Dicentrarchus punctatus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Spigola maculata
Dicentrarchus punctatus 1.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Gnathostomata
Classe Actinopterygii
Sottoclasse Osteichthyes
Superordine Acanthopterygii
Ordine Perciformes
Sottordine Percoidei
Famiglia Moronidae
Genere Dicentrarchus
Specie D. punctatus
Nomenclatura binomiale
Dicentrarchus punctatus
Bloch, 1792
Sinonimi

Dicentrarchus orientalis

Nomi comuni

Branzino maculato

La Spigola maculata (Dicentrarchus punctatus) è un pesce marino e di acque salmastre, appartenente alla famiglia Moronidae, molto affine alla più nota Spigola o Branzino (Dicentrarchus labrax).

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Rispetto alla spigola comune, popola mari più meridionali: comune lungo le coste del Mar Mediterraneo, si spinge a nord fino al Golfo di Guascogna.

È comunque presente lungo tutte le coste italiane, eccettuate, forse, quelle adriatiche settentrionali.

L'habitat occupato è lo stesso della congenere.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

È molto simile alla spigola comune, ma si differenzia per i seguenti caratteri:

  • macchiettatura sui fianchi ben evidente e mantenuta anche nell'adulto;
  • occhio più grande in proporzione;
  • sagoma più tozza;
  • macchia nera ben evidente sul bordo dell'opercolo.

La taglia è minore, raggiungendo al massimo il mezzo metro di lunghezza per 1 kg e mezzo di peso.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Predatrice, si nutre di Crostacei, Molluschi ed anche di piccoli pesci.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Avviene in inverno in acque costiere.

Pesca[modifica | modifica wikitesto]

Occasionale, spesso avviene durante la pesca alla più grande congenere, con le stesse esche e tecniche.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Costa F. Atlante dei pesci dei mari italiani Mursia 1991 ISBN 88-425-1003-3
  • Louisy P., Trainito E. (a cura di) Guida all'identificazione dei pesci marini d'Europa e del Mediterraneo. Milano, Il Castello, 2006. ISBN 88-8039-472-X

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci