Diproctacanthus xanthurus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Diproctacanthus xanthurus
Lemon Damselfish, Bunaken Island.jpg
D. xanthurus dalla testa di un Pomacentride
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Classe Actinopterygii
Ordine Perciformes
Famiglia Labridae
Genere Diproctacanthus
Specie D. xanthurus
Nomenclatura binomiale
Diproctacanthus xanthurus
(Bleeker, 1856)

Diproctacanthus xanthurus (Bleeker, 1856), unica specie del genere Diproctacanthus è un pesce di acqua salata appartenente alla famiglia Labridae[2].

Habitat e Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Proviene dalle barriere coralline dell'oceano Pacifico: è stato localizzato sulle coste della Nuova Guinea, delle Filippine e lungo la Grande Barriera Corallina[3]. Si trova nei luoghi ricchi di coralli e nelle lagune, comunque sempre a basse profondità[1].

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Presenta un corpo compresso lateralmente, allungato e non particolarmente alto, con la testa abbastanza appuntita e gli occhi piuttosto grandi. Non supera i 10 cm[3]. La livrea è striata, con il colore di base bianco e due ampie fasce nere orizzontali, che percorrono una tutto il dorso e l'altra il corpo attraversando l'occhio e terminando sul peduncolo caudale. Negli adulti la pinna caudale è gialla.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

Gli esemplari adulti si spostano in piccoli banchi, mentre gli esemplari giovani hanno l'abitudine di pulire i pesci più grossi nutrendosi dei loro parassiti esterni[1].

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

La dieta non è molto varia, principalmente carnivora, composta soprattutto da parassiti di altri pesci per gli esemplari giovani, e da cnidari per gli adulti[4].

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

È oviparo e la fecondazione è esterna. non sono note cure nei confronti di uova e avannotti.

Conservazione[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è classificata come "a rischio minimo" (LC) dalla lista rossa IUCN perché non è minacciata da particolari pericoli eccetto la saltuaria pesca per l'acquariofilia[1].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d (EN) Russell, B, Diproctacanthus xanthurus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.1, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) Diproctacanthus xanthurus in WoRMS 2014 (World Register of Marine Species).
  3. ^ a b (EN) D. xanthurus in FishBase. URL consultato il 10 novembre 2013.
  4. ^ Scheda sull'Alimentazione degli esemplari adulti. URL consultato il 10 novembre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci