Diocesi di Civitavecchia-Tarquinia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diocesi di Civitavecchia-Tarquinia
Dioecesis Centumcellarum-Tarquiniensis
Chiesa latina
Cattedrale civitavecchia-1.jpg
Regione ecclesiastica Lazio
Vescovo Luigi Marrucci
Vescovi emeriti Girolamo Grillo
Sacerdoti 68 di cui 47 secolari e 21 regolari
1.216 battezzati per sacerdote
Religiosi 23 uomini, 157 donne
Diaconi 9 permanenti
Abitanti 85.746
Battezzati 82.752 (96,5% del totale)
Superficie 876 km² in Italia
Parrocchie 26
Erezione IV secolo (Civitavecchia)
5 dicembre 1435 (Tarquinia)
in plena unione dal 30 settembre 1986
Rito romano
Cattedrale San Francesco d'Assisi
Concattedrali Santi Margherita e Martino
Indirizzo Piazza Vittorio Emanuele 21, 00053 Civitavecchia [Roma], Italia
Sito web www.civitavecchia.chiesacattolica.it
Dati dall'Annuario Pontificio 2005 * *
Chiesa cattolica in Italia

La diocesi di Civitavecchia-Tarquinia (in latino: Dioecesis Centumcellarum-Tarquiniensis) è una sede della Chiesa cattolica immediatamente soggetta alla Santa Sede, appartenente alla regione ecclesiastica Lazio. Nel 2006 contava 82.752 battezzati su 85.746 abitanti. È attualmente retta dal vescovo Luigi Marrucci.

Territorio[modifica | modifica sorgente]

Il territorio si estende su 876 km² e comprende 26 parrocchie a cavallo di due province: Roma e Viterbo, nel Lazio.

Sede vescovile è la città di Civitavecchia, dove si trova la cattedrale di San Francesco d'Assisi. A Tarquinia sorge la concattedrale dei Santi Margherita e Martino.

Il territorio è suddiviso in 26 parrocchie.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Diocesi di Tarquinia[modifica | modifica sorgente]

Tarquinia fu un'antica sede episcopale risalente almeno al V secolo. Di essa si conoscono tre vescovi: Apuleio, che partecipò al sinodo romano del 465; Proiettizio, presente ad un altro sino del 487; e Luciano, che presenziò al sinodo indetto da papa Simmaco nel 499. In seguito la città cadde in rovina e con essa scomparve anche la diocesi.

Nel IX secolo Tarquinia era una semplice parrocchia di campagna (plebs Sanctae Mariae in Tarquinio) dipendente dal vescovo di Toscanella (Tuscania).[1]

La diocesi di Corneto (città sorta nei pressi dell'antica Tarquinia) fu eretta il 5 dicembre 1435 con la bolla In supremae dignitatis di papa Eugenio IV, ricavandone il territorio dalla diocesi di Viterbo e Tuscania. La diocesi, comprensiva della sola città di Corneto, fu unita alla diocesi di Montefiascone, benché i territori delle due diocesi non fossero contigui.

Con la peste del 1504 incominciò per Corneto un lungo periodo di declino e nei due secoli successivi la città ebbe un notevole calo demografico.

Nel 1710 furono scoperte a Corneto le reliquie di Santa Ferma, protettrice di Civitavecchia; il 25 marzo 1713 vennero solennemente esposte alla pubblica venerazione e poi tumulate nella cattedrale cornetana.

Nel Settecento Corneto vide la presenza di santa Lucia Filippini e di san Paolo della Croce che vi fondo l'eremo ed il convento delle Passioniste (1759 e 1771).

Diocesi di Civitavecchia[modifica | modifica sorgente]

La diocesi di Civitavecchia (Centumcellae) fu eretta prima del IV secolo, secolo del quale si conoscono i suoi primi vescovi. Secondo la tradizione a Centocelle finì i suoi giorni in esilio papa Cornelio nel 253. Nell'XI secolo a Centocelle fu unita la diocesi di Blera, entrambe poi soppresse ed unite sul finire del secolo alla diocesi di Tuscania, che nel 1192 venne a sua volta unita alla diocesi di Viterbo. L'ultimo vescovo a portare il titolo di Centocelle fu Riccardo, praesul Tuscanus, Centumcellicus atque Bledanus.

Il 10 dicembre 1825 l'antichissima sede fu restaurata con la bolla De Dominici gregis di papa Leone XII, ricavandone il territorio dalla diocesi di Viterbo e Tuscania. Contestualmente fu unita a quella di Porto e Santa Rufina.

Diocesi di Civitavecchia-Tarquinia[modifica | modifica sorgente]

Il 14 giugno 1854 papa Pio IX soppresse le precedenti unioni con Montefiascone e con Porto e Santa Rufina, ed unì tra loro aeque principaliter le diocesi di Corneto e di Civitavecchia. In ossequio all'antica successione dei vescovi di Corneto, a questa era concesso il privilegio del primo posto nella nuova denominazione di diocesi di Corneto e Civitavecchia e la precedenza nella cerimonia della presa di possesso. Le diocesi comprendevano anche Tolfa e Allumiere, che erano appartenute alla diocesi di Sutri.

Nel 1872 la città di Corneto assunse l'antico nome di Tarquinia e la diocesi di Corneto cambiò la denominazione in diocesi di Tarquinia.

Il 30 settembre 1986, in forza del decreto Instantibus votis della Congregazione per i Vescovi, l'unione è divenuta piena e la diocesi risultante ha assunto il nome di diocesi di Civitavecchia-Tarquinia.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica sorgente]

Vescovi di Civitavecchia[modifica | modifica sorgente]

  • Epitetto I † (menzionato nel 314)
  • Epitetto II † (menzionato nel 355)
  • Pascasio † (menzionato nel 487)
  • Molensio † (menzionato nel 499)
  • Caroso † (menzionato nel 531)
  • Lorenzo † (prima del 555 - dopo il 560)
  • Domenico I † (prima del 595 - dopo il 609)
  • Martino † (menzionato nel 649)
  • Pietro I † (menzionato nell'826)
  • Domenico II † (prima dell'854 - dopo l'861)
  • Valentino † (circa 940)
  • Pietro II † (menzionato nel 1015)
  • Azzo † (menzionato nel 1037)
  • Riccardo † (menzionato nel 1093)

Vescovi di Tarquinia[modifica | modifica sorgente]

  • Apuleio † (menzionato nel 465)
  • Proiettizio † (menzionato nel 487)
  • Luciano † (menzionato nel 499)
    • Sede soppressa
    • Sede restaurata con il nome di Corneto ed unita a Montefiascone (1435-1854)

Vescovi di Montefiascone e Corneto[modifica | modifica sorgente]

Vescovi di Corneto (Tarquinia) e Civitavecchia[modifica | modifica sorgente]

  • Camillo Bisleti † (23 giugno 1854 - 28 giugno 1868 deceduto)
  • Francesco Gandolfi † (24 settembre 1868 - 24 gennaio 1882 nominato vescovo titolare di Doliche)
  • Angelo Rossi † (24 gennaio 1882 - 14 ottobre 1906 deceduto)
  • Giovanni Beda Cardinale, O.S.B. † (1º maggio 1907 - 3 febbraio 1910 nominato vescovo titolare di Laodicea di Frigia)
  • Pacifico Fiorani † (10 marzo 1910 - 12 maggio 1917 nominato vescovo di Osimo e Cingoli)
  • Luca Piergiovanni † (10 novembre 1917 - 21 settembre 1925 deceduto)
  • Emilio Cottafavi † (7 maggio 1926 - 7 aprile 1931 deceduto)
  • Luigi Drago † (3 marzo 1932 - 4 novembre 1944 deceduto)
  • Giulio Bianconi † (25 luglio 1945 - 11 settembre 1976 ritirato)
  • Antonio Mazza † (11 settembre 1976 - 20 agosto 1983 nominato vescovo di Piacenza)
  • Girolamo Grillo (20 dicembre 1983 - 30 settembre 1986 nominato vescovo di Civitavecchia-Tarquinia)

Vescovi di Civitavecchia-Tarquinia[modifica | modifica sorgente]

Parrocchie[modifica | modifica sorgente]

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

La diocesi al termine dell'anno 2006 su una popolazione di 85.746 persone contava 82.752 battezzati, corrispondenti al 96,5% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1949 66.949 66.949 100,0 23 22 1 2.910 30 206 12
1969 76.098 77.008 98,8 76 41 35 1.001 39 280 23
1980 78.000 78.700 99,1 77 36 41 1.012 46 235 28
1990 85.000 88.000 96,6 62 35 27 1.370 4 28 187 25
1999 136.000 151.100 90,0 78 49 29 1.743 5 35 190 25
2000 136.000 151.100 90,0 76 46 30 1.789 6 35 170 25
2001 130.000 140.000 92,9 66 44 22 1.969 7 26 167 25
2002 82.000 85.000 96,5 70 44 26 1.171 7 31 170 26
2003 82.000 85.000 96,5 77 49 28 1.064 10 40 158 26
2004 82.000 85.000 96,5 68 48 20 1.205 10 22 163 26
2006 82.752 85.746 96,5 68 47 21 1.216 9 23 157 26

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Louis Duchesne, Le sedi episcopali nell'antico ducato di Roma, in Archivio della romana società di storia patria, Volume XV, Roma 1892, p. 486.
  2. ^ Trasferito dalla diocesi di Orte a quella di Montefiascone e Corneto, rinunciò al trasferimento e rimase a Orte.
  3. ^ Eubel riporta l'anno 1501.

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Per la sede di Civitavecchia[modifica | modifica sorgente]

Per la sede di Corneto/Tarquinia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi