Dioptra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tre tappe dell'evoluzione della dioptra, da un semplice mirino orizzontale, ad uno strumento di misurazione multi-angolo

Una dioptra (dalla lingua greca: διόπτρα) è uno strumento astronomico e topografico classico, risalente al III secolo a.C. La dioptra era un tubo di avvistamento o, in alternativa, una canna con mirino ad entrambe le estremità, collegato a un cavalletto. Se è installata su goniometri, potrebbe essere usata per misurare gli angoli.

Uso[modifica | modifica wikitesto]

Astronomi greci hanno utilizzato la dioptra per misurare la posizione delle stelle, sia Euclide sia Gemino si riferiscono alla dioptra nelle loro opere astronomiche. All’epoca di Tolomeo (2 ° secolo dC), era già obsoleto come uno strumento astronomico, essendo stata sostituita dalla sfera armillare.

Continuò l’uso come un efficace strumento di rilevamento. Adattata al rilevamento, la dioptra è simile al teodolite, che risale al XVI secolo. È una versione più accurata della groma.

La dioptra può essere stata abbastanza sofisticata, ad esempio, da costruire un tunnel attraverso due punti opposti in una montagna. Vi è una certa speculazione che potrebbe essere stato utilizzato per costruire l'acquedotto di Eupalino. Definito "uno dei più grandi successi di ingegneria dei tempi antichi," si tratta di un tunnel di 1.036 metri di lunghezza, "scavati attraverso Monte Kastro sull'isola greca di Samo, nel 6 ° secolo aC", durante il regno di Policrate. Gli studiosi non sono d'accordo se la dioptra fosse disponibile così presto .[1]

Un intero libro sull’utilizzo costruttivo e di rilevamento della dioptra è attribuito a Erone di Alessandria.

La dioptra è stata ampiamente utilizzata in progetti di costruzione di acquedotti. Viti di rotazione su diverse parti dello strumento hanno reso facile la calibrazione per misurazioni molto precise.

La dioptra è stata sostituita come strumento di rilevamento dal teodolite.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tom M. Apostol, The Tunnel of Samos, caltech.edu. URL consultato il 19 giugno 2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]