Diocesi di Cattaro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diocesi di Cattaro
Dioecesis Catharensis
Chiesa latina
Saint Tryphon.jpg
Suffraganea dell' arcidiocesi di Spalato-Macarsca
Collocazione geografica
Collocazione geografica della diocesi
Vescovo Ilija Janjić
Sacerdoti 14 di cui 12 secolari e 2 regolari
714 battezzati per sacerdote
Religiosi 2 uomini, 34 donne
Abitanti 50.000
Battezzati 10.000 (20,0% del totale)
Superficie 674 km² in Montenegro
Parrocchie 28 (4 vicariati)
Erezione V-VI secolo
Rito romano
Cattedrale San Trifone
Santi patroni San Trifone martire
(10 novembre)
Indirizzo Stari grad br. 336, 85330 Kotor, Crna Gora
Sito web www.kotorskabiskupija.net
Dati dall'Annuario Pontificio 2005 * *
Chiesa cattolica in Montenegro
L'ex cattedrale della diocesi di Budua.

La diocesi di Cattaro (in latino: Dioecesis Catharensis) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Spalato-Macarsca. Nel 2004 contava 10.000 battezzati su 50.000 abitanti. È attualmente retta dal vescovo Ilija Janjić.

Territorio[modifica | modifica sorgente]

La diocesi comprende la zona costiera settentrionale del Montenegro (contrassegnata in blu nella mappa a destra).

Sede vescovile è la città di Cattaro, dove si trova la cattedrale di San Trifone. Nel territorio diocesano si trova anche la chiesa di San Giovanni, antica cattedrale della diocesi di Budua.

Il territorio si estende su 674 km² ed è suddiviso in 4 decanati e 28 parrocchie.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La diocesi di Cattaro fu eretta attorno al V-VI secolo. In origine era suffraganea dell'arcidiocesi di Spalato, ma nell'XI secolo fu per breve periodo suffraganea dell'arcidiocesi di Antivari.

Attorno al XV secolo, Cattaro incorporò il territorio della soppressa diocesi di Risano.

All'inizio del XVIII secolo fu suffraganea dell'arcidiocesi di Bari (oggi arcidiocesi di Bari-Bitonto).

Il 30 giugno 1828 con la bolla Locum Beati Petri di papa Leone XII divenne suffraganea dell'arcidiocesi di Zara. La bolla entrerà in vigore nel 1830.

Il 27 luglio 1969 è stata ristabilita la provincia ecclesiastica di Spalato-Macarsca, di cui Cattaro è divenuta suffraganea.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica sorgente]

