Diosdado Cabello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diosdado Cabello
Diosdado Cabello april 2011.jpg

63º Presidente del Venezuela
Durata mandato 13 aprile 2002 –
14 aprile 2002
Predecessore Pedro Carmona Estanga
Successore Hugo Chávez

Presidente dell'Assemblea nazionale del Venezuela
Durata mandato 5 gennaio 2012 -
Predecessore Fernando Soto Rojas

35° Governatore dello stato di Miranda
Durata mandato 20042008
Predecessore Enrique Mendoza
Successore Henrique Capriles Radonski

20° Vicepresidente del Venezuela
Durata mandato 13 gennaio 2002 – 28 aprile 2002
Predecessore Adina Bastidas
Successore José Vicente Rangel

Vicepresidente del Partito Socialista Unito del Venezuela
In carica
Inizio mandato 2011
Predecessore sconosciuto

Dati generali
Partito politico MVR (1997 – 2008)
PSUV (dal 2008)
Titolo di studio Laurea in Ingegneria
Alma mater UNEFA
Professione politico, ex militare

Diosdado Cabello Rondón (El Furrial, 15 aprile 1963[1]) è un politico venezuelano.

È stato Presidente del Venezuela ad interim per un solo giorno il 13 aprile 2002.

Già membro delle forze armate, fu tra i protagonisti dei tentativi di colpo di stato effettuati nel 1992 sotto la guida di Hugo Chávez, per i quali scontò due anni di prigione. In seguito divenne leader del Movimento Quinta Repubblica e, alla dissoluzione di questo, dirigente del nuovo Partito Socialista Unito del Venezuela.

Governatore dello stato di Miranda dal 2004 al 2008, alla riconferma venne sconfitto dall'emergente Henrique Capriles Radonski, in seguito candidato alla presidenza della repubblica.

Dal 2000 è membro dell'Assemblea nazionale del Venezuela, il parlamento venezuelano, come rappresentante dello stato di Monagas. Dal 2012 è presidente del parlamento[2].

Uno dei suoi quattro figli, José David Cabello ha ricoperto diversi incarichi governativi.

Cabello è stato oggetto di numerose denunce su supposte distrazione di fondi o uso personale di denaro pubblico, puntualmente rigettate[3]. Ha subito critiche in merito alla cattiva amministrazione anche dalla sua parte politica, continuando però ad avere la fiducia del presidente Chávez.[senza fonte]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (ES) Diosdado Cabello Rondón, Gobierno bolivariano de Venezuela. URL consultato il 16-10-2012.
  2. ^ (ES) Juramentado Diosdado Cabello como presidente de la AN, El Universal, 5-1-2012. URL consultato il 16-10-2012.
  3. ^ (ES) (Audio) Gobernador Cabello exhortó a Tascón a presentar pruebas sobre denuncias, www.aporrea.org, 18-2-2008. URL consultato il 16-10-2012.
Predecessore Presidente del Venezuela Successore Flag of Venezuela (state).svg
Pedro Carmona Estanga 2002 Hugo Rafael Chávez Frías
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie