Diario di un ladro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diario di un ladro
Diario di un ladro.png
Una scena del film
Titolo originale Pickpocket
Lingua originale francese
Paese di produzione Francia
Anno 1959
Durata 75 min
Colore B/N
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Robert Bresson
Soggetto Fyodor Dostoyevsky
Sceneggiatura Robert Bresson
Produttore Agnès Delahaie
Fotografia Léonce-Henri Burel
Montaggio Raymond Lamy
Scenografia Pierre Charbonnier
Interpreti e personaggi

Diario di un ladro è un film del 1959 del regista Robert Bresson.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Michel (Martin LaSalle) è un borsaiolo di professione. Mentre esce dalla pista delle corse dei cavalli, Michael viene improvvisamente arrestato. L'ispettore (Jean Pelegrí) però, rilascia Michel poiché non aveva abbastanza prove. Michel cade così nel giro dei borseggiatori professionisti che gli insegnano il mestiere e lo invitano ad unirsi a loro in folli borseggi in luoghi affollati.

Colonna Sonora[modifica | modifica sorgente]

Il film usa due frammenti di musica orchestrale accreditati a Jean-Baptiste Lully. Tuttavia, entrambi i frammenti di musica sono in realtà opera del musicista tedesco Johann Caspar Ferdinand Fischer.

Accoglienza[modifica | modifica sorgente]

Il film è considerato un esempio di "narrazione fuori campo", dove lo stile "domina la trama o risulta ugualmente importante ad essa".

Influenza[modifica | modifica sorgente]

Il film esercitò una forte influenza formativa sul lavoro di Paul Schrader, che ha descritto il film come "un capolavoro assoluto". Infatti molti dei suoi film (tra cui American Gigolò, Patty - La vera storia di Patty Hearst e Lo spacciatore) hanno degli aspetti molto simili a quella del film di Robert Bresson. Anche la sceneggiatura del noto film Taxi Driver di Martin Scorsese presenta molte analogie con il film, tra cui la narrazione confessionale del protagonista e lo sguardo pessimistico sulla società.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Il film è stato rilasciato nelle sale cinematografiche a partire dal 16 dicembre del 1959.

 Curiosità[modifica | modifica sorgente]

 Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema