Dialetto Skånska

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lingua scanica (Skånska)
Parlato in SveziaSvezia
Regioni Scania
Persone 80.000 (generalmente parlano anche lo svedese)[1]
Scrittura latina
Filogenesi Lingue indoeuropee
 Lingue germaniche
  Lingue germaniche settentrionali
   Lingue scandinave orientali
    lingua svedese
     Dialetto Skånska
FC-Skåne, Sweden.png

La provincia Scania, nel sud della Svezia

Il Dialetto Skånska o Lingua scanica (Ascolta[?·info] Skånska in svedese, Skånsk in lingua danese) è un dialetto svedese parlato nella provincia della Scania, nel sud della Svezia.

Non era mai stata riconosciuta come lingua finché la Svezia non ottenne la Scania dalla Danimarca nel 1658. Viene chiamato Svedese meridionale in Svezia e Danese orientale in Danimarca[1].

Lo Skånska è una forma dialettale che rappresenta un continuum delle lingue scandinave.

Dalla maggior parte dei linguisti è considerato un dialetto danese del gruppo orientale ma, a causa delle influenze dello svedese, viene più sovente considerato un dialetto svedese appartenente al gruppo meridionale.

Sebbene possa essere considerata una lingua, e così infatti è stata classificata per un breve periodo di tempo, a causa dei diversi aspetti storici e culturali ricoperti dallo Skånska, non viene considerata lingua dallo stato svedese.

Con l'istituzione dell'Accademia dello Skånska ed il recente avvio di programmi per la tutela dello Skånska, sembra essersi rinnovato l'interesse per questa forma dialettale sia come forma culturale, sia come rinnovato senso di appartenenza e di identità alla regione.

La sedicesima edizione di Ethnologue non contiene più una voce specifica per questa lingua, come era stato fino alla quindicesima edizione, riportandola tra i dialetti dello svedese col nome di scandian[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b No Ethnologue report for language code: scy
  2. ^ Ethnologue report for language code: swe

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Bandle, Oskar & Kurt Braunmüller et al., eds. (2002–2003) The Nordic Languages: An international handbook of the history of the North Germanic languages. Vol I. Berlin and New York: de Gruyter, 2002. xxvii + 1057 pp.
  • Basbøll, Hans. "Prosody, productivity and word structure: the stød pattern of Modern Danish." Nordic Journal of Linguistics (2003), 26: 5-44 Cambridge University Press doi:10.1017/S033258650300101X
  • Hallberg, Göran, 2003: "Kampen om skånskan." I: Språkvård 3/2003.
  • Lång, Helmer (1991). "Den bortglömda skånska litteraturen" 333-årsboken om Skånelandsregionen 1658-1991. Eds. Assarsson & Broberg et al. Uddevalla: Settern, 1991.
  • Lång, Helmer Skånska språket (Klippan 2002)
  • Nordic Journal of Linguistics (2004), Vol 27, Issue 2. Cambridge University Press. doi:10.1017/S0332586504001222.
  • Lång & Vide, Skånsk-svensk-dansk Ordbok (2002)
  • Noreen, Adolf (1887). De nordiska språken.
  • Nordisk familjebok (1917) article Skåne, page 1309
  • Scandinavian Dialect Syntax. Progetto del gruppo di ricercatori delle Università di Tromsø, Università dell'Islanda, Università di Oslo, Università norvegese di Scienze e tecnologia (Trondheim), Università di Aarhus, Università di Copenhagen, Lund University e Università di Helsinki
  • Sundquist, John D.(2003). "The Rich Agreement Hypothesis and Early Modern Danish embedded-clause word order." Nordic Journal of Linguistics (2003), 26:1, 233-258. Cambridge University Press. doi:10.1017/S0332586503001094.
  • Vide, S.-B. (1966). Sydsvenska växtnamn. Landsmålsarkivet, Lund.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

[1] Ethnologue 15ª ed.