Diocesi di Kimberley

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diocesi di Kimberley
Dioecesis Kimberleyensis
Chiesa latina
Suffraganea dell' arcidiocesi di Bloemfontein
Vescovo Abel Gabuza
Vescovi emeriti Erwin Hecht, O.M.I.
Sacerdoti 37 di cui 19 secolari e 18 regolari
3.169 battezzati per sacerdote
Religiosi 22 uomini, 25 donne
Abitanti 1.780.000
Battezzati 117.260 (6,6% del totale)
Superficie 123.083 km² in Sudafrica
Parrocchie 17
Erezione 4 giugno 1886
Rito romano
Indirizzo 20 Dalham Road, P.O. Box 309, Kimberley 8300, South Africa
Dati dall'Annuario Pontificio 2007 * *
Chiesa cattolica in Sudafrica

La diocesi di Kimberley (in latino: Dioecesis Kimberleyensis) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Bloemfontein. Nel 2006 contava 117.260 battezzati su 1.780.000 abitanti. È attualmente retta dal vescovo Abel Gabuza.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi comprende le seguenti unità amministrative sudafricane a nord del fiume Orange nella provincia del Capo Settentrionale: Barkly West, hay, Herbert, Kuruman, Mafikeng, Taung, Vryburg.

Sede vescovile è la città di Kimberley, dove si trova la cattedrale di Santa Maria.

Il territorio è suddiviso in 17 parrocchie.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il vicariato apostolico di Kimberley in Orange fu eretto il 4 giugno 1886, ricavandone il territorio dal vicariati apostolici del Capo di Buona Speranza, Distretto Orientale (oggi diocesi di Port Elizabeth) e di Natal (oggi arcidiocesi di Durban).

L'8 maggio 1894 cedette una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione della prefettura apostolica del Basutoland (oggi arcidiocesi di Maseru).

Nel 1918 cambiò nome in favore di vicariato apostolico di Kimberley nell'Africa meridionale.

Il 26 novembre 1923 e il 9 aprile 1948 cedette altre porzioni del suo territorio a vantaggio dell'erezione rispettivamente della prefettura apostolica di Kroonstad (oggi diocesi) e del vicariato apostolico di Pretoria (oggi arcidiocesi).

L'11 gennaio 1951 in forza della bolla Suprema Nobis di papa Pio XII ha ceduto un'ulteriore porzione di territorio a vantaggio dell'erezione dell'arcidiocesi di Bloemfontein e contestualmente il vicariato apostolico è stato elevato a diocesi.

Il 2 aprile 1959 ha ceduto ancora una porzione del territorio diocesano a vantaggio dell'erezione della prefettura apostolica del Bechuanaland (oggi diocesi di Gaborone).

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

  • Matteo Gaughren, O.M.I. † (13 gennaio 1902 - 1917 deceduto)
  • Herman Joseph Meysing, O.M.I. † (19 dicembre 1929 - 11 gennaio 1951 nominato arcivescovo di Bloemfontein)
  • John Boekenfoehr, O.M.I. † (24 marzo 1953 - 1º luglio 1974 dimesso)
  • Erwin Hecht, O.M.I. (1º luglio 1974 - 15 dicembre 2009 ritirato)
  • Abel Gabuza, dal 23 dicembre 2010

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi al termine dell'anno 2006 su una popolazione di 1.780.000 persone contava 117.260 battezzati, corrispondenti al 6,6% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 32.727 691.649 4,7 39 39 839 78 152 4
1969 51.803  ?  ? 38 1 37 1.363 73 89 3
1980 66.835 565.000 11,8 28 3 25 2.386 41 75 4
1990 93.948 707.000 13,3 24 3 21 3.914 38 42 4
1999 113.270 1.502.230 7,5 32 18 14 3.539 19 34 8
2000 117.355 1.603.760 7,3 32 17 15 3.667 20 27 15
2001 118.730 1.607.350 7,4 28 14 14 4.240 19 28 16
2002 119.690 1.690.480 7,1 26 14 12 4.603 16 21 16
2003 119.780 1.730.680 6,9 28 13 15 4.277 19 20 16
2004 117.335 1.740.000 6,7 32 16 16 3.666 20 26 17
2006 117.260 1.780.000 6,6 37 19 18 3.169 22 25 17

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi