Diamante (baseball)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un diamante in un campo da baseball delimitato dalle quattro basi e con al centro il monte di lancio

Il diamante nel gioco del baseball è il quadrato di dimensioni 27,43 m per lato che ha per vertici le quattro basi (casa base, prima, seconda e terza base). Nella diagonale che unisce casa base con la seconda base, all'interno del diamante stesso, si trova la pedana del lanciatore (monte di lancio) posta a 18,39 metri da casa base [1]. Il termine diamante talvolta è usato come sinonimo dell'intero campo da baseball che, tuttavia, nel suo insieme comprenderebbe anche le zone di ricezione. Per estensione, ci si può riferire a diamante persino per indicare lo stadio di basaball che di fatto comprende, oltre al campo di gara, anche gli spalti.

Dimensioni[modifica | modifica wikitesto]

Le dimensioni di un diamante

Come avviene in quasi tutti gli sport di origine anglosassone, le dimensioni in termini di unità di misura del Sistema metrico internazionale, e cioè metri e centimetri, sono sempre dei numeri razionali con cifre decimali, proprio perché il numero intero (e cioè senza cifre decimali) all'origine è una misura espressa in unità del sistema anglosassone (iarde, piedi e pollici).

  • Lato del diamante = 90 piedi pari a 27,43 m
  • Distanza dalla casa base e il monte di lancio = 60 piedi e 6 pollici = 18,39 m [2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Enciclopedia Geografica Gedea, De Agostini editore, 1994
  2. ^ Esattamente un metro meno della lunghezza della diagonale del diamante pari al lato x la radice quadrata di 2, e cioè 19,39 m

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

baseball Portale Baseball: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di baseball