Difensori (Irlanda)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

I Difensori (Cosantóirí) erano dei vigilanti segreti della società agricola nell'Irlanda del XVIII secolo, soprattutto tra i cattolici dell'Ulster. Furono anche alleati con gli Irlandesi Uniti, ma fecero poco durante la ribellione del 1798.

Origini[modifica | modifica wikitesto]

I difensori nascono nella contea di Armagh nell'Ulster nel 1784, per proteggere i cattolici dagli attacchi da parte dell'associazione protestante dei "Peep O'Day Boys". Conflitti settari scoppiarono quando i cattolici entrarono nel commercio di produzione del lino e furono incolpati di aver causato la flessione del mercato, anche se la vera causa era la crescente industrializzazione del settore. La violenza continuò fino alla battaglia di Diamond nel 1795 che vide vittoriosa l'associazione dei "Peep O'Day Boys". Questa vittoria segnò anche la nascita dell'Ordine di Orange e l'inizio di una campagna di pulizia etnica nell'Ulster centrale che provocò l'emigrazione di migliaia di cattolici nel Connaught e Leinster, e in molti casi con loro, emigrarono anche militanti dell'organizzazione dei difensori.

I tumulti di Forkhill[modifica | modifica wikitesto]

Per qualche tempo la violenza dei difensori nel sud di Armagh fu molta. L'episodio più famoso è il massacro di una famiglia nel piccolo villaggio di Forkhill. Nel Gennaio del 1791, il signor Barclay, suo fratello e la moglie vennero strangolati. La tensione era aumentata nella zona quando si cominciò a non permettere ai cattolici di acquistare terre o di rinnovare i loro contratti di locazione. Barclay era protestante e si era rifiutato di far parlare i bambini in lingua gaelica ma solo in inglese e a dire solo preghiere protestanti.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Thomas Bartlett, Kevin Dawson, Daire Keogh, Rebellion, Dublino, 1998.
  • (EN) Liam Kelly, A Flame now Quenched: Rebels and Frenchmen in Leitrim 1793-98, Dublino, 1998.
  • (EN) David Miller, Peep O' Day Boys and Defenders, Belfast, 1990.