Dipartimento degli Interni degli Stati Uniti d'America

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
United States Department of the Interior
Dipartimento degli Interni degli Stati Uniti d'America
US-DeptOfTheInterior-Seal.svg
Department of the Interior by Matthew Bisanz.JPG
Main Interior Building
Istituito 3 marzo 1849
Segretario degli Interni Sally Jewell
Vice Segretario David J. Hayes
Bilancio 10,7 miliardi de $ (2004)
Impiegati 71.436 (2004)
Indirizzo 1849 C Street NW, Washington, D.C.
Sito web http://www.doi.gov

Il Dipartimento dell'Interno degli Stati Uniti d'America (in lingua inglese: United States Department of the Interior), noto anche con l'acronimo DOI, è un dipartimento del Governo americano che controlla e preserva la maggior parte delle terre appartenenti allo Stato ("federally-owned land"), e la gestione dei Parchi nazionali.

Si tratta quindi di responsabilità riguardanti il territorio e l'ambiente naturale, completamente diverse da quelle dei dipartimenti o ministeri dell'Interno di altri paesi, che tendono a concentrarsi sulla polizia o sulla sicurezza, funzioni che negli Stati Uniti sono detenute dal 2002 dal Dipartimento della Sicurezza Interna. Il dipartimento dell'Interno non è responsabile del governo locale o delle amministrazioni civili, ad eccezione di quelle concernenti le riserve indiane.

È amministrato dal segretario dell'Interno, che per tradizione viene generalmente dagli stati dell'ovest. Il segretario all'Interno attuale è Sally Jewell

Storia[modifica | modifica sorgente]

Per due anni il DoI utilizzò questo sigillo, che è stato però rapidamente ritirato a causa di una debole percezione da parte del pubblico

.

Un dipartimento concernente questioni interne fu preso in considerazione dal primo Congresso nel 1789, ma queste funzioni all'inizio furono collocate nel Dipartimento di Stato. Il progetto continuò a farsi strada durante mezzo secolo e fu sostenuto dai presidenti degli Stati Uniti da James Madison a James K. Polk. La guerra messicano-statunitense del 1846-48 diede alla proposta un nuovo respiro mentre le responsabilità del Governo federale si accrescevano. Robert J. Walker, il segretario del Tesoro del presidente Polk, divenne il più grande sostenitore della creazione di questo nuovo dipartimento.

Nel 1848, Walker indicò nel suo rapporto annuale che parecchi uffici federali erano stati posti in dipartimenti con i quali avevano pochi rapporti. Egli notava che il Dipartimento del Tesoro non aveva niente a che fare con il General Land Office (l'Ufficio generale del catasto), allo stesso modo prendeva come esempio il Bureau of Indian Affairs, l'Ufficio degli Affari indiani posto nel Dipartimento della Guerra United States Department of War, (Department of War) e lo United States Patent and Trademark Office, l'Ufficio dei brevetti presso il Dipartimento di Stato. Concludeva pertanto spiegando che tutti questi uffici dovevano essere accorpati nel Dipartimento dell'Interno.

Un progetto di legge che autorizzava la sua creazione fu votato dalla Camera dei Rappresentanti il 15 febbraio 1849, e approvato due settimane più tardi al Senato. Il dipartimento venne creato il 3 marzo 1849, alla vigilia dell'investitura del presidente Zachary Taylor, con 31 voti a favore e 25 contrari. L'adozione della legge fu ritardata dai democratici del Congresso, riluttanti a creare altre occasioni di patronage, ossia di favoritismo in seno all'amministrazione Whig che avrebbe avuto accesso al potere.

La maggior parte delle competenze interne concernenti il dipartimento furono all'origine negoziate per essere gradualmente trasferite in altri dipartimenti. Alcune agenzie divennero dipartimenti separati, come il Bureau of Agriculture, che diventò più tardi il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti (United States Department of Agriculture).

Il 26 maggio 2006, il segretario dell'Interno Dirk Kempthorne è stato confermato dal Senato per succedere a Gale Norton, che si era dimessa nel marzo dello stesso anno. L'amministrazione Bush è stata criticata per i suoi legami troppo stretti con il movimento di avvocati Wise Use, un conglomerato con un programma anti-ambientalista come l'Heritage Foundation e l'MSLF, che si oppone generalmente agli ambientalisti che ostacolano il "buon funzionamento dell'economia".

Organizzazione[modifica | modifica sorgente]

L'organigramma del Dipartimento dell'Interno statunitense

Dipendono dal dipartimento i seguenti servizi e agenzie federali:

Gestione del territorio[modifica | modifica sorgente]

La gestione del territorio e delle risorse naturali, la conservazione della natura, la cura dei parchi nazionali, così come gli affari territoriali e dei Nativi americani è ancora sotto la responsabilità del Dipartimento dell'Interno.

A metà del 2004, il dipartimento si occupava di 2.050.000 km² di superfici di terre, ossia circa un quinto del territorio americano. Controllava 476 dighe e 348 serbatoi d'acqua attraverso il Bureau of Reclamation, 388 parchi nazionali, monumenti, siti sul bordo del mare, campi di battaglia, ecc. mediante il National Park Service, e 544 rifugi nazionali per animali selvaggi sotto il controllo dello United States Fish and Wildlife Service. Il 28% della produzione nazionale di elettricità proviene da progetti di energia dei territori controllati a livello federale e dalle riserve di zone in mare aperto.

Aspetti critici[modifica | modifica sorgente]

In seno al Dipartimento dell'Interno, si trova l'Ufficio degli Affari indiani (Bureau of Indian Affairs o BIA) che si occupa delle relazioni federali con gli Indiani d'America che vivono sul suolo statunitense. La riscossione delle tasse stradali (track royalties) e di altri diritti sullo sfruttamento dei minerali dovuti secondo vari trattati approvati e raccolti dalla contabilità degli Indian Trusts, fu oggetto di controversie. Attualmente, vi sono parecchie discussioni sull'argomento.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Crimes Against Nature di Robert F. Kennedy, Jr. (2004)

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]