Dianismo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Dianismo, o wicca dianica, è una delle molteplici correnti wiccan, particolarmente incentrata sulla femminilità e sul potere femminile. Figura centrale della credenza dianica è la Dea Madre, concepita come colei che dà la vita e ha dato origine ad ogni cosa. Dunque la wicca Dianica può essere intesa come una corrente enoteistica in quanto, tende ad escludere la venerazione del Dio, e prevede l'adorazione e il contatto con la sola Dea nelle sue varie forme.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La corrente Dianica si ispira ai culti romani pre-cristiani di Diana e a tutte le tradizioni matrilineari nel mondo e si origina, come tutte le correnti wiccan, dalla Wicca Gardneriana. Lo sviluppo di questa particolare corrente può essere collocato ai movimenti femministi degli anni sessanta. Nel 1968 un gruppo politico radicale di donne formò un'organizzazione di protesta chiamata W.I.T.C.H (Women's International Terrorist Conspiracy From "Hell"), e definivano il loro gruppo un coven. Benché il W.I.T.C.H fosse quasi puramente un'organizzazione politica, questa si ispirò molto alla filosofica wiccan. Poco dopo, Zsuzsanna Budapest, una strega ereditaria dell'Ungheria, diede origine ad un coven femminista ed aprì il primo negozio di libri esoterici di spiritualità femminile chiamato "Feminist Wicca" (Wicca Femminista). Z.Budapest è considerata anche la fondatrice della corrente dianica. Essendo una strega ereditaria, nella fondazione di questa nuova corrente, oltre alle credenze e pratiche della Wicca Gardneriana, e alla magia popolare, in particolare quella italiana legato alla stregheria e al culto di Aradia, inserì nelle wicca dianica anche elementi appresi dalla madre. Festival culturali femministi cominciarono nel 1973 e si trasformarono in un'organizzazione per donne interessate alla Wicca dianica

Credenze e pratiche[modifica | modifica wikitesto]

La maggior parte dei wiccan Dianici adorano esclusivamente la Dea, concependola come la fonte di tutto il creato. Altri invece mantengono il concetto di dualità tra Il Dio e La Dea, relegando però il Dio in un ruolo minore. Altri infine, adorano esclusivamente la Dea, ammettono però l'esistenza del Dio come emanazione, o meglio come aspetto della Dea stessa. La maggior parte dei coven dianici sono composti da solo donne, e questo fa sì che ci sia una forte presenza di lesbiche in questi gruppi, anzi inizialmente essi erano del tutto formati da donne omosessuali. Attualmente invece oltre ai gruppi omosessuali vi è la presenza di gruppi misti. I coven dianici sono comunque in genere frequentati da sole donne. Come la wicca tradizionale, la wicca dianica prevede la celebrazione degli otto sabbat e ovviamente la celebrazione degli esbat. Vi sono molte differenze dalla wicca tradizionale che sono meno marcate e riguardano soprattutto l’aspetto gerarchico all’interno del coven. I coven wiccan tradizionali sono infatti diretti da una Somma Sacerdotessa ed un Sommo Sacerdote che possono fondare un proprio coven dopo aver ottenuto il secondo ed il terzo grado di iniziazione in un altro coven,mentre generalmente nelle congreghe dianiche vi è la presenza esclusiva di una Somma Sacerdotessa.

In molti congreghe dianiche vi è una forte uguaglianza all’interno del gruppo; spesso il ruolo di Somma Sacerdotessa o di leader rituale non riguarda una posizione fissa, in poche parole tutte le donne nel coven hanno l'opportunità di dirigere.

Infine, mentre in molte correnti wiccan vi sono dei percorsi di iniziazioni, in molte congreghe dianiche non vi è una forte scala gerarchica, e dunque sono assenti i gradi forniti dalle iniziazioni.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]