Dipartimento di Roma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dipartimento di Roma
Blason ville Rome-Empire.svg
Informazioni generali
Nome ufficiale Département de Rome
Capoluogo Roma
Superficie ca. 17.000 km² ()
Popolazione 569.056[senza fonte] (1806)
Dipendente da Primo Impero francese
Suddiviso in 6 arrondissement[1]
Amministrazione
Forma amministrativa Dipartimento dell'Impero Francese
Evoluzione storica
Inizio 1808
Fine 1814
Cartografia
Dep-fr.jpg

1leftarrow.pngVoce principale: Storia di Roma.

Il dipartimento di Roma era un dipartimento dell'Impero francese, nell'attuale Italia, con capoluogo Roma.

Si stima che l'area contasse nel 1806 569.056 abitanti. Il dipartimento nacque come dipartimento del Tevere il 15 luglio 1809, quando lo Stato Pontificio fu annesso alla Francia. Il 17 febbraio 1810 mutò denominazione in dipartimento di Roma.

Nel 1812 fu suddiviso negli arrondissement di Roma, Frosinone, Rieti, Tivoli, Velletri e Viterbo.

Per la conquista di questo territorio Napoleone dette a suo figlio il titolo di Re di Roma.

Il dipartimento fu soppresso dopo la sconfitta di Napoleone nel 1814. Attualmente il territorio dell'ex dipartimento è ripartito tra le province di Roma, Rieti, Viterbo, Frosinone e Latina.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'ALMANACH IMPÉRIAL POUR L'ANNÉE 1810, CHAPITRE X, Sect. II, Tarn - Yonne. URL consultato il 28-09-2010.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • A. Lapadula, Roma 1809-1814. Contributo alla Storia dell'Urbanistica, Fratelli Palombi Editori, Roma 1958.
  • A. Lapadula, Roma e la regione nell'epoca napoleonica. Contributo alla Storia urbanistica della città e del territorio, I.E.P.I. Editore, Roma 1969.
  • C. Nardi, Napoleone e Roma. La politica della Consulta Romana, Collection de l'Ėcole Française de Rome, Roma 1989.
  • C. Nardi, Napoleone e Roma. Dalla Consulta Romana al ritorno di Pio VII 1911-1814, Gangemi Editore, Roma 2005.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]