Dieseling

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'effetto dieseling (o semplicemente dieseling) avviene quando un motore a combustione interna continua a funzionare per un breve periodo dopo lo spegnimento, a causa dell'accensione spontanea del carburante.

Il dieseling è così chiamato perché il carburante si accende spontaneamente, come nei motori Diesel, senza che la candela scocchi una scintilla.

Tuttavia, l'accensione non è causata dalla compressione del carburante nel cilindro come nei Diesel, bensì dall'alta temperatura del cilindro stesso.

Differenze[modifica | modifica wikitesto]

Nei motori a carburatore, il carburante entra nella camera di combustione a causa della differenza di pressione stante tra la camera stessa ed il collettore d'aspirazione; spesso tale depressione viene amplificata dall'azione di apposite pompe a vuoto. Quando il veicolo viene spento, nonostante le pompe smettano di funzionare il vuoto nel collettore è sufficiente a richiamare abbastanza benzina per alimentare il motore per qualche altro secondo al regime di minimo.

Nei motori ad iniezione elettronica invece, gli iniettori smettono immediatamente di erogare carburante quando il veicolo viene spento, dunque il fenomeno del dieseling è molto ridotto. Tuttavia, a causa di un malfunzionamento un iniettore può comunque rilasciare una piccola quantità di carburante, sufficiente ad alimentare il motore per qualche attimo.

Nei motori Diesel invece, il dieseling avviene a causa di una scarsa tenuta delle fasce elastiche, spesso dovuta all'eccessiva temperatura o all'usura. In tali casi, si ha un passaggio di vapori d'olio dalla coppa al cilindro (blow-by), che s'accendono a causa delle elevate temperature.

Potenziali cause[modifica | modifica wikitesto]

Il dieseling può avvenire per varie ragioni:

  • Carburazione troppo grassa, con conseguente accumulo di benzina incombusta
  • Grado termico della candela troppo basso
  • Fasatura d'accensione errata
  • Se il minimo è eccessivamente alto, la velocità angolare dell'albero può essere tale da fargli effettuare per inerzia altri cicli completi anche dopo lo spegnimento del veicolo
  • Carburazione troppo magra, il che comporta un minimo troppo alto (vedi sopra)