Dick & Jane - Operazione furto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Dick e Jane - Operazione furto)
Dick & Jane - Operazione furto
Titolo originale Fun with Dick and Jane
Paese di produzione USA
Anno 2005
Durata 87 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia, romantico
Regia Dean Parisot
Soggetto Gerald Gaiser (romanzo)
David Giler
Jerry Belson
Mordecai Richler
Sceneggiatura Judd Apatow, Nicholas Stoller
Produttore Brian Grazer
Casa di produzione Columbia Pictures Corporation, Imagine Entertainment, Sony Pictures Entertainment
Distribuzione (Italia) Sony Pictures Releasing Italia
Fotografia Jerzy Zielinski
Montaggio Don Zimmerman
Musiche Theodore Shapiro
Scenografia Barry Robison
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Dick & Jane - Operazione furto (Fun with Dick and Jane) è un film del 2005 diretto da Dean Parisot, remake del film Non rubare se non è strettamente necessario (1977), diretto da Ted Kotcheff e interpretato da Tea Leoni e Jim Carrey.

Sinossi[modifica | modifica sorgente]

Dick Harper e sua moglie Jane finiscono in miseria a causa del fallimento dell'imponente società nella quale Dick era diventato da poco il nuovo vicepresidente. Allora Dick, preso dallo sconforto decide di effettuare alcune rapine al fine di ritornare alla vita che viveva prima del fallimento, salvo alla fine con il suo ultimo colpo restituire i soldi a tutti i suoi colleghi, anch'essi licenziati nel fallimento della società, rubandoli al vero ladro, il magnate e capo dell'azienda McCallister.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Anni duemila. Dick e Jane Harper sono una famiglia felice e benestante. Dick lavora alla Globodyne, una grossa e sofisticata società agente nel campo dei media; Jane è invece assistente telefonica per i servizi di una ditta. I due hanno un figlio, Billy, un cane, Spot, e persino una domestica, Blanca, messicana, che ha con Billy un ottimo rapporto, specialmente quando si diletta a insegnargli lo spagnolo.

Un giorno come tutti gli altri, Dick viene inaspettatamente convocato "ai piani alti" dell'azienda, nell'ufficio del suo capo, il facoltoso Jack McCallister, il quale, con la mediazione del direttore finanziario Frank Bascombe, intende offrirgli una promozione a vicepresidente delle comunicazioni. Data l'alta collocazione che gli si prospetta, e in massima parte lo stipendio che ne discende, Dick propone a Jane di lasciare il suo lavoro, in quanto chiaramente visionata la possibilità di mantenere comunque la famiglia e, nondimeno, la necessità per Jane di passare più tempo con Billy. Invitato a colazione nel giardino della sontuosa villa di McCallister, a Dick viene chiesto di comparire nella trasmissione Moneylife per rappresentare l'intera Globodyne e discutere delle stime dell'ultimo trimestre. In collegamento con il conduttore della trasmissione, Dick, pronto a osannare il lavoro della Globodyne e del suo presidente, apprende, di fatto con sorpresa, che nell'ultimo periodo Jack McCallister non solo aveva incominciato a vendere le azioni della società per investirle altrove, ma ne aveva venduto finanche l'80%, causando così un crollo generalizzato del gigante aziendale. Appena entrato alla Globodyne, Dick viene di colpo stravolto dal caotico traffico di impiegati intenti a smantellare gli uffici e a debellare i documenti. Rinviene in un ufficio Frank Bascombe ubriaco fradicio, che tenta di spiegare a modo suo come la Globodyne sia fallita per un inutile investimento delle azioni nei bilanci di altre aziende, causandone così il completo squassamento. Sul tetto, Dick fa appena in tempo a incontrare McCallister e a realizzare finalmente quanto accaduto, prima che questi parta in elicottero per una lussuosa vacanza.

Rincasato, Dick ha modo di annunciare a Jane, adesso anche lei disoccupata e del tutto ignara della drammatica situazione in cui a breve si sarebbero trovati, che ha praticamente perso il lavoro. Capendo che il solo fondo pensione non potrebbe in alcun modo sanare la mancanza di uno stipendio regolare, poiché ogni fonte di risparmio della famiglia era investita in azioni Globodyne, per impedire anche lo sfacelo e i naturali sconvolgimenti che si perpetrerebbero sullo sfondo di una famiglia precipitata di colpo nell'indigenza, tanto Dick quanto Jane si adoperano mese dopo mese alla ricerca di un lavoro qualsiasi, ma invano. Un primo tentativo di un colloquio di lavoro per Dick lo vede scontrarsi con un mucchio di altri concorrenti, più o meno importanti, pronti a tutto pur di ardire a quel posto, tanto che lo stesso Dick deve proiettarsi in una gara fino all'ultimo uomo, in particolare col suo ex-collega Oz, e finisce con alcuni suoi apparenti ammiratori che si divertono in un ufficio a sbeffeggiarlo per la goffa apparizione televisiva. A un secondo tentativo, Dick viene assunto come commesso di un grande magazzino, ma per via di un incidente con un'anziana signora è immediatamente licenziato; intanto anche Jane trova lavoro come istruttrice di Jeet Kune Do in una palestra, finendo per compiere mosse improvvisate e tutt'altro che irreprensibili, colpa la ovvia impreparazione.

Conseguenza di tutto ciò è il peso sempre più ingente del disagio economico: sono costretti a vivere con il taglio della corrente, a rivendere la televisione e la macchina, in cambio di una più piccola e usata, a pagare Blanca con elettrodomestici e a mangiare e lavarsi sfruttando poche e sporadiche occasioni, come ad esempio, distribuzioni calmierate di cibo per i poveri e spruzzate di irrigatori da giardino. Una sera Blanca consiglia a Dick di andare dove si trova suo cugino, in un punto di raccolta di immigrati illegali messicani in cerca di un lavoro in nero. Dick accetta per forza, e quando un furgone passa di fronte al crocchio di messicani richiedendo un posto, rimane contuso da un pugno sferrato da un migrante nella ressa generale, perdendo anche il portafoglio. Quando all'improvviso una pattuglia di volanti della polizia sopraggiunge con l'intenzione di arrestare clandestini, Dick, scambiato per un messicano per via dell'inflessione involontaria dovuta al gonfiore sul mento e poiché privo come tutti gli altri di documenti d'identità, finisce tra gli oggetti retata. Riesce tuttavia a contattare Jane, che nel frattempo aveva partecipato a prova di cosmetici con esito negativo sul suo volto e che, rintracciato il luogo d'asilo degli immigrati, fugge insieme a Dick verso casa, portandosi inevitabilmente a bordo una carrellata di poveri messicani. Una volta a casa, preso da un istinto di orgoglio personale, Dick si lancia in un'impresa notturna fuori dal comune: rivestire nuovamente il terreno del giardino di un nuovo prato. Così, armato di coltello, ritaglia zolle d'erba provenienti da ogni sorta di cortile in cui si imbatte, facendo attenzione a non farsi vedere dai rispettivi proprietari. Ma l'euforia svanisce il mattino seguente, quando nella cassetta della posta arriva una notifica di sfratto con preavviso di 24 ore. A questo punto Dick coinvolge Jane a cimentarsi nel furto, sostenendo che sia l'unico rimedio per riportare la famiglia nella prospera condizione preesistente. I primi tentativi di rapina non vanno per il meglio, finché anche la riluttante e, al tempo stesso, divertita Jane, una volta appresa l'imminente bisogno di denaro per salvarsi dalla strada, si getta nell'operazione.

Giorno dopo giorno, passo dopo passo, Dick e Jane compiono sempre più rapine e il denaro rubato diventa sempre più alto, finché le bollette vengono pagate, la televisione e la macchina riacquistate, e pure la piscina completata, ritornando così ai tempi dell'oro. Durante l'ultimo colpo che decidono di fare alla banca di famiglia, Dick e Jane, assortiti in uno dei loro vistosi travestimenti, sono a loro volta diretti testimoni di una movimentata rapina che avviene nella stessa banca. Dick, tra gli ostaggi di due rapinatori, scopre che in realtà si tratta di Oz e di sua moglie, realizzando il rischio corso in tutte le rapine compiute. Ma c'è di peggio: un servizio alla TV, mostra come bene o male tutti i lavoratori della defunta Globodyne, dai più umili impiegati fino ai rispettabili vicepresidenti, sono o erano coinvolti in crimini e azioni disoneste e illegali. Viene pertanto diffusa pubblicamente l'incriminazione di Dick, l'unico a non essere ancora stato arrestato dalla polizia. Sconvolto e disperato, Dick si rifugia in un locale che non frequentava da tempo, ubriacandosi come non mai e facendosi beffa di alcuni ricchi signori che sedevano a un tavolo, disdegnando il costume dell'alta società finanziaria. Proprio nel momento in cui Jane trova il marito disquisire briosamente nel locale, Dick scorge Frank Bascombe fuggire per le strade. Dopo averlo braccato con difficoltà in un'aiuola, Frank rivela a Dick che è solo Jack McCallister responsabile del fallimento della Globodyne e che lui si è preso tutte le colpe per andare in prigione e ricevere in cambio del silenzio un generoso compenso in denaro. Intento dopo un secondo tentativo di fuga a divincolarsi dalla presa di un ebbro e furioso Dick, Frank mette Dick e Jane a conoscenza di un piano da egli stesso meditato per truffare McCallister e far sì che, almeno ufficiosamente, sia fatta giustizia.

La truffa consiste nell'impadronirsi di tutto il fondo bancario da evasore fiscale di McCallister alla Grand Kayman - ammontante a 400 milioni di dollari - con una semplice strategia: compromettere la corrispondenza funzionaria grazie allo scambio di codici CNR14, che effettuerà Jane, l'unica dei tre sconosciuta a McCallister, in modo che il codice bancario su cui Jack verserà i titoli del suo conto sia invece il codice di un altro conto aperto in precedenza da Frank e i soldi arrivino direttamente ai tre frodanti. Il piano sembra perfetto, la chiave per risolvere tutti i problemi, ma ad un tratto, appena scesi dalla macchina per accingersi a mettere in atto l'operazione, Dick si fa sfuggire di mano il modulo con il codice contraffatto, che sospinto dal vento finisce disgraziatamente sul prato di un'aiuola e quindi tra le lame di un tagliaerba. Avvertito Frank dell'impediente imprevisto, l'ira sua e quella di Dick per l'accaduto vengono mitigate dall'arrivo di McCallister. Allora Frank suggerisce a Dick di infiltrarsi insieme a Jane per stampare un nuovo modulo dal computer di un ufficio, inserendo come da manuale il codice del conto intestato a Frank. Entrati nella banca, Dick e Jane vedono già McCallister al banco del piano principale, e Jane sceglie di andargli incontro per trattenerlo. Intanto Dick riesce per mezzo di una telefonata a far assentare momentaneamente una bancaria. Si fa dire il codice del conto da Frank, mentre questi è impegnato in una guida spericolata nel parcheggio, che si conclude con l'urto della macchina della stessa impiegata, che era uscita per verificare se, come a detta dello stesso Dick, fosse stata rubata. Frank, dunque, verrà arrestato per guida in stato di ebbrezza, mentre Dick riesce a stampare il modulo con il codice del conto corrente fasullo.

Sulle scale incontra Jane che rassegnata gli riferisce che il funzionario è già pronto a consegnare il modulo da firmare a McCallister. Ma ad un tratto il funzionario cambia direzione, forse non sicuro della validità del modulo, e Dick scende al piano principale per farsi timbrare il suo. McCallister d'altra parte si accorge di lui e ciononostante Dick riesce a eluderlo e a dare a Jane, che gli è alle spalle e ha appena raggirato il funzionario, il falso modulo. Lei consegna al funzionario il falso modulo, che porta a McCallister. Ma questi impiega un nonnulla per accorgersi che il codice è inesatto e che, di conseguenza, l'aver incontrato Dick nella sua banca di fiducia è ammonitorio per la sussistenza di una truffa. Giunto da Dick, che si era maldestramente nascosto dietro un pilastro, e da Jane, li minaccia di spedirli difilato in galera se non fossero subito usciti. Ma Dick, costretto al tutto per tutto - che si rivelerà poi uno stratagemma - dall'affanno dell'ingiustizia praticata da McCallister alla Globodyne, gli punta una pistola allo stomaco, chiedendogli di firmare un assegno qualsiasi. Quando Jack se ne va, Dick può sussurrare a Jane che ora hanno la firma di McCallister da usare per i propri scopi e per spingerlo ancora di più nel baratro finanziario. Così un bel giorno un pubblico di manifestanti attornia McCallister nella sua macchina come uscito dalla sua villa, e Dick e Jane lo accolgono insieme al folto e giocondo gruppo di spettatori, con tanto di cameraman e giornalisti pronti a un reportage in diretta per Moneylife. Nel corso dell'intervista, del tutto inattesa da parte di McCallister, attraverso il testo di alcuni fogliettini porti da Dick, Jack scopre di aver appena donato un fondo pensione Globodyne di 400 milioni di dollari per tutti gli ex-impiegati dell'azienda: una truffa bella e buona, che tuttavia viene accolta con entusiasmo e credulità e che permette a tutti i disoccupati che lavoravano per la Globodyne di ricominciare una vita.

Trascorso qualche tempo, Dick, Jane, Billy e Spot sono in macchina per trovare una nuova collocazione in una società, con tutta probabilità, di lingua spagnola, e dunque sudamericana. In quel momento la macchina viene affiancata da quella di Garth, ex-collega di Dick, il quale annuncia di lavorare per una nuova società argentina e di essere sostentato da buoni forniti dal ministero, esplicito collegamento alla crisi economica argentina vissuta a cavallo tra gli anni novanta e duemila, il che nel complesso dà l'idea di preservare altri problemi per la famiglia Harper.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Il budget del film è stimato intorno ai 100 milioni di dollari[1]. Gli incassi in USA hanno superato i costi di produzione di circa 10 milioni di dollari[2], mentre nel mondo il guadagno complessivo è ammontato a 202 milioni[3]. In Italia la pellicola ha fruttato un incasso 4,8 milioni di euro[4].

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Il film è stato distribuito in Italia dalla Sony Pictures Home Entertainment, che ne è stata anche casa di produzione.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Box office: budget stimato, da movieplayer.it
  2. ^ Dick e Jane - operazione furto, sez. Box office: incassi USA
  3. ^ Dick e Jane - operazione furto, sez. Box office: incassi mondo
  4. ^ Dick e Jane - operazione furto, sez. Box office: incassi Italia

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema