Dinastia Sangama

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Impero di Vijayanagara
Dinastia Sangama
Harihara Raya I 1336-1356
Bukka Raya I 1356-1377
Harihara Raya II 1377-1404
Virupaksha Raya 1404-1405
Bukka Raya II 1405-1406
Deva Raya I 1406-1422
Ramachandra Raya 1422
Vira Vijaya Bukka Raya 1422-1424
Deva Raya II 1424-1446
Mallikarjuna Raya 1446-1465
Virupaksha Raya II 1465-1485
Praudha Raya 1485
Dinastia Saluva
Saluva Narasimha Deva Raya 1485-1491
Thimma Bhupala 1491
Narasimha Raya II 1491-1505
Dinastia Tuluva
Tuluva Narasa Nayaka 1491-1503
Viranarasimha Raya 1503-1509
Krishna Deva Raya 1509-1529
Achyuta Deva Raya 1529-1542
Sadasiva Raya 1542-1570
Dinastia Aravidu
Aliya Rama Raya 1542-1565
Tirumala Deva Raya 1565-1572
Sriranga I 1572-1586
Venkata II 1586-1614
Sriranga II 1614-1614
Rama Deva Raya 1617-1632
Venkata III 1632-1642
Sriranga III 1642-1646

La dinastia Sangama fu la prima dinastia imperiale dell’Impero Vijayanagara, localizzato nell’India meridionale.

Fondazione e storia[modifica | modifica sorgente]

La dinastia Sangama venne fondata da Harihara I e suo fratello Bukka Raya I, anche se non vi è pieno accordo sulle teorie di come la dinastia sia stata veramente fondata. Una teoria afferma che i due fratelli fossero nati all’interno del clan Kuruba e fossero stati comandanti dell’esercito del re di Warangal. In seguito alla sconfitta del re per mano di da Muhammad bin Tughlaq, Bukka e Hatihara vennero catturati e inviati a Delhi dove furono costretti a seguire l'Islam. Tuttavia riuscirono a fuggire e a fondare l'Impero Vijayanagara con ispirazione indù e sotto l'influenza del bramino Vidyaranya. Un’altra teoria sostiene che i fratelli fossero invece in rapporto con l’Impero Hoysala e che fossero nati nel territorio del Karnataka nelle vicinanze di Hampi e in seguito fossero diventati i successori dell’Hoysala stesso. Harihara, il primo imperatore, estese i territori del Vijayanagara da Kaveri a fiume Krishna, anche se fu costantemente in conflitto con il sultanato di Bahamani. Successivamente Salì al trono il fratello Bukka, che continuò l’opera di conquista impossessandosi di quasi tutta l'India meridionale. Sconfisse il Regno di Arcot e i Reddis di Kondavidu, riuscì ad annettere Goa e conquistare il regno di Orissa, costringendo Ceylon e Malabar a pagare tributi all'impero.

Successori[modifica | modifica sorgente]

Il successore di Bukka, Harihara Raya II, continuò la campagna attraverso l'India meridionale e riuscì a prendere il controllo della costa dell’Andhra Pradesh tra Nellore e Kalinga e conquistare le aree di Addanki e Srisailam così come la maggior parte del territorio a sud del fiume Krishna. Harihara II riuscì a conquistare molti porti indiani come Goa, Chaul, e Dabhol.

Alla morte di Harihara II il trono venne conteso tra Virupaksha Raya, Bukka Raya II, e Deva Raya I. Deva Raya in un primo momento riuscì ad impossessarsi del potere, ma il suo regno fu breve e l’instabilità della politica interna avvantaggiò i nemici dell’Impero. Il Vijayanagara perse importanti territori. La situazione fu critica fino a quando salì al trono Deva Raya II, che diede corso al secolo d'oro della dinastia Sangama. Sotto il suo governo, l'impero riuscì a riconquistare i territori perduti e ad estendere il proprio dominio su tutta l'India meridionale. Tuttavia i successori di Deva Raya II, si dimostrarono incompetente e portarono alla distruzione della dinastia con i Regni Bahamani che invasero continuamente l’Impero Vijayanagara annettendo parte del territorio.

India Portale India: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di India