre ad essere destituita da qualsivoglia fondamento e riscontro storico, è pure offensiva nelle sue allusioni, volendo significare che la colpa dell’Olocausto sarebbe da ascrivere indirettamente agli stessi ebrei, in quanto vorrebbe significare che la famiglia ebrea degli Rothschild avrebbe finanziato il nascente partito nazionalsocialista, partito spiccatamente antisemita, per cui gli ebrei avrebbero favorito l’ascesa al potere dei loro carnefici. La tesi è tanto assurda e ridicola, nonché priva di riscontro, oltre che offensiva nei confronti degli ebrei, che tutti gli storici la considerano alla stregua di una sciocchezza, immeritevole di qualsivoglia attenzione. Lo stesso dicasi per tutte le altre spiegazioni “psicoanalitiche” relative alla personalità di Hitler, come il presunto odio nei confronti del padre, oppure la supposta impotenza, o le dicerie sulle perversioni sessuali, o sul mito del testicolo mancante ecc… Tentare di spiegare Hitler, e di conseguenza l’Olocausto, sulla base di tali motivazioni o ragionamenti è assurdo, semplicistico, fuorviante. E’ come volere chiedere l’assoluzione di un assassino, perché incolpevole dell’omicidio, in quanto egli è vittima di presunti accadimenti del suo passato che giustificherebbero le sue azioni criminose. Del resto, come ho scritto, la “psicostoria”, che si occupa di riscontrare tali (dubbi) nessi causali è ormai datata e screditata. Vi invito, nel rispetto del metodo, a fare chiarezza. Flavio

Credo che la confusione nasca dalla vaga testimonianza resa da Hans Frank nel corso del processo di Norimberga nelle memorie scritte poco prima dell'impiccagione pubblicate nel 1953 come Im Angesicht des Galgens. Egli affermò di aver ricevuto da Hitler l'incarico di indagare sulle origini del Fuhrer e di aver trovato "prove" di una sua ascendenza ebraica - anche se non esibì alcuna prova a supporto delle affermazioni. A memoria - non ho sottomano i testi ma sono di facile reperibilità (appena posso controllo) - sia Shirer (Storia del Terzo Reich) che Davidson (Gli imputati di Norimberga) affrontano l'argomento lasciando uno spiraglio aperto alla possibilità. I due libri, entrambi frutto di indagini storiche degli anni 1950-1960, sono ancora oggi pubblicati e hanno larga diffusione. Sono però opere non specifiche, di facile lettura e comprensione, ma non sempre precise. D'altra parte l'ipotesi "esplosiva" che Hitler potesse essere ebreo ha sicuramente facile presa nell'immaginario collettivo.
Studi più recenti - vado sempre a memoria - di Fest (Hitler. Una biografia) e Kershaw (Hitler 1889-1936) negano recisamente il tutto: non esistono prove. Appena posso vedo di inserire i passaggi sull'argomento presenti nelle diverse opere che ho indicato, così vediamo se riusciamo a fare un po' di chiarezza.
Cordiali Saluti a tutti! Derfel74 scrivimi! 15:28, 19 nov 2007 (CET)
Non sono molto ferrato sull'argomento, perciò mi scuso anticipatamente, ma spero di aiutare questa discussione nel dirvi di aver letto diverse settimane fa in una biografia allegata al quotidiano Il Giornale che Hitler fosse ebreo dalla parte materna: il padre naturale della madre del Führer sarebbe un banchiere ebreo che mantenne durante l'infanzia la madre di Hitler. A tal proposito nel testo si faceva accenno al fatto che se non fosse effettivamente sua figlia illegittima difficilmente avrebbe provveduto a mantenerla economicamente attraverso la famiglia adottiva - lasciano naturalmente perdere il preconcetto sull'avariza degli ebrei allora diffuso. Se quel libro è serio abbastanza (non ne sono sicurissimo) ci dovrà essere una bibliografia o una citaziona al riguardo; prima di dire la parola fine spero che questo mio ricordo possa aiutarvi. A presto. --Hanyell29 15:44, 19 nov 2007 (CET)

Trovo nella voce la seguente frase:

I legami poi con una famiglia di banchieri diventerebbero fondamentali per capire l'evolversi della storia.

Non voglio entrare minimamente nel contesto delle ipotesi sulle origini d Hitler, mi limito a constatare che - escludendo l'ipotesi che il DNA dei banchieri sia particolarmente "dominante" - l'influsso che può aver avuto la famiglia che non l'ha riconosciuto (e neanche mai visto) su un ipotetico "figlio naturale" mi pare del tutto trascurabile. Se non ci saranno obiezioni (o spiegazioni), sarei per cancellare la frase. Aspetterò un po'

Comunque, qui e altrove, suggerirei l’approccio di Wittgenstein: Tutto ciò che si può dire lo si può dire chiaramente. Su ciò di cui non si può parlare si deve tacere. --Ciachi1946 21:28, 21 nov 2007 (CET)

  • +1 alla proposta di Ciachi1946. Oltre alle giuste motivazioni logiche ne esiste, a mio modesto parere, anche una storica. La leggenda dei Rothschild nasce da un'ipotetica indagine - non esistono documenti al riguardo - effettuata dal cancelliere austriaco Dollfuss [3] per screditare Hitler: è importante ricordare che l'Austria pre-annessione era retta da gruppi di nazionalisti filo-cattolici e profondamente antisemita. Quale miglior maniera di screditare Hitler agli occhi del popolo austriaco facendolo passare per ebreo? Derfel74 scrivimi! 08:45, 22 nov 2007 (CET)

Sono molto contento di avere innescato un dibattito sull'argomento. Apprezzo i riferimenti esatti che vengono dati sull'argomento dall'amico che fa riferimento a Frank. Come giustamente viene detto, i riferimenti fatti da Frank al processo di Norimberga hanno dato il via a lunghissime e meticolose ricerche per individuare la famiglia di ebrei cui egli fa riferimento, o qualsiasi prova in merito. Ebbene tali ricerche hanno escluso la veridicità di quanto narrato da Frank, le cui affermazioni sono oggi considerate prive di fondamento. Per cui ritengo auspicabile, come l'amico sopra, la cancellazione della frase:I legami poi con una famiglia di banchieri diventerebbero fondamentali per capire l'evolversi della storia., nonché il ritorno al testo molto più preciso da me inserito. Flavio


sulla questoine del nonno paterno di hilter e su una sua possibile discendenza ebraica, un'inseime di fonti si trova nei libri di David Icke. e il fatto che si rimandi a Icke la dice lunga. L'articolo di wikipedia cita anche un altra fonte che pare non collegata.

Comunque, nel suo libro "la verità vi renderà liberi" (in apnendice, vedi fine della pagina linkata):

[4]

Secondo i ricercatori e gli studiosi Hitler non solo era supportato dai Rothschild, ma era uno di loro. Questa rivelazione calza a pennello con le azioni dei Rothschild e delle altre stirpi di Illuminati in Germania che hanno portato Hitler alla dittatura in quel paese. Egli era anche sostenuto dalla famiglia reale britannica, la Casa di Windsor (in realtà la Casa tedesca di Sassonia-Coburgo-Gotha), e fra questi l'eroe di guerra britannico Lord Mountbatten, un Rothschild e satanista. Ι loro parenti regali in Germania, che non avresti mai creduto avessero sostenuto un ragazzo di strada come Hitler, in realtà erano tra i suoi più entusiasti sostenitori. Ma ovviamente essi sapevano chi Hitler era realmente. Lo psicanalista Walter Langer ha scritto nel suo libro The Mind of Hitler: "Il padre di Adolf, Alois Hitler, era il figlio illegittimo di Maria Anna Schicklgruber. Si crede che il padre di Αlois Hitler (Schicklgruber) fosse Johann Georg Hiedler. Ma alcuni dubitano seriamente che egli fosse il padre di Alois - un documento austriaco è stato preparato in modo che Anna Maria risultasse residente a Vienna al momento del concepimento. In quello stesso periodo essa lavorava come domestica presso il barone Rothschild. Non appena la famiglia scoprì la sua gravidanza essa venne rimandata a casa... dove nacque Alois". Le informazioni di Langer provengono da un ufficiale della Gestapo, Hansjurgen Koehler, che pubblicò un libro nel 1940, Inside the Gestapo. Egli riporta i suoi studi sul background di Hitler e sulla sua famiglia, tratti dai documenti del cancelliere austriaco Dolfuss, ottenuti da Heydrich, il capo supremo dei servizi segreti nazisti. Koehler scrisse: "Il file blu contiene i documenti raccolti da Dolfuss. Il piccolo cancelliere austriaco dal grande cuore doveva aver raccolto egli stesso i documenti di questo file su Hitler. Non era stato difficile per lui: come ministro d'Austria egli poteva aver accesso ai dati personali riguardanti Hitler che era nato su suolo austriaco. Il cancelliere austriaco riuscì a mettere insieme i vari pezzi del puzzle raccogliendo certificati di nascita, documenti di identità, e protocolli creando una identità logica... La madre di Αlois arrivò a Vienna da giovane e divenne domestica presso una delle famiglie più ricche di Vienna. Ma fu sfortunata: venne sedotta e abbandonata e ritornò al suo villaggio.

Chi era la famiglia in questione? Questo non è un problema. Il cancelliere Dolfuss riuscì a scoprire la sua identità: erano i Rothschild e il padre del padre di Hitler probabilmente era uno di loro".

Hitler era così determinato a conquistare l'Austria per distruggere ogni traccia del suo retaggio? Un corrispondente ha scritto sul mio sito: "Mi sembra che Hitler conoscesse le sue origini ancora prima che le scoprisse il cancelliere. Come suo padre prima di lui egli andò a Vienna. Suo padre aveva lasciato il villaggio ancora giovanissimo per cercare fortuna a Vienna. Dopo la morte di sua madre, nel 1907, Adolf partì per Vienna, dove sembra sia rimasto nascosto per dieci mesi. Ciò che accadde in questo periodo è ancora un mistero. Sembra però che fosse rimasto presso la sua famiglia: i Rothschild".

quindi Icke richiama altri due libri, reperibili in Internet:

  • Hansjurgen Koehler, Inside the Gestapo (londra, 1940)
  • Walter Langer, The Mind of Hitler

Propongo un cambiamento visto un'errore madornale

Riguardo al capitolo sulla shoah, "...Ci si è a volte chiesti perché Hitler avesse invaso l'URSS lasciando il Regno Unito invitto ad ovest. La risposta è che Hitler aveva due obiettivi preponderanti: creare un Impero orientale per i Tedeschi, e sterminare gli Ebrei..."

Queste sono delle ipotesi e non delle risposte ! e come tali vanno indicate almeno per dovere di correttezza. Tra l'altro sono le ipotesi meno accettate dagli storici ( almeno quelli che ci tengono alla reputazione ) e ancora piu' grave le meno plausibili in assoluto persino per la "casalinga di Voghera".

L'espansione dell'impero orientale era si' una prerogativa di Hitler, ma il momento era sicuramente sotto ogni punto di vista il peggiore in assoluto per iniziare una campagna militare di agressione alla Russia.

Tanto meno plausibile e' la causa dello "sterminio" degli ebrei, attaccare la Russsia aprendo un fianco a ovest solo per inseguire ebrei da sterminare appare ben poco plausibile.

Queste ipotesi partono dal presupposto che lo staff militare della germania nazista fosse guidato da pazzi furiosi con gravi carenze celebrali,una ricerca storica seria non dovrebbe partire da simili presupposti !


Una delle cause ritenute universalmente piu' probabili dell'attacco all'Unione Sovietica, stranamente dimenticata dall'autore dell'intervento, e' bensi' un'altra ; L'apertura di un fronte di guerra verso il comunismo Sovietico fu fatto dalla Germania nella speranza che la stessa facendosi ispiratrice di una sorta di crociata anticomunista ricevesse in modo implicito l'appoggio dei suoi stessi nemici almeno per la negoziazione di una onorevole resa per una guerra che appariva sempre piu' persa.


ah ecco, anche qualcun altro se ne è accorto. Vabbè, ho aperto un capitolo sull'argomento --Jcer 08:44, 13 dic 2007 (CET)

Credo che l'attacco alla russia sia stato fatto principalmente per arrivare ai pozzi del caucaso

Capitolo Shoah[modifica | modifica wikitesto]

Con tutto il rispetto per la tragedia degli ebrei, vi pare plausibile scrivere che:
"Ci si è a volte chiesti perché Hitler avesse invaso l'URSS lasciando il Regno Unito invitto ad ovest. La risposta è che Hitler aveva due obiettivi preponderanti: creare un Impero orientale per i Tedeschi, e sterminare gli Ebrei.";
"L'altro motivo che lo spinse a forzare l'espansione ad Est fu il fatto che L'URSS ospitava la seconda comunità ebraica in Europa dopo la Polonia (3,3 milioni di persone). Gli omicidi di massa degli Ebrei iniziarono con gli Einsatzgruppen, che seguivano le armate tedesche in URSS conducendo fucilazioni di massa attraverso i territori occupati. Durante queste esecuzioni si stima vennero uccisi circa 2 milioni di ebrei."?
D'accordo che voleva ampliare il Reich ad est, ma scrivere che si è scatenata la guerra all'Unione Sovietica solo per andare a sterminare gli ebrei che ci abitavano mi pare follia pura. A me risulta che gli interessasse raggiungere al più presto le riserve di petrolio del Caucaso, dato che la Germania era a corto di materie prime. Anche se avesse voluto a tutti costi lo sterminio totale del popolo ebraico, rimane comunque un dato di fatto che per prima cosa doveva avrebbe dovuto vincere la guerra mondiale per attuare il suo piano.

Per me la voce è da cambiare, voi che dite? --Jcer 08:41, 13 dic 2007 (CET)

Assolutamente d'accordo. Motivi ideologici (Lebensraum) ed economici (risorse petrolifere caucasiche, grano ucraino, ecc...). Ho provato a buttare giù qualche riga che vi sottopongo prima di inserire. Cosa ne pensate? Derfel74 scrivimi! 09:32, 13 dic 2007 (CET)

L'invasione dell'Unione Sovietica fu motivata dall'idea nazionalsocialista, già presente agli albori del movimento, di acquisizione di un Lebensraum («spazio vitale» ) ad Est a scapito delle popolazioni slave, considerate Untermenschen («inferiori)». Contemporaneamente l'operazione Barbarossa si proponeva di abbattere il nemico ideologico rappresentato dal comunismo parte, secondo l'ideologia hitleriana, del complotto «giudaico» per il dominio del mondo. Non ultimo, la campagna ad Est avrebbe permesso alla Germania, svaniti i sogni di una rapida campagna occidentale, di raggiungere ed utilizzare le ricche risorse economiche sovietiche rappresentate dal petrolio caucasico e le derrate alimentari ucraine.

Fu immediatamente dopo lo scoppio del conflitto ad Est che la persecuzione ebraica raggiunse la sua fase culminante con l'avvio dei massacri operati dalle Einsatzgruppen che seguivano le forze armate tedesche avanzanti. D'altro canto non esistono prove che nel giugno 1941 esistesse già un piano per una «soluzione finale della questione ebraica». Gli storici rilevano che probabilmente la decisione venne presa in un periodo compreso tra il novembre 1941 ed il gennaio 1942 e che la fase operativa si concretizzò solo successivamente.

Lo sterminio degli ebrei sovietici - la più grande comunità ebraica orientale, quella polacca, infatti, nello stesso periodo veniva segregata all'interno dei ghetti in attesa di «prospettate soluzioni future» - ad opera delle Einsatzgruppen (si stimano circa 1.500.000 vittime nel periodo 1941-1943) deve quindi inquadrarsi nel più ampio contesto della «lotta al bolscevismo» che, come detto, era considerato dalla leadership nazionalsocialista come l'emanazione dell'occulto potere «giudaico». Gli ebrei non venivano teoricamente - anche se si ebbero terribili eccessi - uccisi su base razziale ma perchè accusati di essere «bolscevichi», «commissari politici» o «sabotatori». I grandi pogrom di Babi Yar e di Odessa vennero infatti giustificati come operazioni di rappresaglia per atti di resistenza e sabotaggio, per i quali vennero considerati collettivamente colpevoli tutti gli ebrei.


Per me va benissimo questa nuova versione. --Jcer 11:33, 13 dic 2007 (CET)

Toglierei la parte sul comunismo = complotto ebraico, o almeno inquadrerei meglio la questione. Si continua a confondere la propaganda del regime nazista con la realta' degli accadimenti storici, pretendendo di leggere la storia partendo dagli slogans policiti ( se e' per questo anche gli usa venivani rappresentati come covi di ebrei banchieri ).

Se proprio si vuole vedere questioni ebraiche dappertutto site liberi di farlo, anche se sarebbe perlomeno piu' onesto segnalare quello che e' universalmente ritenuto propaganda da quello che e' strategia e politica.

L'invasione della Russia non ha nulla a che fare con gli ebrei, ma rientra in un piano militare e strategico che e' stato gia' accennato sopra ( apertura di un fronte verso la russia per negoziare una pace onorevole con gli usa-uk )

giusto per rimembranza : da un testo a caso, Mark Weber ( After the Reich )

"...Ci viene incessantemente rammentato dei campi di concentramento del Terzo Reich durante la seconda guerra mondiale. Ma pochi sanno che tali campi famigerati, quali Dachau, Buchenwald, Sachsenhausen e Auschwitz rimasero operativi anche dopo la fine della guerra, riempiti questa volta di prigionieri tedeschi, molti dei quali morirono in modo miserevole.

Il piano di vendetta del Segretario di Stato americano Henry Morgenthau, consistente nel trasformare la Germania sconfitta in una nazione ridotta a pascolo, privata di ogni industria moderna, viene anch’esso ricordato da MacDonogh, come pure altri piani di sterminio per affamare, sterilizzare e deportare la popolazione sopravvissuta ai bombardamenti.

Non fu un risveglio di preoccupazioni umanitarie a spingere gli Americani e gli Inglesi a cambiare atteggiamento nei confronti degli sconfitti. Il cambiamento delle politiche postbelliche era mosso dalla paura dell’espansione sovietica, e spinse ad un accorto appello rivolto all’opinione pubblica tedesca in favore della nuova posizione antisovietica degli anglo-americani..."

Proprio quello che sperava hitler... solo che è avvenuto dopo la fine della guerra (!)

Le questioni sono un tantino piu' complesse e purtroppo la parolina magica "ebrei" non basta a giustificare qualunque lettura storica tanto meno se fantasiosa e pressapochista.

Maurizio

Ok, in effetti l'ultima parte è opinabile. Contribuite direttamente a modificare l'articolo, io intanto sostituisco la prima parte con i primi due paragrafi di Derfel -- Jcer

alcuni appunti. La decisione di intraprendere la soluzione finale non può essere collocata prima della primavera-estate del 1942 (Longerich,the wannsee conference in the development of the final solution).Inoltre attualmente la conferenza di Wannsee non è più considerata come ai tempi dei processi di Norimberga (ad es cfr Longerich, ibidem e Roseman,il protocollo del Wannsee e la soluzione finale):infatti il considerare la conferenza come IL momento in cui la decisione venne presa è problematico per molti motivi.Inoltre non si può escludere che al tempo della conferenza non si sapesse ancora in cosa sarebbe consistita la soluzione finale (Longerich,ibidem). Comunque, all'interno di un articolo incentrato su Hitler, forse sarebbe più interessante discutere del suo coinvolgimento nella questione, con tutte le problematiche e le varie posizioni degli storici. E in questo caso è interessante notare che ancora nel luglio del 1942 Hitler parlasse della necessità, alla fine della guerra, di "battere ad una ad una le città,qualora gli ebrei non le avessero già lasciate per emigrare in Madagascar o in un altro stato nazionale ebraico"(Zitelmann,hitler). E sarebbe anche interessante parlare delle due deposizioni di Lammers ai processi di Norimberga-sia la prima in cui sbaglia a collocare temporalmente la conferenza di Wannsee sia la seconda in cui(in quel tempo le minute erano state scoperte dall'accusa)rinnega di aver ricevuto il documento-in cui afferma come hitler avesse più volte ribadito che della questione ebraica voleva sentir parlare solo alla fine della guerra-e questo in accordo con il memorandum di Schlegenberger. Vero è che gli storici-a parte Irving- non ritengono che nel memorandum si alluda alla soluzione finale in toto, ma solo alla questione dei mischlinge(longerich,the unwritten order). Insomma, sarebbe giusto restituire al caso la sua complessità. Io però al momento non intendo metter mano all'articolo, preferisco prima approfondire ulteriormente.probabilmente nella fretta di scrivere ho dimenticato molte cose...C3ntr1n0 13:05, 3 feb 2008 (CET)


Tutto scaturisce dal fatto che Hitler, non è stato ammesso all'Accademia D'Arte di Vienna, Se fosse stato integrato tra gli artisti non avrebbe sparso tutto quel sangue

Maiuscole[modifica | modifica wikitesto]

Sul manuale di stile si propone di mettere in minuscolo i nomi dei popoli, salvo quelli antichi. Ebrei in questa voce è scritto un po' maiuscolo e un po' minuscolo. Salvo parere contrario espresso a breve, proporrei la correzione verso il minuscolo, perché qui il termine non mi sembra da intendere nel senso di popolazione antica. Mar san man 19:00, 25 dic 2007 (CET)

Mancanza[modifica | modifica wikitesto]

Nel testo si dice che i più atroci massacri furono perpetrati (durante il dominio nazista in Italia) alle Fosse Ardeatine ed a Sant'Anna di Stazzema. Va bene, ma MARZABOTTO? Io lo aggiungerei. Cordialmente --Ricce 13:32, 11 gen 2008 (CET)

Mi sono permesso di aggiungerlo ed ho anche modificato il numero dei caduti a S.Anna: non 530 ma 560 (come da voce in questa stessa Enciclopedia) --Ricce 18:10, 26 gen 2008 (CET)

Hitler o Heitler?[modifica | modifica wikitesto]

Ho sentito che per un errore anagrafico, invece di scrivere Heitler, hanno scritto Hitler, vero?Questo commento senza la firma utente è stato inserito da Michaelius2k (discussioni contributi) .

Io invece ho sentito che al giorno d'oggi propongono alcuni testi con Hitler scritto con la h minuscola poichè non ritenuto neanche un uomo. Sono d'accordo.Questo commento senza la firma utente è stato inserito da 79.6.185.128 (discussioni contributi) .

3 settembre 1939 - Hitler riceve l'utimatum inglese[modifica | modifica wikitesto]

L'episodio così come raccontato dall'unico testimone oltre a Ribbentrop e cioè il dr. /Paul Schmidt segretario e interprete del Ministero degli esteri, che recò materialmente ad Hitler l'ultimatum di Londra, e che nel 1951 pubblicò le sue memorie:

"When I entered the next room Hitler was sitting at his desk and Ribbentrop stood by the window. Both looked up expectantly as I came in. I stopped at some distance from Hitler's desk, and then slowly translated the British Government's ultimatum. When I finished, there was complete silence. Hitler sat immobile, gazing before him. He was not at a loss, as was afterwards stated, nor did he rage as others allege. He sat completely silent and unmoving. After an interval which seemed an age, he turned to Ribbentrop, who had remained standing by the window. 'What now?' asked Hitler with a savage look, as though implying that his Foreign Minister had misled him about England's probable reaction. Ribbentrop answered quietly: 'I assume that the French will hand in a similar ultimatum within the hour.' As my duty was now performed, I withdrew. To those in the anteroom pressing round me I said: 'The English have just handed us an ultimatum. In two hours a state of war will exist between England and Germany.' In the anteroom, too, this news was followed by complete silence. Goering turned to me and said: 'If we lose this war, then God have mercy on us!' Goebbels stood in a corner, downcast and self-absorbed. Everywhere in the room I saw looks of grave concern, even amongst the lesser Party people."

Schmidt, Paul, Hitler's Interpreter (1951); *** Shirer, William, The Rise and Fall of the Third Reich (1960); *** Taylor, A.J.P., The Origins of the Second World War (1962).

--Rimigliano (msg) 17:36, 1 apr 2008 (CEST)

Proposta inserimento[modifica | modifica wikitesto]

Molti pensano che durante l'attacco degli americani Hitler sia riuscito a fuggire e arrivare in Argentina.Per quanto riguarda il suicidio non ci sono delle prove concrete che affermino l'accaduto. Inoltre era stato trovato anche un cadavere che non era quello di Hilter,ma si trattava del suo sosia. Alla fine della guerra furono svolte numerose ricerche che si conclusero con il ritrovamento di un corpo (probabilmente Hitler)carbonizzato da circa 24 ore. Il volto era molto simile a quello di Hitler e gli esperti decisero di estrarre uno dei suoi denti per consegnarlo al dentista di Hitler,poichè teneva con se alcuni dei suoi denti. Così facendo il dentista potte studiare attentamente i denti e alla fine delle analisi si affermò che quei denti appartenevano ad Hitler. Io direi di aggiungere queste informazioni,visto che le ho viste in un documentario.CorsivoQuesto commento senza la firma utente è stato inserito da Slevin1993 (discussioni contributi) .

Attacco degli americani??? Ma che film hai visto? Di americani a Berlino non c'era manco l'ombra...

Nota[modifica | modifica wikitesto]

Forse mi è sfuggito qualcosa ma non ho trovato nulla sui trattati di pace, totalmente rifiutati da Francia e Inghilterra, inviati dalla Germania dopo la presa di Danzica considerata da hitler "spazio vitale" perchè di popolazone tedesca. Visto che la seconda guerra mondiale, stando a quanto scritto sui libri di storia contemporanea, è scoppiata a causa dell'aggressione-occupazione-annessione nazista di questo territorio e della popolazione che in esso viveva, mi sembra doveroso, per lo meno accennare, a tali trattati. A chi non avesse mai sentito parlare di questa parenetesi storico-diplomatica consiglio di leggere il testo universitoario del Di Nolfo "Storia delle relazioni internazionali" (1500 pagine di rapporti diplomatici dal 1920 circa allo sfaldamento dell'urss)...Questo commento senza la firma utente è stato inserito da 93.147.240.67 (discussioni contributi) .

Si potrebbe aggiungere --Alexandre Vinokourov (msg) 09:00, 6 set 2008 (CEST)


fotografia con locazione e data errata[modifica | modifica wikitesto]

la fotografia con dicitura "Benito Mussolini e Hitler durante la visita ufficiale nella Jugoslavia occupata"venne già segnalata da me come in realtà da datarsi al 1937 a Monaco,non risulterebbe in ogni caso scattata nel 1942.

vedasi per un confronto: http://encarta.msn.com/media_701509167_761553773_-1_1/benito_mussolini_and_adolf_hitler.html

vedasi inoltre (panoramica più vasta,in quanto la foto su wikipedia é tagliata):

Franco Martinelli,"Hitler dietro le quinte",De Vecchi 1967

--jon.poloni

su hitler[modifica | modifica wikitesto]

si dice che hitler avesse contatti con il demonio ho che ne fosse posseduto ma nella storia non c'e per motivi storico-religiosi lo fa pesare la simbologia che scelse durante il nazismo e il fatto che se dividi sommi alcune delle date del fascismo escono i numeri della massoneria

Il mistero della morte[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver messo l'avviso, a distanza di alcuni giorni procedo a rimuovere i contenuti non suffragati da riscontri puntuali. In ogni caso, lascio nella sezione un minimo di cenni in merito. --Pigr8 mi consenta... 23:25, 21 dic 2008 (CET)

Per quanto riguarda inoltre il libro citato come fonte, ho fatto una ricerca in rete, ed i pareri sono come questo [5]. Ovviamente non è come leggere il libro di prima mano, ma fa venire alcuni dubbi consistenti. --Pigr8 mi consenta... 23:33, 21 dic 2008 (CET)

Hitler ebreo[modifica | modifica wikitesto]

Visto che se ne sente molto parlare, un paragrafo sulla possibilità di un suo legame con l'ebraismo e la famiglia Rothschild secondo me sarebbe opportuno. Cosa ne pensate?--JOk3R Dimmi tutto!! 22:47, 16 gen 2009 (CET)

Joker, se hai materiale da portare a corredo, fai tranquillamente il paragrafo. Ovviamente deve essere materiale affidabile, cioé un libro, ma non certo un blog o un sito stile "complottisti". --Pigr8 ...libertà é partecipazione! 21:21, 1 feb 2009 (CET)
la tesi sull'origine ebraica e la parentela coi rothschild primachè dalle fonti riportate nellarticolo della wikipedia, è stata sostenuta a: Walter Langer, psicoanalista. E' Langer a sostenere che hitle rinvase per rima l'austria per cancellar eogni traccia delel sue origini. La citazione di Icke è identica e copia il libro di Langer. Langer sostiene che il cancelliere austriaco dolfuss ordinò alla polizia un'indagine sulle origini di hitler, e questa scoperse un documento che anna isckhuber er a vienna quando restò incinta, come domestica di un membro di casa rothschild.

Langer wrote in his book The Mind of Adolf Hitler that it was his theory that Hitler was himself one-quarter Jewish and the grandson of a Rothschild. He wrote:

There is a great deal of confusion in studying Hitler's family tree. Adolf's father, Alois Hitler, was the illegitimate son of Maria Anna Schicklgruber. It was generally supposed that the father of Alois Hitler was Johann Georg Hiedler.... Alois, however, was not legitimized, and he bore his mother's name until he was forty years of age when he changed it to Hitler.

A peculiar series of events, prior to Hitler's birth, furnishes plenty of food for speculation.

There are some people who seriously doubt that Johann Georg Hiedler was the father of Alois. Thyssen and Koehler, for example, claim that Chancellor Dolfuss (the Chancellor of Austria) had ordered the Austrian police to conduct a thorough investigation into the Hitler family. As a result of this investigation a secret document was prepared that proved Maria Anna Shicklgruber was living in Vienna at the time she conceived.

At that time she was employed as a servant in the home of Baron Rothschild. As soon as the family discovered her pregnancy she was sent back to her home in Spital where Alois was bom.5

In a postscript in Langer's book, Robert G.L. Waite adds this comment:

"But even when Langer is mistaken and his guesses prove incorrect, he is often on the right track.

Consider his hint that Hitler's grandfather might have been a Jew. There is no reason to believe the unlikely story told by Langer's informant that Hitler's grandmother Maria Anna Schickelgruber, a peasant woman in her forties from the Waldvietral of rural Austria, had had an intimate liason with a Baron Rothschild in Vienna.

But Hitler had worried that he might be blackmailed over a Jewish grandfather and ordered his private lawyer, Hans Frank, to investigate his paternal lineage.

Frank did so and told the Fuehrer that his grandmother had become pregnant while working as a domestic servant in a Jewish household in Graz.

The facts of this matter are in dispute—and a very lengthy dispute it has been. The point of overriding psychological and historical importance is not whether it is true that Hitler had a Jewish grandfather, but whether he believed that it might be true.

He did so believe and the fact shaped both his personality and his public policy.6.

Statista o criminale internazionale?[modifica | modifica wikitesto]

Non sono d'accordo sull'appellativo attribuito ad Adolf Hitler nella sua descrizione. E' presentato come uno statista tedesco, mentre invece ha tutte le caratteristiche di criminale internazionale. Propongo la modifica della suddetta voce in nome del rispetto che accomuna tutti noi alle vittime dell'Olocausto. Questo commento senza la firma utente è stato inserito da 78.14.81.247 (discussioni contributi) .

Sicuramente è stato un criminale, ma anche un cancelliere eletto dal popolo tedesco, che è stato corresponsabile dei suoi crimini. Del resto l'incipit descrive chiaramente la "carriera" fino alla fine, e così il resto della voce. Quindi il mio parere è che la voce attualmente sia correttamente impostata, senza mancare di rispetto alle vittime dell'Olocausto. --Pigr8 ...libertà é partecipazione! 21:26, 1 feb 2009 (CET)
In aprile mise un "Fineincipit" nell'incipit generato dal template [6] Adolf Hitler (Braunau am Inn, 20 aprile 1889 – Berlino, 30 aprile 1945) Cancelliere del Reich (Reichskanzler) dal 1933 e Führer della Germania dal 1934 al 1945. Di origini austriache,, in modo da togliere l'orrido "politico austriaco naturalizzato tedesco".
Caldeggerei il ritorno alla versione con il fineincipit. --Il palazzo ^Posta Aerea, dal 2005^ 22:00, 1 feb 2009 (CET)
Dire che Hitler è stato uno statista non determina una connotazione morale di ciò che ha fatto, il termine statista indica, letteralmente, un "uomo di stato", in questo senso Hitler lo fu perché arrivò ai vertici dello stato tedesco; che poi sia stato un criminale è assodato ma, mi ripeto, il termine statista non indica un giudizio morale. --Mirkocav (msg) 15:29, 2 set 2009 (CEST)

Buona educazione[modifica | modifica wikitesto]

Xilion, allora, vediamo di capirci su un paio di cosette: intanto genio dell'italiano a sfottò lo vai a dire a qualcun altro, perchè alcuni la buona educazione la pretendono anche qui, ed io figuro tra questi. Poi tu stai continuando a proporre una modifica che non è corretta, visto che la parola Olocausto è considerata "politicamente corretta" e non "errata", il che è diverso in italiano. Vedi di tenerlo in conto per evitare spiacevoli malintesi. --Pigr8 ...libertà é partecipazione! 19:56, 2 feb 2009 (CET)

Ho rollbackato la parola "erroneamente", ed anche la fonte è opinabile perchè non fa riferimento ad alcuna istituzione o fondazione; è solo un sito senza alcuna paternità; se non si portano fonti, rimuovo pure la nota. --Pigr8 ...libertà é partecipazione! 02:16, 6 feb 2009 (CET)

Anonimo[modifica | modifica wikitesto]

Importante: c'è scritto che la sua ascesa fu aiutata dalla sconfitta nella i guerra mondiale e successivo scontento, ma è importante sottolineare che furono le pesantissime e non giustificate condizioni date dal trattato di versailles alla germania, volute fortemente dalla francia perchè era ancora sentita la pesante quanto fulminea sconfitta nella guerra franco-prussiana del 1870, dove aveva perso l'alsazia e la lorena. questo è storicamente e logicamente accertato, infatti soprattutto la gran bretagna lo contestò, e non fu minimamente preso in considerazione il piano del presidente usa Wilson, che tra l'altro prevedeva l'autodeterminazione dei popoli, e lo stesso hitler ne fece un cavallo di battaglia della sua propaganda e sua convinzione fortissima. le condizioni del trattato umiliavano la germania, e considerandola unica nazione colpevole dell'inizio della guerra, cosa storicamente indimostrabile, ne chiedevano il risarcimento di tutti gli ingentissimi danni di guerra di tutte le nazioni, opprimendo la nazione già in ginocchio dalla guerra e in condizioni economiche gravissime, come l'inflazione e la disoccupazione altissime. in più le impedirono di formare un esercito superiore alle 100 mila unità e ne approfittò proprio la francia occupando il bacino minerario della ruhr, grande fonte di ricchezza della germania, con la scusante di non aver pagato i danni di guerra nei tempi previsti, ma impedendoglielo sempre di più. oltre al mutilamento territoriale, tutto ciò era chiaramente sentito dal popolo tedesco ridotto alla fame. Preciso che non ho simpatie nazionalsocialiste o di destra, anzi, ma non scrivendo tutto ciò equivale a nascondere una verità storica (e non solo) importantissima! Uno studente

ragazzi ma Hitler è nato il 27 aprile non il 20! lo so per certo perchè è il mio compleanno c'è in qualsiasi libro e anche sulla biografia!! modificatelo!


non è sicuro che l'antisemitismo di hitler nacque in vienna, kershaw nella sua biografia spiega come kubizek sostenesse che era già nato a linz, mentre honisch che a vienna ancor non c'era.

<commento spostato qui dall'inizio pagina ed inserito alle ore 01:51 del 6 feb 2009 Questo commento senza la firma utente è stato inserito da 151.16.102.252 (discussioni contributi) .

Grave errore sulla posizione della Chiesa nei confronti dell'antisemitismo[modifica | modifica wikitesto]

La Chiesa si oppose fermamente alle leggi raziali e diede supporto alla resistenza ebraica. L'antisemitismo cristiano iniziò a scomparire già dal 1700 Pio XI disse "Attraverso il Cristo e nel Cristo, noi siamo la discendenza spirituale di Abramo. L’antisemitismo è inammissibile. Spiritualmente, siamo tutti semiti”"

Potete leggerlo qui http://it.wikipedia.org/wiki/Leggi_razziali_fasciste#Il_Vaticano_e_le_leggi_razziali http://it.wikipedia.org/wiki/Mit_brennender_Sorge http://it.wikipedia.org/wiki/Chiesa_e_antisemitismo

Politically correct[modifica | modifica wikitesto]

Ho sostituito il termine "handicappati", all'inizio della biografia, con "diversamente abili", più politically correct --DomyinikNiente è reale, tutto è lecito 18:05, 28 apr 2009 (CEST)

David Icke[modifica | modifica wikitesto]

David Icke, che viene citato nella voce come prova che Hitler era un Rothshild dice anche che il mondo e' dominato da una razza di rettili venuti dallo spazio che non possiamo vedere perche' siamo ipnotizzati da loro. Che dite, possiamo mettere la teoria che Hitler era un Rothshield tra le teorie complottiste? --giona (msg) 21:05, 4 mag 2009 (CEST)

Procedo. --giona (msg) 21:28, 8 mag 2009 (CEST)

Frase opinabile senza fonte[modifica | modifica wikitesto]

"L'antisemitismo era profondamente insito nella cultura cattolica del sud della Germania, nella quale Hitler era cresciuto."

Opinabile (e imho inopportuna generalizzazione), necessaria citazione fonte o modifica (smorzare i toni?) o cancellazione.

Probabilmente la fonte è quella citata immediatamente prima. Tuttavia, penso anch'io che il periodo si potrebbe rimuovere, in quanto non determinante per la comprensione del discorso. --「Twice·29.5 {disc.}」 20:43, 15 mag 2009 (CEST)


Frase orribile da rifare[modifica | modifica wikitesto]

È considerato da molti un assassino anche se non lo è stato in modo diretto. Infatti con la sua dittatura furono sterminate circa 6 milioni di persone (molti dei quali erano ebrei) nei campi di concentramento nazisti.


a parte il fatto che le vittime furono molte di più, di cui 6 mln di ebrei, http://it.wikipedia.org/wiki/Olocausto#Estensione_dell.27olocausto , la frase è da rifare.--Django (msg) 15:02, 24 lug 2009 (CEST)

Beh Django, direi che sei stato fin troppo gentile :-) Ho rimosso del tutto la frase, che era francamente impossibile da salvare. --Hauteville (msg) 00:31, 25 lug 2009 (CEST)

Accorciare[modifica | modifica wikitesto]

Come è vero che ogni dittatore deve essere cancellato, ogni pagina va cancellata, secondo me, perciò leverei il blocco e farei in modo che chiunque possa scrivere quello che vuole. Io no, ma la pagina è in vetrina in troppi paesi, vergogna. ROOstyQuel tipo che è un amico fidato fino ad un certo punto 20:03 25/09/09

In vetrina al massimo ci va la voce, mica Hitler! :-) --Hauteville (msg) 21:22, 25 set 2009 (CEST)

Cittadinanza[modifica | modifica wikitesto]

Su de.wiki c'è un articolo molto esaustivo (de:Einbürgerung_Adolf_Hitlers) sul problema della cittadinanza di H. Riassumendo, rinunciò alla cittadinaza austriaca solo nel 1925 e rimase apolide fino al 1932, quando riuscì ad ottenere non senza difficoltà la cittadinanza tedesca, e solo grazie all'intervento di uomini del partito che ricoprivano incarichi istituzionali a Braunschweig. La faccenda è molto complicata, ma almeno questo brevissimo riassunto si potrebbe inserire da qualche parte nell'articolo; dove pensate che stia meglio? --Ribbeck 00:22, 13 ott 2009 (CEST)

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

La curiosità presente nella voce mi pare non enciclopedica o comunque integrabile altrove. Io la eliminerei. Voi cosa ne pensate? --Avversariǿ (msg) 20:18, 17 ott 2009 (CEST)

Depresso, ipocondriaco e sessodipendente il medico svela Hitler[modifica | modifica wikitesto]

Sarebbe da riferire nell'articolo la situazione medica di Hitler, dicendo delle conclusioni a cui arriva il libro recensito in http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2010/01/29/depresso-ipocondriaco-sessodipendente-il-medico-svela-hitler.html Laurusnobilis (msg) 19:10, 30 gen 2010 (CET)

Solo dopo che nelle rispettive voci si saranno iserite le cartelle cliniche di Roosvelt e Churchill. Polemiche a parte, l'articolo non dice nulla di nuovo rispetto all'unica informazione certa e risaputa, cioè che il medico personale negli ultimi due anni della vita del soggetto, usava somministrare molti farmaci che cravano dipendenza. Il resto sono pettegolezzi inutili e irrilevanti per gli scopi di un'enciclopedia. Anche la faccenda dei farmaci è irrilevante, in verità. --Ribbeck 19:15, 30 gen 2010 (CET)

Eliminazione paragrafo[modifica | modifica wikitesto]

Ho eliminato un paragrafo titolato "teorie complottiste",che spezzava la biografia per inserirvi notizie prive di fondamento storico,come esplicitamente affermato nella voce. Se si provasse che tali teorie sono sufficientemente diffuse si potrebbe farne menzione da qualche parte,ma certamente non nella biografia,la quale se si dilungasse a esporrele "versioni altrnative" di Icke o qualunque altro soggetto che nulla ha a che fare con la ricerca storica diventerebbe pesante e illegibile. Avete qualcosa da eccepire?--Der Schalk (msg) 15:43, 16 feb 2010 (CET)

Assolutamente contrario. Hanno sì un fondamento storico (le torie, non i fatti). Del resto abbiamo voci (e ci mancherebbe anche che non ci fossero!) sulla Donazione di Costantino o sulle teorie geocentriche del cosmo e sulla Terra piatta. Segnalo anche Categoria:Falsi storici
Quanto al fatto che spezzi la biografia, niente in contrario ovviamente ad una risistemata/rimpaginazione. --L'imperatore è nudo (msg) 09:18, 23 feb 2010 (CET)

Se non hanno fondamento storico non vedo perché dovevano restare nella voce ;) ---juanm- 09:24, 23 feb 2010 (CET)

genocidio[modifica | modifica wikitesto]

"La parola genocidio fu coniata proprio in riferimento alle politiche di sterminio hitleriane" esiste un riferimento, una fonte?

non ho scritto senza fonte perchè non so farlo, e forse conviene anche non farlo, perchè comunque la frase mi sembra del tutto adeguata. per dargli maggior rigore sarebbe bene che si trovasse la fonte però

non credo che la parola genocidio nacque con Hitler, sicuramente nacque il concetto di reato di genocidio con il processo di norimberga dove si parlò (per la prima volta se non erro,) di crimini controlo l'umanità ecc.. --ignis Fammi un fischio 20:59, 23 apr 2010 (CEST)

Ottimo. Qualcuno ha una fonte certa, che la inseriamo?--Henarybonsai (msg) 21:02, 23 apr 2010 (CEST)

Il termine genocidio fu coniato nel 1944 da Raphael Lemkin nello studio Axis Rule in Occupied Europe e quindi direi che l'affermazione è corretta. Si può citare, a supporto, la voce di Lemkin in Wikipedia oppure direttamente parte del testo che si trova qui: [7]. Derfel74 scrivimi! 10:52, 26 apr 2010 (CEST)


E i crimini degli altri?[modifica | modifica wikitesto]

Leggo dei crimini di Hitler e dei suoi. Benissimo. Ma perchè si tace delle città tedesche rase al suolo dall'aviazione alleata? Non c'erano vecchi, donne e bambini? Colpevoli tutti? E Dresda? E i crimini dell'Armata rossa? Milioni di tedeschi, ripeto milioni, senza distinzione di sesso o di età furono uccisi dall'armata sovietica nei territori dell'est o morirono di stenti nella tragica fuga verso l'ovest. E gli stupri compiuti dalle truppe sovietiche? Nella sola Berlino tremila donne si suicidarono dopo essere state violentate dai sovietici. Attenderò qualche tempo, poi, dopo aver indicato la bibliografia in materia, provvederò ad aggiungere (non cancellare, sia bene inteso) in voce. Ammon Min

Sono perfettamente d'accordo con te. Ma cosa c'entra tutto ciò con Adolf Hitler? --Marluk (msg) 22:21, 21 ott 2010 (CEST)
Caro, qui non si tace proprio di niente...ogni argomento nella propria voce...e se la voce manca scrivila--Riottoso? 22:30, 21 ott 2010 (CEST)
Sono perfettamente d'accordo pure io. Vorrei però far notare il sottile razzismo inconscio dell'affermazione "senza distinzione di sesso o età", come a dire che se l'Armata Rossa avesse ucciso 1000 uomini invece di 500 uomini e 500 donne, oppure 1000 adulti invece di 500 adulti e 500 vecchi sarebbe stato un crimine meno grave. Il valore della vita è uguale per tutti, in quanto assoluto e non relativizzabiloe alla pripria età o al proprio sesso. Siamo tutti uguali, di fronte a qualcuno che ci vuole uccidere. E non valiamo di meno - o di più - solo perché siamo donne, uomini, vecchi, adulti o bambini. Mi premeva sottolinearlo, soprattutto in una pagina legata proprio al nazismo...
Obrigado

Suicidio di Hitler[modifica | modifica wikitesto]

Nel testo si dice che Hitler si è suicidato con il cianuro. Se non erro con il cianuro si è suicidata Eva Braun, mentre Hitler si è sparato (o si è fatto sparare)un colpo di pistola!

Patto d'acciaio[modifica | modifica wikitesto]

Ho inserito il rimando a Patto d'acciaio, ma il link non funziona. La voce in realtà esiste. Che cosa si può fare per far funzionare il link?

--Ciachi1946 (msg) 20:43, 8 mar 2011 (CET)

Ho risolto io. Il problema era l'apostrofo, andava sostituito con l'apice (').--Tenebroso (msg) 20:47, 8 mar 2011 (CET)


Accidenti! dovevo pensarci. Ti ringrazio C

hitler e wittgenstein[modifica | modifica wikitesto]

segnalo, dato pagina bloccata, che essi studiarono nello stesso periodo alla Realschule di Linz e questa curiosa teoria di un professore di matematica australiano (se non erro questa è la pagina di wikipedia inglese sul suo testo)--2.36.36.75 (msg) 16:58, 5 lug 2011 (CEST)

Dittatore?[modifica | modifica wikitesto]

Non sarebbe il caso di scrivere nell'incipit che è stato un dittatore? --DesaparecidoDraco (msg) 17:13, 9 ago 2011 (CEST)

no perché lui era ufficialmente e legittimamente Fuhrer della Germania dal 34, mentre prima era cancelliere. Quindi non può essere considerato né legittimamente né ufficialmente dittatore. --80.116.167.97 (msg) 20:42, 1 set 2011 (CEST)


L'affermazione che Hitler non fu dittatore della Germania è palesemente,in ambito storiografico, una forzatura.anche se arrivò al potere con libere elezioni(il Putsch di Monaco del 1923 fu di lezione)Egli fu un dittatore, poiché distorse e piegò alle sue volontà la legislazione di Weimar,violandola palesemente. La carica di Führerprinzip non era contemplata e stabilita dalla costituzione repubblicana,costituendo di se stessa un'effrazione istituzionale e filosofica fuori da ogni regola stabilita dalle legislazioni vigenti nella repubblica e dal comune percepire politico della vita politica appunto, di ogni cittadino tedesco dell'epoca.

fonti storiografiche in ambito universitario :

Franco Martinelli,"Hitler dietro le quinte",De Vecchi 1967 detti - Gozzini - Storia contempotanea - vol 2 - Il Novecento b.mondadori editore Franz Neumann Behemoth, 1942.

N.B. - è Fondamentale rilevare che sia i funzionalisti che gli intenzionalisti- per quanto antagonisti nella genesi e nella ricostruzione in ambito storico del ruolo della burocrazia e delle componenti dello stato tedesco all'interno della Germania nazista, furono concordi nel considerare il governo di Hitler una dittatura. Utente:jon.polonijon.poloni

si probabilmente è una forzatura, però il titolo di fuhrer era leggittimo, e secondo me dovremmo utilizzare i termini cancelliere e poi fuhrer perchè de jure era così. Poi de facto era un dittatore, espliciterei anche questo. Ma lascerei nell'incipit della voce i termini cancelliere e fuhrer. Io non scriverei che era dittatore in quanto poco enciclopedico (è di fatto meglio cancelliere e fuhrer) ma scriverei però che "nel 34 si diede il titolo per legge di fuhrer e cancelliere tedesco del Reich e accentrando così nelle sue mani il potere legislativo, esecutivo e militare instaurò un regime dittatoriale. dimmi un po' se ti va bene --JDS (msg) 21:10, 4 set 2011 (CEST)

(per quel che vale) A me sì. --DesaparecidoDraco (msg) 17:26, 4 set 2011 (CEST)

Ditemi se così vi piace. DesaparecidoDraco (msg) 17:32, 4 set 2011 (CEST)


Concordo con la nota esplicativa apportata, in riferimento alla dittatura: non era mia intenzione discutere sulle titolature inerenti il"cancellierato" e sul "Führerprinzip", in quanto dati incontestabili.Utente:jon.poloni jon.poloni 16:38, 6 set 2011

ok! ho apportato la modifica, ditemi se vi va bene. --JDS (msg) 17:02, 6 set 2011 (CEST)

Carismatico[modifica | modifica wikitesto]

Non sarebbe il caso di sottolineare il fatto che fosse un personaggio estremamente carismatico? Del resto, nelle descrizioni dei personaggi storici (beethoven, da vinci, etc) vengono fatti espliciti riferimenti alle loro qualità. --Lenangreal 16:15, Set 27, 2010 (UTC)

Geni "ebraici e nord-africani"[modifica | modifica wikitesto]

Ho visto che si fa riferimento al discutibile 'annuncio bomba' sulle presunte parentele di Hitler con gli Ashkenazi o i Sefarditi. Ora, a parte che questi sensazionalismi giornalistici non dovrebbero trovare riferimento in una pagina enciclopedica, la notizia è stata sottoposta a debunking http://blogs.discovermagazine.com/gnxp/2010/08/hitlers-jewish-genes/ Il fatto che nei parenti di Hitler siano stati ritrovati geni diffusi in Medio-Oriente non significa granchè, perchè quei geni si trovano probabilmente in una discreta percentuale di Europei (cosa normalissima visto che abbiamo tutti la stessa origine ancestrale). E non dimentichiamo che la genetica è una cosa, i titoloni dei quotidiani un'altra. Si può quindi rimuovere la frase? Grazie --93.46.216.19 (msg) 03:01, 17 set 2011 (CEST)

E se fosse morto in Argentina nel 1962?[modifica | modifica wikitesto]

Leggete qui: vi immaginate se...--151.67.73.152 (msg) 20:23, 23 ott 2011 (CEST)

Attento: con tutte queste seghe mentali potresti diventate mentalmente cieco. --Guidomac dillo con parole tue 20:29, 23 ott 2011 (CEST)
Ma sei matto?!? Esigo le tue scuse immediate per l'offesa: non ho mica scritto io quel libro! Dico solo che quel libro andrebbe citato tra le "panzane" dedicate a Hitler: infatti, per quel poco che vale, secondo me è impossibile che, in una Berlino totalemnte a fuoco e circondata dai russi, chicchessia, figuriamoci Hitler!, potesse camminare indisturbato... inoltre la fonte che cita l'esistenza del libro è affidabilissima: che poi il libro tratta di "panzane", non è certo colpa mia! (Detto fra di noi, forse sarebbe stato meglio se Hitler avesse cercato di fuggire: volete mettere la soddisfazione di catturarlo vivo e di processarlo per tutti i crimini perversi contro l'intero mondo fatti in suo nome?)--151.67.73.152 (msg) 21:00, 23 ott 2011 (CEST)
LOL. --Guidomac dillo con parole tue 21:40, 23 ott 2011 (CEST)
Interpreto il tuo "LOL" come un "sono d'accordo": grazie :) !--151.67.73.152 (msg) 21:48, 23 ott 2011 (CEST)