Diplodocoidea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Diplodocoidea
DiplodocusDB.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Divisione Neosauropoda
Classe Reptilia
Ordine Saurischia
Sottordine Sauropodomorpha
Infraordine Sauropoda
Superfamiglia Diplodocoidea
Generi e famiglie

Generi
Suuwassea
Amazonsaurus
Amphicoelias

Famiglie
Dicraeosauridae
Diplodocidae
Rebbachisauridae

I diplodocoidei (Diplodocoidea) sono una superfamiglia di dinosauri sauropodi vissuta nel Giurassico e nel Cretaceo.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

A questo gruppo sono ascritti alcuni dei dinosauri più famosi, come Brontosaurus (=Apatosaurus) e Diplodocus. I diplodocoidei erano generalmente animali enormi, dotati di un collo lunghissimo tento orizzontalmente, e di una coda ancor più lunga. Alcuni di questi animali, però, erano caratterizzati da colli insolitamente corti (ad es. Brachytrachelopan). Le caratteristiche che distinguevano i diplodocoidei dagli altri sauropodi includevano anche zampe piuttosto corte e un cranio lungo e basso, vagamente simile a quello di un cavallo, dotato di denti posti nella parte anteriore della mascella e simili a pioli. Sul cranio, l'apertura nasale era unica e posta alla sommità.

Classificazione tassonomica[modifica | modifica sorgente]

Il gruppo è composto da tre famiglie: i rebbachisauridi, i dicreosauridi e i diplodocidi veri e propri. I primi non sono molto ben conosciuti, ma sembrerebbero includere forme primitive relitte, del Cretaceo dei continenti meridionali. Gli altri due gruppi sono spesso classificati insieme nel clade dei Flagellicaudata ("code a frusta"). Questo gruppo aveva caratteristiche vertebre con spine neurali bifide, chevron divisi in due e code lunghissime con vertebre finali simili a bastoncini mancanti di archi neurali. Questi diplodocoidi, inoltre, sembrerebbero aver conservato nelle ossa della caviglia alcuni caratteri giovanili o embrionali.

Evoluzione e diffusione[modifica | modifica sorgente]

I diplodocoidei si svilupparono verso l'inizio del Giurassico superiore, e alla fine del periodo raggiunsero la loro massima diffusione: in particolare nella Morrison Formation degli Stati Uniti, i diplodocoidei furono tra i dinosauri più comuni. Resti fossili sono noti anche in Europa e in Africa. Nel Cretaceo, forse per la concorrenza di gruppi di erbivori più evoluti (ornitopodi) i diplodocoidei diminuirono drasticamente, e solo i primitivi rebbachisauridi e i dicreosauridi sopravvissero in Sudamerica e in Africa, dove la concorrenza era minore.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Diplodocoidea
Infraordine Sauropoda
Diplodocoidea |--? Amphicoelias |--Rebbachisauridae | |--Rayososaurus | |--Histriasaurus | `--+--Cathartesaura | |--Limaysaurus | |--Nopcsaspondylus | |--Rebbachisaurus | |--Zapalasaurus | `--+--Demandasaurus | `--Nigersaurus `--Flagellicaudata |--Suuwassea |--Dicraeosauridae | |--Amargasaurus | |--Amazonsaurus | `--+--Brachytrachelopan | `--Dicraeosaurus `--Diplodocidae |--? Dyslocosaurus |--? Dinheirosaurus |--Apatosaurinae | |--Apatosaurus | |--Eobrontosaurus | `--Supersaurus `--Diplodocinae |--Tornieria |--Australodocus |--Barosaurus `--Diplodocus

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]