Diego Luis de San Vitores

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Beato Diego Luigi de San Vitore
Svitores Guam.jpg

Sacerdote della Compagnia di Gesù e martire

Nascita Burgos, 13 novembre 1627
Morte Tumon, 2 aprile 1672
Venerato da Chiesa cattolica
Beatificazione 6 ottobre 1985
Ricorrenza 2 aprile

Diego Luis de San Vitore y Alonso (Burgos, 13 novembre 1627Tumon, 2 aprile 1672) è stato un gesuita spagnolo, missionario sull'isola di Guam, dove fu assassinato dagli indigeni; papa Giovanni Paolo II ne ha riconosciuto il martirio e lo ha proclamato beato il 6 ottobre 1985.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Di nobile famiglia spagnola, entrò nella Compagnia di Gesù nel 1640 e fu ordinato sacerdote nel 1651.

Fu inviato prima in Messico, poi nelle isole Filippine, dove giunse nel 1662. Nel 1668, insieme con alcuni confratelli, fondò la missione delle isole Marianne e svolse il suo apostolato soprattutto a Guam, dove ottenne numerose conversioni al cattolicesimo.

Fu assassinato dagli indigeni nel 1672 insieme con il catechista filippino Pietro Calungsod, suo compagno di missione.

Il culto[modifica | modifica wikitesto]

Fu beatificato da papa Giovanni Paolo II il 6 ottobre 1985; nella stessa cerimonia, celebrata nella basilica di San Pietro in Vaticano, furono elevati all'onore degli altari anche i gesuiti José María Rubio Peralta e Francisco Gárate.

Il suo elogio si legge nel Martirologio romano al 2 aprile.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]