Diario postumo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Diario Postumo)
Diario postumo
Autore Eugenio Montale Attribuzione controversa
1ª ed. originale 1996
Genere poesia
Lingua originale italiano

Diario postumo è una raccolta di 84 poesie attribuite a Eugenio Montale, che poco prima di morire le avrebbe suddivise in undici buste e affidate all’amica Annalisa Cima, ispiratrice delle liriche. La Cima avrebbe ricevuto la consegna di pubblicarne sei all’anno a partire dal quinto anno dopo la morte del poeta, avvenuta il 12 settembre del 1981.

Nel 1986 la Fondazione Schlesinger di Lugano, di cui Montale era stato eletto presidente ad honorem, si occupò di pubblicare le prime sei liriche, alle quali vennero via via aggiunte le rimanenti. L’ultima busta riservò la sorpresa di contenere non sei, ma diciotto poesie. L'intera raccolta venne infine pubblicata da Mondadori nel 1996, in occasione del centenario della nascita del poeta.

La querelle sull'autenticità dell'opera è ancora in atto. I primi dubbi sono stati sollevati già dal 1986 dal poeta Giovanni Raboni[1], mentre nel 1997 la raccolta è stata giudicata apocrifa dal filologo Dante Isella[2], in contrapposizione al riscontro positivo di Maria Corti, Rosanna Bettarini e Angelo Marchese[3]. A partire dal 1998 la polemica si è sedata, benché molti studiosi abbiano continuato a considerare discussa l’autenticità delle poesie postume[4]. Nel 2014, un articolo del Corriere della Sera riporta alcune anticipazioni sul lavoro condotto dal filologo Federico Condello, il quale porta nuovi argomenti per riaprire il dibattito sull'autenticità della raccolta[5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Intervento di Raboni sul Corriere della Sera, 16-10-98
  2. ^ Dante Isella, Dovuto a Montale, Milano, Archinto, 1997.
  3. ^ vd. anche L'Universale-La grande enciclopedia tematica 4, Garzanti, Milano 2003, p.680
  4. ^ vd. G. Ioli, Montale, Roma, Salerno Editrice, 2002, pp. 276-285; P. Italia, Editing Novecento, Roma, Salerno Editrice, 2013, pp. 171-196.
  5. ^ Paolo di Stefano, Il «Diario postumo» di Montale troppe profezie per essere autentico in Corriere della Sera, 9 luglio 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura