Diocesi di Łomża

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diocesi di Łomża
Dioecesis Lomzensis
Chiesa latina
PL Łomża cathedral.JPG
Suffraganea dell' arcidiocesi di Białystok
  Lomza Diecezja lomzynska.png
Vescovo Janusz Stepnowski
Ausiliari Tadeusz Bronakowski
Vescovi emeriti Stanisław Stefanek, S.Chr.
Sacerdoti 476 di cui 453 secolari e 23 regolari
1.191 battezzati per sacerdote
Religiosi 32 uomini, 181 donne
Abitanti 573.647
Battezzati 567.035 (98,8% del totale)
Superficie 11.500 km² in Polonia
Parrocchie 179
Erezione 16 marzo 1799
Rito romano
Indirizzo ul. Sadowa 3, 18-400 Łomża, Polska
Sito web www.kuria.lomza.pl
Dati dall'Annuario Pontificio 2005 * *
Chiesa cattolica in Polonia
Chiesa e monastero dei camaldolesi a Wigry, già cattedrale e sede della curia diocesana dal 1799 al 1818
Chiesa e monastero dei domenicani a Sejny, già cattedrale e sede della curia diocesana dal 1818 al 1925
Palazzo episcopale a Łomża

La diocesi di Łomża (in latino: Dioecesis Lomzensis) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Białystok. Nel 2004 contava 567.035 battezzati su 573.647 abitanti. È attualmente retta dal vescovo Janusz Stepnowski.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi comprende la parte occidentale del Voivodato della Podlachia.

Sede vescovile è la città di Łomża, dove si trova la cattedrale di San Michele arcangelo.

Il territorio è suddiviso in 24 decanati e in 179 parrocchie.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi di Wigry fu eretta da papa Pio VI con la bolla Saepe factum est del 16 marzo 1799, ricavandone il territorio dall'arcidiocesi di Vilnius (90 parrocchie), dalla diocesi di Luc'k (44 parrocchie) e dalla diocesi di Samogizia (oggi arcidiocesi di Kaunas, 15 parrocchie). La sede vescovile si trovava nel villaggio di Wigry, tra Suwałki e Sejny.

Assunse il nome di diocesi di Sejny il 30 giugno 1818 per effetto della bolla Ex imposita nobis di papa Pio VII, con cui i confini diocesani venivano adattati ai confini politici stabiliti dal Congresso di Vienna e pertanto al territorio diocesano vennero aggiunti tre decanati che erano appartenuti alla diocesi di Płock. La sede vescovile fu traslata a Sejny.

Il 20 luglio 1821 per effetto della bolla Sedium episcopalium di papa Pio VII la sede fu traslata ad Augustów e la diocesi assunse il nome di diocesi di Augustów.

Nel 1921 cedette la porzione della diocesi che si era venuta a trovare in territorio lituano alla diocesi di Samogizia.

Il 28 ottobre 1925 con la bolla Vixdum Poloniae unitas di papa Pio XI la diocesi si è ampliata, includendo nel proprio territorio altri tre decanati già appartenuti alla diocesi di Płock e contestualmente ha assunto il nome attuale, per il trasferimento della sede episcopale da Augustów, che dopo le cessioni del 1921 venne a trovarsi ai margini orientali della diocesi, a Łomża. Originariamente la diocesi era suffraganea dell'arcidiocesi di Vilnius.

Dopo le variazioni dei confini seguite alla Seconda guerra mondiale un decanato della diocesi si trovò in territorio bielorusso e il 13 aprile 1991 è stato definitivamente ceduto alla diocesi di Hrodna.

Ulteriori variazioni territoriali sono state stabilite da papa Giovanni Paolo II con la bolla Totus tuus Poloniae populus del 25 marzo 1992, che ha reso la diocesi suffraganea dell'arcidiocesi di Białystok.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

  • Michał Franciszek Karpowicz † (28 marzo 1799 - 5 novembre 1803 deceduto)
  • Jan Klemens Gołaszewski † (1805 - 8 marzo 1820 deceduto)
  • Ignacy Stanisław Czyżewski † (29 maggio 1820 - 11 dicembre 1823 deceduto)
  • Mikołaj Jan Manugiewicz † (19 dicembre 1825 - 25 giugno 1834 deceduto)
  • Paweł Straszyński † (21 novembre 1836 - 20 giugno 1847 deceduto)
  • Konstanty Ireneusz Łubieński † (21 maggio 1862 - 16 giugno 1869 deceduto)
  • Piotr Paweł Wierzhowski † (23 febbraio 1872 - 1º luglio 1893 deceduto)
  • Antoni Baranowski † (21 luglio 1897 - 26 novembre 1902 deceduto)
  • Antoni Karaś † (7 aprile 1910 - 5 aprile 1926 nominato vescovo di Vilkaviškis)
  • Romuald Jałbrzykowski † (14 dicembre 1925 - 24 giugno 1926 nominato arcivescovo di Vilnius)
  • Stanisław Kostka Łukomski † (24 giugno 1926 - 28 ottobre 1948 deceduto)
  • Czesław Falkowski † (24 febbraio 1949 - 25 agosto 1969 deceduto)
  • Mikołaj Sasinowski † (19 marzo 1970 - 6 settembre 1982 deceduto)
  • Juliusz Paetz (20 dicembre 1982 - 11 aprile 1996 nominato arcivescovo di Poznań)
  • Stanisław Stefanek, S.Chr. (26 ottobre 1996 - 11 novembre 2011 ritirato)
  • Janusz Stepnowski, dall'11 novembre 2011

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi al termine dell'anno 2004 su una popolazione di 573.647 persone contava 567.035 battezzati, corrispondenti al 98,8% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 558.724 600.000 93,1 235 229 6 2.377 13 110 136
1970 570.000 580.000 98,3 325 317 8 1.753 25 190 136
1980 605.000 637.000 95,0 352 335 17 1.718 24 200 142
1990 628.000 637.000 98,6 410 382 28 1.531 35 220 164
1999 578.066 587.173 98,4 433 415 18 1.335 27 190 169
2000 574.656 581.172 98,9 449 430 19 1.279 27 190 174
2001 574.387 580.723 98,9 460 439 21 1.248 29 183 176
2002 576.197 583.387 98,8 460 438 22 1.252 30 182 177
2003 570.403 579.280 98,5 465 444 21 1.226 30 182 177
2004 567.035 573.647 98,8 476 453 23 1.191 32 181 179

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi