Diocesi di Ibarra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diocesi di Ibarra
Dioecesis Ibarrensis
Chiesa latina
Suffraganea dell' arcidiocesi di Quito
  Ecuador - Diocesi di Ibarra.jpg
Vescovo Valter Dario Maggi
Vescovi emeriti Julio César Terán Dutari, S.J.
Sacerdoti 87 di cui 67 secolari e 20 regolari
3.732 battezzati per sacerdote
Religiosi 41 uomini, 219 donne
Diaconi 3 permanenti
Abitanti 340.000
Battezzati 324.700 (95,5% del totale)
Superficie 5.669 km² in Ecuador
Parrocchie 61
Erezione 29 dicembre 1862
Rito romano
Indirizzo Garcia Moreno 5-68, Casilla 10-01-04, Ibarra, Ecuador
Dati dall'Annuario Pontificio 2007 * *
Chiesa cattolica in Ecuador

La diocesi di Ibarra (in latino: Dioecesis Ibarrensis) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Quito. Nel 2006 contava 324.700 battezzati su 340.000 abitanti. È attualmente retta dal vescovo Valter Dario Maggi.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi comprende la provincia dell'Imbabura.

Sede vescovile è la città di Ibarra, dove si trova la cattedrale di Sant'Agostino.

Il territorio è suddiviso in 61 parrocchie.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi è stata eretta il 29 dicembre 1862, ricavandone il territorio dall'arcidiocesi di Quito.

La cattedrale fu distrutta dal terremoto del 1868 e ricostruita a partire dal 1872.

Il 17 marzo 1965 ha ceduto una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Tulcán.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

  • Pedro Rafael González Calisto † (29 settembre 1876 - 15 giugno 1893 nominato arcivescovo di Quito)
  • Federico González y Suárez † (30 luglio 1895 - 14 dicembre 1905 nominato arcivescovo di Quito)
  • Ulpiano María Pérez y Quiñones † (8 maggio 1907 - 7 dicembre 1916 nominato vescovo di Bolívar)
  • Alberto María Ordóñez Crespo † (4 dicembre 1916 - 5 dicembre 1930 nominato vescovo di Bolívar)
  • Alejandro Pasquel † (18 dicembre 1931 - 18 settembre 1934 deceduto)
  • César Antonio Mosquera Corral † (18 settembre 1936 - 11 ottobre 1954 nominato vescovo di Guayaquil)
  • Silvio Luis Haro Alvear † (23 marzo 1955 - 28 giugno 1980 ritirato)
  • Juan Ignacio Larrea Holguín (28 giugno 1980 succeduto - 5 agosto 1983 nominato vescovo titolare di Novi)
  • Luis Oswaldo Pérez Calderón † (21 agosto 1984 - 22 settembre 1989 deceduto)
  • Antonio Arregui Yarza (25 luglio 1995 - 7 maggio 2003 nominato arcivescovo di Guayaquil)
  • Julio César Terán Dutari, S.J. (14 febbraio 2004 - 25 marzo 2011 ritirato)
  • Valter Dario Maggi, dal 25 marzo 2011

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi al termine dell'anno 2006 su una popolazione di 340.000 persone contava 324.700 battezzati, corrispondenti al 95,5% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 218.000 218.900 99,6 105 75 30 2.076 31 135 42
1962 247.600 247.753 99,9 126 85 41 1.965 53 154 47
1970 199.500 200.000 99,8 67 39 28 2.977 34 120 37
1976 200.000 217.813 91,8 48 32 16 4.166 22 104 33
1980 234.000 240.000 97,5 67 43 24 3.492 29 167 43
1990 275.000 295.000 93,2 75 51 24 3.666 36 185 50
1999 305.000 315.500 96,7 86 59 27 3.546 4 45 150 55
2000 308.000 318.000 96,9 93 70 23 3.311 4 41 160 58
2001 308.000 318.000 96,9 92 69 23 3.347 4 39 160 58
2002 335.000 345.781 96,9 91 68 23 3.681 4 42 98 60
2003 330.000 344.000 95,9 95 70 25 3.473 4 44 102 57
2004 330.000 344.000 95,9 95 70 25 3.473 4 44 102 57
2006 324.700 340.000 95,5 87 67 20 3.732 3 41 219 61

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi