Dionisio II di Siracusa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Dionisio II detto il Giovane (Siracusa, 397 a.C.Corinto, dopo il 343 a.C.) fu tiranno di Gela e Siracusa dal 367 al 357 a.C. e dal 347 al 344 a.C. e tiranno di Locri tra il 357 e il 347 a.C..

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dionisio II era figlio di Dionisio I, come il padre si dedicò alla filosofia e alla scrittura di epistole e di un componimento in versi su Epicarmo.

Nel 367 a.C. prese il potere sotto la tutela dello zio Dione. Come dittatore fu feroce quanto il padre. Lo stesso anno della sua salita al trono, rinnovò la pace con i Cartaginesi. Platone, in visita nella città aretusea, constatò la violenza del nuovo sovrano quando venne praticamente tenuto prigioniero per un anno.

Nel 366 a.C. cacciò lo zio, che disapprovava il suo comportamento, grazie al filosofo Filisto. Nel 357 a.C., mentre Dionisio era in visita a Caulonia, il suo governo fu facilmente rovesciato dal piccolo esercito dello zio, Dione, nel tentativo di restaurare la democrazia.

Fece ricostruire le mura di Rhegion (Reggio Calabria) con il nome di Febea (la città era stata conquistata nel 386 a.C. dal padre Dionisio I dopo undici mesi di assedio). Successivamente comunque perse il controllo sulla città che si liberò dal dominio siracusano nel 351 a.C.

Esiliato a Locri, come Trasibulo, anche lì instaurò la tirannide. La sua politica contro gli aristocratici locali mirava solo al ritorno in patria. Svuotate le casse della cittadina calabra, il popolo insorse uccidendo tutta la sua famiglia e cacciandolo ancora.

Ritornò a Siracusa nel 347 a.C. e riottenne il potere rovesciando Niseo in un momento di grande instabilità politica. Le tensioni con il popolo si acuirono e questa volta il tiranno poté governare solo per tre anni. Assediato ad Ortigia da Iceta di Leontini e dalle truppe di molte altre città siciliane, fu detronizzato da Timoleonte con il suo esercito di appena 700 soldati e fu costretto all'esilio in Grecia. Sarebbe morto poverissimo a Corinto, molti anni dopo.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Tiranno di Gela e Siracusa Successore
Dionisio I 367 a.C.-357 a.C. Dione
Predecessore Tiranno di Gela e Siracusa Successore
Niseo 347 a.C.-344 a.C. Timoleonte
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie