Diocesi di Huesca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diocesi di Huesca
Dioecesis Oscensis
Chiesa latina
Huesca - Fachada de la catedral.jpg
Suffraganea dell' arcidiocesi di Saragozza
  Divisiones administrativas de la diócesis de Huesca.svg
Collocazione geografica
Collocazione geografica della diocesi
Vescovo Julián Ruiz Martorell
Sacerdoti 97 di cui 79 secolari e 18 regolari
810 battezzati per sacerdote
Religiosi 34 uomini, 178 donne
Abitanti 79.600
Battezzati 78.600 (98,7% del totale)
Superficie 4.728 km² in Spagna
Parrocchie 210
Erezione 533
Rito romano
Indirizzo Apartado 2, Plaza de la Catedral 2, 22022 Huesca, España
Sito web www.diocesisdehuesca.org
Dati dall'Annuario Pontificio 2007 * *
Chiesa cattolica in Spagna

La diocesi di Huesca (in latino: Dioecesis Oscensis) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Saragozza. Nel 2006 contava 78.600 battezzati su 79.600 abitanti. È attualmente retta dal vescovo Julián Ruiz Martorell.

Territorio[modifica | modifica sorgente]

La diocesi comprende tre zone della provincia di Huesca, nell'Aragona, Spagna: la Montaña, el Somontano y Monegros.

Sde vescovile è la città di Huesca, dove si trova la cattedrale di Nostra Signora di Montserrat.

Il territorio è suddiviso in 210 parrocchie, raggruppate in 6 arcipresbiterati, che sono indicate con i colori in parentesi nelle mappa a destra: Almudévar (violetto), Ayerbe (rosso), Huesca (giallo), Monegros (arancione), Sesa-Berbegal (verde) e Semontano-Sobrarbe (azzurro).

Storia[modifica | modifica sorgente]

La diocesi di Huesca fu eretta nel 533 ed era originariamente suffraganea dell'arcidiocesi di Tarragona. Ci sono giunte notizie storiche sul vescovo Gabinius nell'anno 589. La menzione da parte di sant'Isidoro di Elpidio, vescovo di Huesca nel 527 non è storicamente certa.

Nel 713 Huesca subì l'invasione musulmana e la diocesi fu di fatto soppressa. In seguito i territori aragonesi passarono sotto la giurisdizione dei re di Navarra e dei vescovi di Pamplona. A partire dal X secolo si riscontrano vescovi d'Aragona con sede a Sasabe.

Il concilio di Jaca del 1063 determinò i confini fra le diocesi di Jaca, dove i vescovi aragonesi avevano traslato la loro sede, e Barbastro, il cui vescovo risiedeva a Roda. Nello stesso tuttavia la città di Barbastro fu riconquistata e ceduta dal re alla diocesi di Roda, in violazione degli accordi conciliari. Da qui nacque un contenzioso tra le diocesi, che si risolse con un pronunciamento di papa Gregorio VII a favore della diocesi di Roda.

Nel novembre 1096 anche Huesca fu riconquistata e i vescovi di Jaca vi traslarono la loro sede, mentre Jaca continuò ad avere un proprio capitolo, secolarizzato poi nell'anno 1270. La diocesi assunse il nome di Huesca e Jaca. L'11 maggio 1098 papa Urbano II confermò la restaurazione della diocesi di Huesca con la bolla Miserationibus Domini.

Dal 1149 la diocesi incluse anche il territorio della diocesi di Barbastro, il cui vescovo aveva trasferito la sede a Lérida.

Nel 1571 e nel 1573 furono ristabilite le diocesi di Barbastro e di Jaca, scorporandone i rispettivi territori da quello di Huesca.

Il 14 giugno 1318 entrò a far parte della provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di Saragozza.

Dal 1354 Huesca fu sede universitaria, ma in seguito l'ateneo fu eclissato dall'importanza di quello di Saragozza e finalmente chiuso nel 1845.

Con il concordato del 1851 la diocesi acquisì la giurisdizione sull'Ordine di San Giovanni di Gerusalemme e sull'abbazia di Montearagón e San Victorián; queste decisioni tuttavia ebbero effetto solo dopo un decreto reale del 1917.

Il 1º gennaio 1956 un riordino territoriale delle diocesi di Aragona ridusse il territorio diocesano a vantaggio delle diocesi vicine.

Dal 23 ottobre 2003 è unita in persona episcopi alla diocesi di Jaca.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica sorgente]

Vescovi di Osca[modifica | modifica sorgente]

  • Elpidio † (527)
  • Vicente † (553)
  • Pompeyano ? † (570)
  • Gabino † (prima del 589 - dopo il 592)
  • Ordulfo † (prima del 633 - dopo il 638)
  • Eusebio † (menzionato nel 653)
  • Gadisclo † (menzionato nel 683)
  • Audeberto † (menzionato nel 693)
  • Nitidio † (fine dell'VIII secolo)
  • Frontiniano † (inizio del IX secolo)
    • Sede vacante
    • Vescovi aragonesi con sede a Sasabe e a Jaca

Vescovi di Huesca e Jaca[modifica | modifica sorgente]

  • Esteban † (novembre 1099 - 1130 deceduto)
  • Arnaldo † (agosto 1130 - 19 luglio 1134 deceduto)
  • Dodón † (4 agosto 1134 - 1160)
  • Martín † (menzionato nel 1162)
  • Esteban de San Martín † (1165 - 1182)
  • Jacob † (1182 - novembre 1187 deceduto)
  • Ricardo † (novembre 1187 - 9 agosto 1201)
  • García de Gúdal † (1º dicembre 1201 - 6 luglio 1236 dimesso)
  • Vidal de Canellas † (1237 - 1252 deceduto)
  • Domingo de Sola † (aprile 1253 - 1º marzo 1269 deceduto)
  • García Pérez de Zuazo † (1271 - 1273 deceduto)
  • Jaime Sarroca, O. de M. † (1273 o 1286 - gennaio 1289 deceduto)
  • Ademaro, O.P. † (19 marzo 1290 - 30 giugno 1300 deceduto)
  • Martín López de Azlor † (24 luglio 1300 - 29 marzo 1313 deceduto)
  • Martín Oscabio, O.F.M. † (1313 - 25 agosto 1324 deceduto)
  • Gastón de Montcada † (14 novembre 1324 - 5 dicembre 1328 nominato vescovo di Gerona)
  • Pedro de Urrea † (5 dicembre 1328 - 5 marzo 1337 deceduto)
  • Bernardo Oliver, O.E.S.A. † (1º ottobre 1337 - 12 gennaio 1345 nominato vescovo di Barcellona)
  • Gonzalo Zapata † (12 gennaio 1345 - circa 1348 deceduto)
  • Pedro Glascario † (3 dicembre 1348 - 30 ottobre 1357 nominato arcivescovo di Tarragona)
  • Guillermo de Torrellas † (24 novembre 1357 - 18 giugno 1361 nominato vescovo di Barcellona)
  • Bernardo Folcaut † (11 marzo 1362 - 24 gennaio 1364 nominato vescovo di Pamplona)
  • Jimeno Sánchez de Ribabellosa † (24 aprile 1364 - 19 dicembre 1368 deceduto)
  • Juan Martínez † (3 marzo 1369 - 1372 ?)
  • Fernando Pérez Muñoz † (15 ottobre 1372 - 18 gennaio 1383 deceduto)
  • Berenguer de Anglesola † (1383 - 14 dicembre 1384 nominato vescovo di Gerona)
  • Francisco Riquer, O.F.M. † (19 dicembre 1384 - 9 settembre 1393 nominato vescovo di Vic)
  • Juan de Bafes † (9 settembre 1393 - 17 agosto 1403 nominato vescovo di Lérida)
  • Juan de Tauste, O.F.M. † (16 agosto 1403 - 5 maggio 1410 nominato vescovo di Segorbe-Albarracín)
  • Domingo Ram y Lanaja † (5 maggio 1410 - 13 novembre 1415 nominato vescovo di Lérida)
  • Avignone Nicolai, O.P. † (13 novembre 1415 - 14 marzo 1421 nominato vescovo di Saint-Pons-de-Thomières)
  • Hugo de Urriés † (6 novembre 1420 - 21 febbraio 1443 deceduto)
  • Guillermo de Siscar † (22 marzo 1443 - dicembre 1457 deceduto)
  • Guillermo Ponz de Fenollet † (30 giugno 1458 - 24 dicembre 1465 deceduto)
  • Antonio de Espés † (29 gennaio 1470 - 15 maggio 1483 deceduto)
  • Juan de Aragón y Navarra † (1º ottobre 1484 - 12 dicembre 1526 deceduto)
  • Alonso de So de Castro y Pinós † (27 marzo 1527 - 12 ottobre 1527 deceduto)
    • Lorenzo Campeggio † (2 settembre 1530 - 2 ottobre 1532 dimesso) (amministratore apostolico)
    • Jerónimo Doria † (2 ottobre 1532 - 8 maggio 1533 nominato amministratore apostolico di Tarragona) (amministratore apostolico)
  • Martín de Gurrea † (8 giugno 1534 - 22 novembre 1544 deceduto)
  • Pedro Agustín y Albanell † (8 giugno 1545 - 26 febbraio 1572 deceduto)

Vescovi di Huesca[modifica | modifica sorgente]

  • Diego Arnedo † (17 ottobre 1572 - 30 settembre 1574 deceduto)
  • Pedro del Frago Garcés † (11 settembre 1577 - 2 febbraio 1584 deceduto)
  • Martín Cleriguech Caucer † (28 maggio 1584 - 19 novembre 1593 deceduto)
  • Diego Monreal † (14 febbraio 1594 - 31 luglio 1607 deceduto)
  • Berenguer Bardaxi Alagón y Espés, O.F.M. † (27 febbraio 1608 - 20 dicembre 1615 deceduto)
  • Juan Moriz Salazar † (5 settembre 1616 - 1º gennaio 1628 deceduto)
  • Francisco Navarro de Eugui † (29 maggio 1628 - 1º gennaio 1641 deceduto)
  • Esteban de Esmir † (5 gennaio 1641 succeduto - 21 febbraio 1654 deceduto)
  • Fernando de Sada y Azcona † (27 luglio 1654 - 5 marzo 1670 deceduto)
  • Bartolomé de Fontcalda † (17 novembre 1670 - 27 febbraio 1674 deceduto)
  • Ramón de Azlor y Berbegal † (12 luglio 1677 - 7 settembre 1785 deceduto)
  • Pedro de Gregorio y Antillón † (30 settembre 1686 - 8 agosto 1707 deceduto)
  • Francisco de Paula Garcés Marcilla, O.M. † (24 settembre 1708 - 14 luglio 1713 deceduto)
  • Pedro Gregorio Padilla † (17 settembre 1714 - 24 ottobre 1734 deceduto)
  • Lucas Cuartas Oviedo † (27 luglio 1735 - 1º dicembre 1736 deceduto)
  • Plácido Bailés Padilla, O.S.A. † (3 marzo 1738 - 26 novembre 1742 nominato vescovo di Plasencia)
  • Antonio Sánchez Sardinero † (11 marzo 1743 - 5 maggio 1775 deceduto)
  • Pascual López Estaún † (15 aprile 1776 - 10 ottobre 1789 deceduto)
  • Cayetano Peña Granada † (21 giugno 1790 - 15 ottobre 1792 deceduto)
  • Juan Francisco Armada Araujo † (17 giugno 1793 - 3 aprile 1797 deceduto)
  • Joaquín Sánchez Cutanda † (18 dicembre 1797 - 28 febbraio 1809 deceduto)
  • Eduardo María Sáenz La Guardia † (4 settembre 1815 - 1º febbraio 1832 deceduto)
  • Lorenzo Ramón Lahoz de San Blas, Sch.P. † (15 aprile 1833 - 15 settembre 1845 deceduto)
    • Sede vacante (1845-1851)
  • Pedro José Zarandia Endara † (5 settembre 1851 - 24 marzo 1861 deceduto)
  • Basilio Gil Bueno † (23 dicembre 1861 - 12 febbraio 1870 deceduto)
    • Sede vacante (1870-1875)
  • Honorio María de Onaindía y López † (17 settembre 1875 - 27 dicembre 1886 deceduto)
  • Vicente Alda y Sancho † (1º giugno 1888 - 2 dicembre 1895 nominato arcivescovo di Saragozza)
  • Mariano Supervía y Lostalé † (2 dicembre 1895 - 15 gennaio 1918 deceduto)
  • Zacarías Martínez Núñez, O.S.A. † (4 dicembre 1918 - 14 dicembre 1922 nominato vescovo di Vitoria)
  • Mateo Colom y Canals, O.S.A. † (14 dicembre 1922 - 16 dicembre 1933 deceduto)
  • Lino Rodrigo Ruesca † (28 gennaio 1935 - 19 maggio 1973 deceduto)
  • Javier Osés Flamarique † (28 febbraio 1977 - 24 agosto 2001 ritirato)
  • Jesús Sanz Montes, O.F.M. (23 ottobre 2003 - 21 novembre 2009 nominato arcivescovo di Oviedo)
  • Julián Ruiz Martorell, dal 30 dicembre 2010

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

La diocesi al termine dell'anno 2006 su una popolazione di 79.600 persone contava 78.600 battezzati, corrispondenti al 98,7% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 110.000 110.000 100,0 182 130 52 604 172 612 196
1970 84.123 84.167 99,9 181 159 22 464 53 484 189
1980 76.500 77.000 99,4 133 113 20 575 43 339 197
1990 82.500 83.500 98,8 119 99 20 693 39 260 210
1999 78.500 79.500 98,7 107 90 17 733 32 193 210
2000 78.500 79.500 98,7 106 89 17 740 32 190 200
2001 76.000 77.000 98,7 108 89 19 703 30 184 200
2002 78.000 79.000 98,7 101 86 15 772 30 190 200
2003 78.000 79.000 98,7 102 84 18 764 36 190 200
2004 78.000 79.000 98,7 100 82 18 780 34 180 200
2006 78.600 79.600 98,7 97 79 18 810 34 178 210

Fonti[modifica | modifica sorgente]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi