Diocesi di Cruzeiro do Sul

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diocesi di Cruzeiro do Sul
Dioecesis Crucis Australis
Chiesa latina
Catedral de Nossa Senhora da Glória.jpg
Suffraganea dell' arcidiocesi di Manaus
Regione ecclesiastica Norte 1
Vescovo Mosè João Pontelo, C.S.Sp.
Vescovi emeriti Luís Herbst, C.S.Sp.
Sacerdoti 23 di cui 11 secolari e 12 regolari
7.867 battezzati per sacerdote
Religiosi 23 uomini, 91 donne
Abitanti 241.279
Battezzati 180.959 (75,0% del totale)
Superficie 130.000 km² in Brasile
Parrocchie 12
Erezione 22 maggio 1931
Rito romano
Indirizzo Praça da Glória 185, 69980-000 Cruzeiro do Sul, AC, Brazil
Sito web www.diocesecruzeirodosul.org
Dati dall'Annuario Pontificio 2007 * *
Chiesa cattolica in Brasile

La diocesi di Cruzeiro do Sul (in latino: Dioecesis Crucis Australis) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Manaus[1][2][3] appartenente alla regione ecclesiastica Norte 1. Nel 2006 contava 180.959 battezzati su 241.279 abitanti. È attualmente retta dal vescovo Mosè João Pontelo, C.S.Sp.

Territorio[modifica | modifica sorgente]

La diocesi comprende otto comuni dello stato brasiliano di Acre (Cruzeiro do Sul, Feijó, Jordão, Mâncio Lima, Marechal Thaumaturgo, Porto Walter, Rodrigues Alves e Tarauacá) e tre comuni dello stato di Amazonas (Eirunepé, Envira e Guajará).

Sede vescovile è la città di Cruzeiro do Sul, dove si trova la cattedrale di Nostra Signora della Gloria.

Il territorio è suddiviso in 12 parrocchie.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La prelatura territoriale di Juruá fu eretta il 22 maggio 1931 con la bolla Munus regendi di papa Pio XI, ricavandone il territorio dalla prefettura apostolica di Tefé (oggi prelatura territoriale).

Il 25 giugno 1987 in forza della bolla Cum praelatura di papa Giovanni Paolo II, la prelatura territoriale di Juruá è stata elevata a diocesi e ha assunto il nome attuale.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica sorgente]

  • Heinrich Ritter, C.S.Sp. † (6 settembre 1935 - 19 luglio 1942 deceduto)
  • Henrique Klein, C.S.Sp. † (1942 - 1947 deceduto)
  • José Hascher, C.S.Sp. † (22 marzo 1947 - 25 febbraio 1967 ritirato)
  • Heinrich Rüth, C.S.Sp. † (7 febbraio 1967 succeduto - 7 dicembre 1988 ritirato)
  • Luís Herbst, C.S.Sp. (7 dicembre 1988 succeduto - 3 gennaio 2001 ritirato)
  • Mosè João Pontelo, C.S.Sp., succeduto il 3 gennaio 2001

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

La diocesi al termine dell'anno 2006 su una popolazione di 241.279 persone contava 180.959 battezzati, corrispondenti al 75,0% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 75.000 78.000 96,2 11 11 6.818 14 2 6
1964 99.370  ?  ? 19 3 16 5.230 16 20 6
1970 113.000 115.000 98,3 19 2 17 5.947 21 21 10
1976 118.250 120.000 98,5 22 3 19 5.375 26 41 11
1980 137.000 140.000 97,9 21 2 19 6.523 27 62 12
1990 135.000 146.000 92,5 23 7 16 5.869 26 95 12
1999 155.000 169.000 91,7 25 10 15 6.200 35 85 12
2000 160.000 180.000 88,9 25 10 15 6.400 35 85 12
2001 161.600 182.000 88,8 22 10 12 7.345 18 85 12
2003 170.060 226.748 75,0 22 10 12 7.730 23 74 12
2004 170.625 227.500 75,0 23 10 13 7.418 28 67 12
2006 180.959 241.279 75,0 23 11 12 7.867 23 91 12

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (LA) Bolla Cum praelatura
  2. ^ (PT) A valorização do apostolado dos leigos no exercício comum
  3. ^ Secondo il sito della diocesi invece sarebbe suffraganea dell'arcidiocesi di Porto Velho

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi