Diatriba

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il termine diàtriba (dal lat. diatrĭba, a sua volta dal gr. διατριβή) indica un genere letterario la cui invenzione viene attribuita a Bione di Boristene vissuto tra il 325 e il 255 a.C. Il termine contiene in sé il concetto di sfregamento, di attrito che però dà un risultato positivo; altro significato è quello sia di studio che di tempo dedicato allo studio. Difatti, la diàtriba è una discussione su luoghi comuni etici che assume connotazione particolarmente violenta e aggressiva che non di rado ricorre all'ironia e alla demistificazione. Fu molto usata in particolar modo dai cinici.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]