Diocesi di Subotica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diocesi di Subotica
Dioecesis Suboticana
Chiesa latina
Subotica, Trg žrtava fašizma, katedrála svaté Terezie avilské.jpg
Suffraganea dell' arcidiocesi di Belgrado
  Diocese of Subotica.jpg
Collocazione geografica
Collocazione geografica della diocesi
Vescovo János Pénzes
Sacerdoti 102 di cui 90 secolari e 12 regolari
2.991 battezzati per sacerdote
Religiosi 16 uomini, 79 donne
Diaconi 6 permanenti
Abitanti 1.079.889
Battezzati 305.177 (28,3% del totale)
Superficie 8.712 km² in Serbia
Parrocchie 114
Erezione 10 febbraio 1923
Rito romano
Cattedrale Santa Teresa d'Avila
Indirizzo Trg Zrtava fasizma 19, YU-24000 Subotica, Srbija
Sito web www.suboticka-biskupija.info
Dati dall'Annuario Pontificio 2005 * *
Chiesa cattolica in Serbia

La diocesi di Subotica (in latino: Dioecesis Suboticana) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Belgrado. Nel 2004 contava 305.177 battezzati su 1.079.889 abitanti. È attualmente retta dal vescovo János Pénzes.

Territorio[modifica | modifica sorgente]

La diocesi comprende la Bačka, cioè la parte nord-occidentale della Voivodina, contrassegnata in giallo nella mappa a destra.

Sede vescovile è la città di Subotica, dove si trova la cattedrale di Santa Teresa d'Avila.

Il territorio è suddiviso in 114 parrocchie.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Nell'antichità il territorio della diocesi era compreso nella diocesi di Sirmio, che per qualche tempo, forse in occasione di alcune invasioni, ebbe sede a Bač.

Dal re di Ungheria san Ladislao nel 1090 fu eretta l'arcidiocesi di Bač, che nel 1135 fu unita all'arcidiocesi di Kalocsa.

Il cristianesimo sofferse l'occupazione ottomana, che comportò la distruzione di tutti i monasteri e quasi tutti i monumenti cristiani. Ma durante tutto questo periodo il territorio fu abitato da croati cattolici e serbi ortodossi, con una piccola minoranza di ungheresi cattolici. Nel XVII secolo emigrarono nella regione ungheresi, tedeschi e slovacchi, che ancora oggi danno alla diocesi una variegata composizione etnica.

L'amministrazione apostolica della Bačka jugoslava fu eretta il 10 febbraio 1923, per i territori dell'arcidiocesi di Kalocsa che appartenevano al regno di Jugoslavia.

Il 25 gennaio 1968 in forza della bolla Praeclarissima Pauli di papa Paolo VI l'amministrazione apostolica è stata elevata a diocesi e ha assunto il nome attuale.

Negli anni ottanta e novanta a causa dell'emigrazione dei cattolici croati a seguito del nazionalismo serbo, la diocesi ha perso circa un quarto dei suoi fedeli.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica sorgente]

  • Lajlo Budanović † (28 febbraio 1927 - 16 marzo 1958 deceduto)
  • Matija Zvekanović † (1958 - 25 aprile 1989 ritirato)
  • János Pénzes, dal 25 aprile 1989

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

La diocesi al termine dell'anno 2004 su una popolazione di 1.079.889 persone contava 305.177 battezzati, corrispondenti al 28,3% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1970 415.000 1.100.000 37,7 103 91 12 4.029 18 255 112
1980 385.000 1.100.000 35,0 123 106 17 3.130 24 198 113
1990 363.920 1.265.000 28,8 17 3 14 21.407 20 134 116
1999 315.187 1.152.657 27,3 99 88 11 3.183 1 16 95 116
2000 314.743 1.151.012 27,3 100 89 11 3.147 3 16 87 116
2001 315.100 1.150.872 27,4 101 90 11 3.119 5 15 87 114
2002 312.597 1.145.253 27,3 100 88 12 3.125 6 16 86 114
2003 311.039 1.098.223 28,3 100 88 12 3.110 6 16 81 114
2004 305.177 1.079.889 28,3 102 90 12 2.991 6 16 79 114

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi