Dipartimento per la pubblica amministrazione e l'innovazione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dipartimento per la pubblica amministrazione e l'innovazione
Stato Italia Italia
Tipo Dipartimento della Presidenza del Consiglio dei ministri
Istituito 2006
Indirizzo Corso Vittorio Emanuele II, 116. Roma
Sito web http://www.innovazione.gov.it

Il Dipartimento per la pubblica amministrazione e l'innovazione era l'ufficio del Governo Italiano che, nell'ambito della Presidenza del Consiglio, si occupava della pubblica amministrazione e delle tecnologie informatiche connesse all'innovazione della stessa P.A.

Riforme e struttura[modifica | modifica wikitesto]

Nel governo Berlusconi IV (2008 - novembre 2011) l'organismo riuniva il Dipartimento per la funzione pubblica e il Dipartimento innovazioni e tecnologie.
Con il governo Monti (novembre 2011 - dicembre 2012), le funzioni sono state ripartite come segue:

In sostanza, è stata ripristinata la situazione precedente.

Organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

L'ufficio era organizzato nelle seguenti strutture:

  • Capo del dipartimento;
  • UAC - Ufficio per le attività di comunicazione;
  • UAGP - Ufficio per gli affari generali e per il personale;
  • UFPPA - Ufficio per la formazione del personale delle pubbliche amministrazioni;
  • UPPA - Ufficio per il personale delle pubbliche amministrazioni;
  • URSPA - Ufficio per le relazioni sindacali delle pubbliche amministrazioni;
  • UIPA - Ufficio per l'innovazione delle pubbliche amministrazioni;
  • l'Ispettorato per la funzione pubblica;
  • l'Ufficio per l'attività normativa ed amministrativa di semplificazione delle norme e delle procedure.

Enti vigilati[modifica | modifica wikitesto]

Il Ministro vigilava sui seguenti enti:

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]