  • Anonimo † (menzionato nell'877)
  • Anonimo † (menzionato nel 1033)
  • Grimaldo † (menzionato nel 1090)
  • Ursacio † (menzionato nel 1124)
  • Niceforo I † (prima del 1141 - dopo il 1153)
  • Malone † (1154 - dopo il 1166)
  • Niceforo II † (circa 1170 - 1178 deceduto)
  • Mario † (1179 - ?)
  • Buschio † (prima del 1181 - dopo il 1191)
  • Michele † (circa 1200 - ?)
  • Bergio (o Sergio) † (menzionato nel 1205)
  • Biagio † (prima del 1220 - dopo il 1239)
  • Deodato † (menzionato nel 1247)
  • Centiberio † (prima del 1249 - 1255 deceduto)
  • Marco (o Mario) † (circa 1260 - dopo il 1271)
  • Doimo I † (1280 - circa 1328 deceduto)
  • Sergio I † (10 ottobre 1328 - 15 aprile 1331 nominato vescovo di Pola)
  • Raimondo Agonti de Clareto, O.Carm. † (15 aprile 1331 - 17 agosto 1334 nominato vescovo di Venosa)
  • Tommaso da Ripatransone, O.P. † (17 agosto 1334 - 1343 dimesso)
  • Sergio II † (27 ottobre 1343 - ? deceduto)
  • Bartolomeo † (14 luglio 1348 - 30 gennaio 1349 nominato vescovo di Traù)
  • Adamo † (24 luglio 1349 - circa 1352 deceduto)
  • Doimo II, O.F.M. † (25 ottobre 1352 - circa 1368 deceduto)
  • Bernardo I † (29 aprile 1374 - ?)
  • Giovanni † (1375 - ?)
  • Bartolomeo Vanni, O.E.S.A. † (1388 - 5 febbraio 1395 nominato vescovo di Calvi)
  • Nicola Drago † (menzionato nel 1397 ?)
  • Dionigi † (1400 - ? deceduto)
  • Antonio da Bitonto, O.S.B. † (10 febbraio 1410 - circa 1421 deceduto)
  • Raimondo da Viterbo, O.F.M. † (13 agosto 1421 - ? deceduto)
  • Francesco Pavoni † (2 ottobre 1422 - 14 maggio 1425 nominato vescovo di Argo)
  • Secondo Nani † (14 maggio 1425 - 1428/1429 deceduto)
  • Martino Contarini † (10 luglio 1430 - 19 novembre 1453 nominato vescovo di Treviso)
  • Bernardo da Venezia † (21 novembre 1453 - 1457 deceduto)
  • Angelo Fasolo † (16 febbraio 1457 - 7 novembre 1459 nominato vescovo di Modone)
  • Marco Negro † (7 novembre 1459 - 29 marzo 1471 nominato vescovo di Ossero)
  • Antonio di Pago † (29 marzo 1471 - ?)
  • Pietro Bruto † (circa 1471 - 1493 deceduto)
  • Giovanni Chericato † (16 agosto 1493 - 1514 deceduto)
  • Trifone Bisanti † (2 maggio 1514 - 1540 deceduto)
  • Luca Bisanti † (1540 succeduto - 1565 dimesso)
  • Paolo Bisanti † (12 ottobre 1565 - 1575 dimesso)
  • Franjo Župan, O.F.M.Conv. † (21 novembre 1578 - 1581 deceduto)
  • Girolamo Bucchia † (20 ottobre 1581 - 1603 deceduto)
  • Angelo Baroni, O.P. † (11 febbraio 1604 - 31 agosto 1611 nominato vescovo di Chioggia)
  • Girolamo Rusca, O.P. † (5 dicembre 1611 - 29 aprile 1620 nominato vescovo di Capodistria)
  • Giuseppe Pamphili † (15 giugno 1620 - 1622 deceduto)
  • Vincenzo Bucchia (Buschio) † (5 dicembre 1622 - 1655 deceduto)
  • Ivan Antun Zboronac † (24 luglio 1656 - 1688 dimesso)
  • Marino Drago † (31 maggio 1688 - 3 ottobre 1708 nominato vescovo di Curzola)
  • Franjo Parčić, O.P. † (6 maggio 1709 - maggio 1715 deceduto)
  • Simeone Gritti † (30 marzo 1716 - 8 giugno 1718 nominato vescovo di Ferentino)
  • Giacinto Zanobetti, O.P. † (27 giugno 1718 - 10 agosto 1742 deceduto)
  • Vincenzo Drago † (15 luglio 1743 - 2 agosto 1744 deceduto)
  • Giovanni Antonio Castelli † (7 settembre 1744 - 29 maggio 1761 dimesso)
  • Stefano dell'Oglio † (19 aprile 1762 - 24 giugno 1788 deceduto)
  • Giovanni Martino Bernardoni Baccolo † (30 marzo 1789 - 5 giugno 1793 dimesso)
  • Michele Spalatin † (12 settembre 1794 - 27 giugno 1796 nominato vescovo di Sebenico)
  • Francesco Pietro Raccamarich † (27 giugno 1796 - 20 luglio 1801 nominato vescovo di Ossero)
  • Marc'Antonio Gregorina † (28 settembre 1801 - 9 giugno 1815 deceduto)
  • Stefano Paulovich-Lucich † (28 gennaio 1828 - 2 marzo 1853 deceduto)
  • Vincenzo Zubranić † (7 aprile 1854 - 19 giugno 1856 nominato vescovo di Ragusa)
  • Marco Calogerà † (19 giugno 1856 - 29 ottobre 1866 nominato vescovo di Spalato e Macarsca)
  • Juraj Markić † (22 giugno 1868 - 3 gennaio 1879 deceduto)
  • Casimiro Forlani † (12 maggio 1879 - 3 agosto 1887 deceduto)
  • Trifon Radoničić † (1º giugno 1888 - prima del 18 marzo 1895 deceduto)
    • Josip Grgur Marčelić † (16 gennaio 1893 - 18 maggio 1894 nominato vescovo di Ragusa) (amministratore apostolico)
  • Francesco Uccellini † (18 marzo 1895 - 1º giugno 1937 deceduto)
  • Pavao Butorac † (5 gennaio 1938 - 25 settembre 1950 nominato vescovo di Ragusa di Dalmazia)
    • Sede vacante (1950-1981)
  • Marko Perić † (29 aprile 1981 - 5 giugno 1983 deceduto)
  • Ivo Gugić † (22 novembre 1983 - 11 marzo 1996 ritirato)
  • Ilija Janjić, dall'11 marzo 1996

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

La diocesi al termine dell'anno 2004 su una popolazione di 50.000 persone contava 10.000 battezzati, corrispondenti al 20,0% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950  ?  ?  ? 24 20 4  ? 2 35 30
1970  ? 40.000  ? 23 19 4  ? 8 88 21
1980 11.000 40.500 27,2 25 22 3 440 4 95 28
1990 12.550 47.600 26,4 21 16 5 597 5 20 29
1999 10.000 90.000 11,1 124 122 2 80 2 38 28
2000 10.000 90.000 11,1 13 11 2 769 2 37 28
2001 10.000 70.000 14,3 15 12 3 666 3 37 28
2002 10.000 50.000 20,0 15 13 2 666 2 29 28
2003 10.000 50.000 20,0 13 11 2 769 2 28 28
2004 10.000 50.000 20,0 14 12 2 714 2 34 28

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]