Dimităr Stančov

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Dimităr Stančov

Primo ministro della Bulgaria
ad interim
Durata mandato 12 marzo 1907 –
16 marzo 1907
Capo di Stato Ferdinando I
Predecessore Dimităr Petkov
Successore Petăr Gudev

Dati generali
Partito politico Partito comunista

Dimitǎr Janev Stančov, in bulgaro: Димитър Янев Станчов (Svištov, 21 maggio 1863Sofia, 23 marzo 1940), è stato un diplomatico e politico bulgaro che ricoprì l'incarico di primo ministro ad interim del principato di Bulgaria dal 12 al 16 marzo 1907 in seguito all'assassinio di Dimităr Petkov..

Stančov servì anche come ministro degli esteri in due gabinetti, così come ambasciatore nel Regno Unito (1908 e 1920-1921), in Francia (1908-1915), in Belgio (1910-1915 e 1922-1924), in Italia (1915) e nei Paesi Bassi (1922-1924). Fu un attivo sostenitore della non-entrata in guerra della Bulgaria allo scoppio del primo conflitto mondiale, motivo per cui fu temporaneamente rimosso dal suo incarico. Nel 1919, dopo la sconfitta bulgara, fu il segretario della delegazione bulgara che firmò il trattato di Neuilly. Si dimise poi dai suoi incarichi diplomatici nel 1924 in seguito al disaccordo con le politiche di destra del governo di Aleksandăr Cankov.

Dal 1925 al 1929 fu presidente del comitato olimpico bulgaro.

Stančov si sposò con Anna de Grenaud nel 1889. Una dei cinque figli della coppia, Nadežda Stančova, divenne in seguito la prima donna bulgara a ricoprire un incarico diplomatico tra gli anni dieci e gli anni venti.

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 16457953