Dipodillus zakariai

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Dipodillo delle Isole Kerkennah
Immagine di Dipodillus zakariai mancante
Stato di conservazione
Status none NE.svg
Specie non valutata
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Euarchontoglires
Ordine Rodentia
Sottordine Myomorpha
Superfamiglia Muroidea
Famiglia Muridae
Sottofamiglia Gerbillinae
Genere Dipodillus
Specie D.zakariai
Nomenclatura binomiale
Dipodillus zakariai
Cockrum, Vaughan & Vaughan, 1976

Il dipodillo delle Isole Kerkennah (Dipodillus zakariai Cockrum, Vaughan & Vaughan, 1976) è un roditore della famiglia dei Muridi diffuso in alcune isole della Tunisia.[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Roditore di piccole dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo tra 79 e 89 mm, la lunghezza della coda tra 74 e 88 mm, la lunghezza del piede tra 21 e 22 mm, la lunghezza delle orecchie tra 20 e 21 mm e un peso fino a 22 g.[2]
Le parti superiori sono color miele, con la base dei peli grigia. Le parti ventrali sono bianche, con una banda mediana giallo-rosacea che si estende da sotto il mento fino alla base della coda. La linea di demarcazione lungo i fianchi è color cannella-rosaceo chiaro. Le guance,la zona circumoculare e due nacchie dietro ogni orecchio e meno distintamente sopra ogni occhio sono bianche. Il dorso delle zampe è bianco. Le orecchie sono esternamente dello stesso colore del dorso, mentre all'interno sono grigie e cosparse di piccoli peli biancastri nella parte superiore. La coda è più corta della testa e del corpo, più chiara sotto e ricoperta di piccoli peli dello stesso colore del dorso, che diventano sempre più lunghi verso l'estremità, dove formano un ciuffo.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

È una specie terricola.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie è diffusa sulle isole di Kerkennah, lungo la costa centro-orientale della Tunisia.

Stato di conservazione[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie è considerata dalla IUCN una sottospecie di Dipodillus simoni.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Dipodillus zakariai in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  2. ^ Cockrum, Vaughan & Vaughan, 1976

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • E.L.Cockrum, T.C.Vaughan & P.J.Vaughan, A review of north African short-tailed Gerbils (Dipodillus) with description of a new taxon from Tunisia in Mammalia, vol. 40, 1976, pp. 313-326.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi