Diego da Silva Costa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diego Costa
Diego costa Chelsea.JPG
Diego Costa con la maglia del Chelsea.
Dati biografici
Nome Diego da Silva Costa
Nazionalità Brasile Brasile
Spagna Spagna (dal 2014)
Altezza 188 cm
Peso 81 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Squadra Chelsea Chelsea
Carriera
Giovanili
2004-2006
2006
600px Blu Giallo e Rosso (Diagonale).png Barcelona EP
Braga Braga
Squadre di club1
2006-2007 Penafiel Penafiel 13 (5)
2007 Atletico Madrid Atlético Madrid 0 (0)
2007 Braga Braga 7 (0)
2007-2008 Celta Vigo Celta Vigo 30 (6)
2008-2009 Albacete Albacete 35 (10)
2009-2010 Real Valladolid Real Valladolid 34 (8)
2010-2012 Atletico Madrid Atlético Madrid 28 (6)
2012 Rayo Vallecano Rayo Vallecano 16 (10)
2012-2014 Atletico Madrid Atlético Madrid 66 (37)
2014- Chelsea Chelsea 3 (4)
Nazionale
2013
2014-
Brasile Brasile
Spagna Spagna
2 (0)
4 (0)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 30 agosto 2014

Diego da Silva Costa, noto semplicemente come Diego Costa (Lagarto, 7 ottobre 1988), è un calciatore brasiliano naturalizzato spagnolo, attaccante del Chelsea e della Nazionale spagnola.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Gli inizi in Portogallo[modifica | modifica sorgente]

Diego Costa comincia la sua carriera militando nelle giovanili del Barcelona Esportivo Capela, una piccola squadra brasiliana dello stato di San Paolo.

Il 1º febbraio 2006 firma il suo primo contratto da professionista con lo Sporting Braga, una squadra della massima serie portoghese, dove però non trova spazio. Infatti, nel dicembre 2006, va in prestito al Penafiel, dove colleziona 13 presenze e 5 goal in Segunda Liga.

Durante l'esperienza al Penafiel, firma un contratto con l'Atlético Madrid, che decide di farlo giocare in prestito allo Sporting Braga fino alla conclusione della stagione 2006-2007, con cui riesce a trovare spazio. Esordisce con la maglia del Braga il 28 gennaio 2007 contro il Paços de Ferreira, partita persa per 3-2. Inoltre esordisce nelle coppe europee con due prestazioni degne di nota, firmando anche un goal nella Coppa UEFA 2006-2007 contro il Parma.

I vari prestiti in Spagna[modifica | modifica sorgente]

Diego Costa, con la maglia del Rayo Vallecano, in azione contro il Levante.

Dopo l'esperienza portoghese l'Atlético decide di mandarlo in prestito in Segunda División spagnola, prima al Celta Vigo (durante la stagione 2007-2008) e poi all'Albacete (nella stagione 2008-2009). Nella seconda serie spagnola disputa 65 partite e sigla 15 gol tra Celta Vigo e Albacete.

L'8 luglio 2009 viene preso in prestito dal Real Valladolid durante lo scambio con il portiere Sergio Asenjo.[1] L'esperienza al Real Valladolid si chiude con 36 partite giocate e 9 gol realizzati.

Nell'estate 2010 rientra all'Atletico Madrid e viene confermato nella rosa dei giocatori per la stagione 2010-2011. Il 27 agosto 2010 vince il suo primo titolo, battendo l'Inter per 2-0 nella Supercoppa UEFA 2010, rimanendo però in panchina per tutta la partita. Esordisce in campionato con la maglia dei Colchoneros il 30 agosto 2010 nella vittoria per 4-0 sullo Sporting Gijón: entra al minuto 67 sostituendo Diego Forlán e al minuto 92 serve il passaggio a Simão per la realizzazione del 4-0 finale. Mette a segno il suo primo gol con la nuova maglia il 26 settembre 2010 contro il Real Zaragoza, il suo gol permette di vincere la partita 1-0.[2] Il 21 ottobre 2010 mette a segno il gol del 3-0 finale nella partita della fase a gironi di Europa League contro il Rosenborg.[3] Il 3 aprile 2011 segna una tripletta contro l'Osasuna, la partita viene vinta 3-2.[4] Conclude la sua prima stagione con la maglia dell'Atletico giocando 39 partite nelle quali sigla 8 gol.

Nella seconda stagione con l'Atletico subisce la rottura del legamento crociato che lo tiene fermo fino a gennaio 2012, quando viene ceduto in prestito al Rayo Vallecano, con cui gioca fino a giugno, disputando 16 partite nelle quali segna 10 gol.

Atletico Madrìd[modifica | modifica sorgente]

Diego Costa, con la maglia dell'Atletico Madrid, in azione contro l'Almeria.

Dopo il prestito al Rayo Vallecano, torna a vestire la maglia Rojablanco. Il suo secondo titolo arriva il 31 agosto 2012 ed è nuovamente una Supercoppa UEFA, che l'Atletico vince battendo il Chelsea per 4-1. Anche in questa edizione Diego segue la partita dalla panchina. Torna al gol in Europa League contro l'Hapoel Tel Aviv il 20 settembre 2012. Nella terza giornata di campionato del 26 settembre 2012 realizza il gol del momentaneo 3-2 contro il Real Betis, la partita verrà chiusa 4-2 da Raúl García.

Il 17 maggio 2013, dopo aver messo a segno ben 7 reti nelle partite precedenti della Coppa del Re, mette a segno in finale la sua ottava rete, che lo consacra capocannoniere della competizione. Grazie anche alla sua rete, l'Atletico Madrid si impone sul Real Madrid per 2-1, permettendo ai Colchoneros di alzare la loro decima Coppa del Re e di vincere nuovamente il derbi madrileño dopo tredici anni dall'ultima vittoria, che risaliva al 3-1 del 30 ottobre 1999.[5]

La stagione successiva si apre con 8 vittorie consecutive, nelle quali Costa mette a segno 10 reti, tra cui quella che il 28 settembre 2013 permette all'Atletico di espugnare il Santiago Bernabeu per 1-0, tornando a imporsi sul Real Madrid anche in campionato, e segnando il 200º gol per l'Atlético nella storia del derbi madrileño. Il 22 ottobre 2013 fa il suo esordio in una partita di Champions League in occasione della vittoria, in trasferta, contro l'Austria Vienna; proprio in questa occasione Diego Costa mette a segno la sua prima doppietta in campo internazionale; tali gol, sommati a quello di Raúl García che ha aperto le marcature, siglano il 3-0 finale. [6] Il 17 maggio 2014, grazie al pareggio per 1-1 contro il Barcellona, vince il campionato insieme all'Atletico Madrid.

Chelsea[modifica | modifica sorgente]

Diego Costa con la maglia del Chelsea.

Il 1º luglio 2014 il Chelsea comunica attraverso il proprio sito ufficiale di aver acquistato il giocatore, dopo aver pagato l'intera clausola rescissoria da 40 milioni all'Atletico Madrid.[7][8] Il 18 agosto seguente fa il suo esordio con la nuova maglia, nella vittoria per 3-1 sul campo del Burnley, mettendo a segno anche un gol.[9] Si ripete una settimana più tardi, siglando una rete nella vittoria casalinga 2-0 contro il Leicester City. Il 30 agosto segna la sua prima doppietta contro l'Everton.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Dopo che nel febbraio 2013 si era parlato di una eventuale convocazione nella selezione spagnola,[10] viene convocato dal commissario tecnico del Brasile Scolari per le amichevoli contro Italia e Russia,[11] debuttando coi verdeoro nel primo incontro pareggiato per 2-2 e disputato il 21 marzo.

Nel luglio 2013 Diego Costa ha ottenuto la cittadinanza spagnola,[12] e nel settembre 2013 la Federazione calcistica della Spagna ha richiesto ufficialmente alla FIFA di poter convocare Diego Costa.[13] Il mese successivo Diego Costa ha ufficialmente dichiarato la sua intenzione di giocare per la Nazionale spagnola, suscitando le ire della Federazione brasiliana e del CT Felipe Scolari.[14] Il 29 ottobre 2013 Diego Costa ha firmato un documento nel quale comunica di rinunciare alla Nazionalità brasiliana e quindi di voler giocare per la Spagna.[15] Viene convocato per la prima volta dalla Nazionale iberica in occasione dell'amichevole contro l'Italia il 5 marzo 2014, all'Estadio Vicente Calderón di Madrid, dove gioca tutti i novanta minuti della partita vinta per 1-0.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 30 agosto 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
feb.-giu. 2006 Portogallo Braga PL 0 0 CP+CdL 0+0 0 CU 0 0 - - - 0 0
2006-gen. 2007 Portogallo Penafiel SL 13 5 CP+CdL 0+0 0 - - - - - - 13 5
gen.-giu. 2007 Portogallo Braga PL 7 0 CP+CdL 0+0 0 CU 2 1 - - - 9 1
Totale Braga 7 0 0 0 2 1 9 1
2007-2008 Spagna Celta Vigo SD 30 6 CR 1 0 - - - - - - 31 6
2008-2009 Spagna Albacete SD 35 10 CR 1 0 - - - - - - 36 10
2009-2010 Spagna Real Valladolid PD 34 8 CR 2 1 - - - - - - 36 9
2010-2011 Spagna Atlético Madrid PD 28 6 CR 5 1 UEL 6 1 SU 0 0 39 8
2011-gen. 2012 PD 0 0 CR 0 0 UEL 0 0 - - - 0 0
gen.-giu. 2012 Spagna Rayo Vallecano PD 16 10 CR 0 0 - - - - - - 16 10
2012-2013 Spagna Atlético Madrid PD 31 10 CR 8 8 UEL 5 2 SU 0 0 44 20
2013-2014 PD 35 27 CR 6 1 UCL 9 8 SS 2 0 52 36
Totale Atlético Madrid 94 43 19 10 20 11 2 0 135 64
2014-2015 Inghilterra Chelsea PL 3 4 FACup+CdL 0 0 UCL 0 0 - - - 3 4
Totale carriera 232 86 23 11 22 12 2 0 279 109

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Brasile Brasile
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
21-03-2013 Ginevra Italia Italia 2 – 2 Brasile Brasile Amichevole - Ingresso al 68’ 68’
25-03-2013 Londra Brasile Brasile 1 – 1 Russia Russia Amichevole - Ingresso al 78’ 78’
Totale Presenze 2 Reti 0
Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Spagna Spagna
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
05-03-2014 Madrid Spagna Spagna 1 – 0 Italia Italia Amichevole -
07-06-2014 Landover El Salvador El Salvador 0 – 2 Spagna Spagna Amichevole - Uscita al 74’ 74’
13-06-2014 Salvador Spagna Spagna 1 – 5 Paesi Bassi Paesi Bassi Mondiali 2014 - 1º Turno - Uscita al 62’ 62’
18-06-2014 Rio de Janeiro Spagna Spagna 0 – 2 Cile Cile Mondiali 2014 - 1º Turno - Uscita al 64’ 64’
Totale Presenze 4 Reti 0

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Atlético Madrid: 2012-2013
Atlético Madrid: 2013-2014

Competizioni Internazionali[modifica | modifica sorgente]

Atlético Madrid: 2010, 2012

Individuale[modifica | modifica sorgente]

2012-2013 (8 gol)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (ES) Asenjo ya es el nuevo portero del Atlético, as.com, 8 luglio 2009. URL consultato il 24 agosto 2014.
  2. ^ Atletico Madrid 1 - Real Saragoza 0 transfermarkt.it
  3. ^ Atletico Madrid 3 - Rosenborg transfermarkt.it
  4. ^ Osasuna 2 - Atletico Madrid 3 Transfermarkt.it
  5. ^ Copa del Rey, l'Atletico Madrid batte il Real e solleva il trofeo, repubblica.it, 18 maggio 2013. URL consultato il 19 febbraio 2014.
  6. ^ Atletico padrone a Vienna, uefa.com, 22 ottobre 2013. URL consultato il 24 agosto 2014.
  7. ^ (EN) Costa agreement reached, chelseafc.com, 2 luglio 2014. URL consultato il 24 agosto 2014.
  8. ^ (EN) Chelsea reach agreement with Atletico Madrid to sign Spain striker Diego Costa, telegraph.co.uk, 2 luglio 2014. URL consultato il 24 agosto 2014.
  9. ^ (EN) Burnley 1-3 Chelsea: Diego Costa, Andre Schurrle and Branislav Ivanovic goals give Jose Mourinho's side victory at Turf Moor, dailymail.co.uk, 18 agosto 2014. URL consultato il 24 agosto 2014.
  10. ^ (ES) Diego Costa: "Podría jugar con España, nadie diría que no", marca.com, 28 febbraio 2013. URL consultato il 24 agosto 2014.
  11. ^ Calcio, Brasile: 22 convocati per amichevoli, novità Diego Costa, repubblica.it. URL consultato il 24 agosto 2014.
  12. ^ (EN) Diego Costa granted citizenship, football-espana.net, 5 luglio 2013. URL consultato il 24 agosto 2014.
  13. ^ (ES) La FEF ya negocia la llamada de Diego Costa a la Selección, AS, 25 settembre 2013. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  14. ^ Diego Costa sceglie la nazionale spagnola. Ira Brasile: “Milioni di persone tradite”, lastampa.it, 29 ottobre 2013. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  15. ^ Diego Costa volta le spalle al Brasile. Sceglie la Spagna, Scolari: "Traditore", gazzetta.it, 30 ottobre 2013. URL consultato il 31 ottobre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]