Diocesi di Derbe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Derbe
Sede vescovile titolare
Dioecesis Derbea
Patriarcato di Costantinopoli
Sede titolare di Derbe
Mappa della diocesi civile di Asia (V secolo)
Vescovo titolare sede vacante
Istituita 1925
Stato Turchia
Diocesi soppressa di Derbe
Suffraganea di Iconio
Eretta  ?
Soppressa  ?
Dati dall'annuario pontificio
Lista delle sedi titolari della Chiesa cattolica

La diocesi di Derbe (in latino: Dioecesis Derbea) è una sede soppressa e sede titolare della Chiesa cattolica.

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'antica diocesi di Derbe, si trovava in Licaonia, regione dell'Asia Minore. La città era stata fortezza di un famoso capo di banditi locali sin quando essa non venne definitivamente conquistata da Aminta, ultimo re di Galazia (Strabone, XII, i, 4; vi, 3; Diomede Cassio, XLIX, xxxii). Ai tempi della conquista romana, ebbe il privilegio di battere moneta.

In epoca cristiana, venne evangelizzata da san Paolo e da san Barnaba (Atti 14,6 e 14,20-21), e successivamente visitata altre volte da San Paolo (Atti 16,1). Derbe divenne diocesi suffraganea dell'arcidiocesi di Iconio, dove appare all'ottavo posto nella Notitia Episcopatuum dello pseudo-Epifanio, composta durante il regno dell'imperatore Eraclio I (circa 640). Di questa sede sono noti cinque vescovi: Dafno prese parte al concilio di Costantinopoli del 381 e Tommaso a quello di Efeso del 431; Paolo fu tra i padri del concilio di Calcedonia (451) e Cirico assistette al concilio in Trullo (692); infine Neofito prese parte al concilio dell'879 che riabilitò il patriarca Fozio.

Il sito della città non è stato ancora ritrovato con precisione; la discussione si basa sui già menzionati testi di Strabone e Diomede Cassio, ma con tutta probabilità essa corrisponderebbe oggi con la città di Bin Bir Kilissé, a Divlé, a sud di Ak Göl, tra Bossola e Zosta, oppure a Güdelissin nel piccolo villaggio di Konia, che sembra ad oggi l'ipotesi più accreditata.

Oggi Derbe sopravvive come sede vescovile titolare; la sede è vacante dal 13 novembre 1971.

Cronotassi dei vescovi greci[modifica | modifica sorgente]

  • Dafno † (menzionato nel 381)
  • Tommaso † (menzionato nel 431)
  • Paolo † (menzionato nel 451)
  • Cirico † (menzionato nel 692)
  • Neofito † (menzionato nell'879)

Cronotassi dei vescovi titolari[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi