Dialetti della lingua georgiana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Questa voce è parte della serie:
Georgiani
ქართველები
Ascension of the Cross bas-relief, Jvari Monastery.jpg
Per nazione o regione
Georgia
Repubblica Autonoma di Abcasia
Repubblica Autonoma di Agiaria
Sottogruppi
Agiari · Mingreli · svan
Cultura
Architettura · Arte · Cinema · Cucina
Danza · Costume · Letteratura · Musica
Media · Religione · Sport
Religione
Ortodossa georgiana
Cattolica georgiana
Islamica
Lingue e dialetti
Lingua georgiana
Dialetti · Alfabeto
Storia della Georgia

Il georgiano (georgiano: ქართული, Kartuli) è una lingua caucasica meridionale, o cartvelica, parlata da circa 4,1 milioni di persone, principalmente in Georgia, ma anche in Russia, Turchia, Iran e Azerbaigian. È una lingua altamente standardizzata, con i primi tentativi di stabilire norme letterarie e linguistiche risalenti al V secolo d.C.[1] Inoltre, almeno 18 dialetti possono essere identificati come facenti parte di due gruppi maggiori: occidentale e orientale. Il georgiano standard è ampiamente basato sul dialetto kartliano del gruppo orientale (centrale),[2] con contributi più o meno rilevanti da molti altri dialetti. A sua volta, il georgiano standard ha influenzato in modo significativo, specialmente attraverso il sistema educativo e i mass media, tutti i dialetti eccetto quelli parlati fuori dalla Georgia. Tuttavia, i dialetti mantengono ancora molte delle loro caratteristiche distintive.[3] Nonostante le consistenti varianti regionali per quel che riguarda certi aspetti della fonologia, morfologia, sintassi e vocabolario, i dialetti georgiani sono in massima parte comprensibili l'un l'altro. Le altre tre lingue caucasiche meridionali/cartveliche – mingrelia, laz e svan – sono sorelle alla georgiana, ma mutualemente incomprensibili.

Alcune delle varianti basilari tra i dialetti georgiani comprendono:

  • La presenza di y (georgiano ჲ) e w (ჳ) prima di certe vocali;
  • La presenza dei suoni q (ჴ) e q' (ყ);
  • Distinzione tra vocali brevi e lunghe;
  • I suoni extra-vocalici, non riscontrabili nel georgiano standard;
  • L'uso della forma plurale n (ნ);
  • Forme plurali aggettivali;
  • Forme verbali non-standard;
  • Arcaismi e prestiti dalle lingue limitrofe, non riscontrabili nel georgiano standard.[2]

Classificazione[modifica | modifica sorgente]

I dialetti georgiani vengono classificati secondo la loro distribuzione geografica, che riflette una tradizionale suddivisione etnografica del popolo georgiano. Oltre alle categorie occidentale e orientale, alcuni studiosi hanno suggerito anche un gruppo meridionale. Questi possono essere ulteriormente suddivisi in cinque gruppi dialettali differenti (Gigineishvili, Topuria e K’avtaradze [1961]):[4]

Dialetti nord-orientali[modifica | modifica sorgente]

Questo gruppo viene parlato dai montanari della Georgia nord-orientale.

  • Mokheviano (Moxevuri, მოხევური), parlato nella regione di Khevi
  • Mtiuletiano-Gudamaq’riano (Mtiulur-Gudamaqʼruli, მთიულურ-გუდამაყრული) nelle regioni di Mtiuleti e Gudamaqari
  • Khevsuriano (Xevsuruli, ხევსურული) nella regione di Khevsureti
  • Pshaviano (Pšavuri, ფშავური) nella regione di Pshavi
  • Tuscezio (Tušuri, თუშური) nella regione di Tusheti

Dialetti orientali[modifica | modifica sorgente]

Due di questi dialetti, ingiloano e fereidaniano, sono parlati fuori dalla Georgia, il primo dai georgiani indigeni nell'Azerbaigian nord-occidentale, e il secondo dai discendenti dei georgiani deportati in Iran nel XVII secolo.

  • Cachezio (Kʼaxuri, კახური) nella regione di Kakheti
  • Ingiloano (Ingilouri, ინგილოური) nella regione di Saingilo (Azerbaigian)
  • Fereidaniano (Pereidnuli, ფერეიდნული) nella regione di Fereydoon Shahr (Iran)
  • Tianetiano (Tianeturi, თიანეთური) nella regione di Tianeti

Dialetti centrali[modifica | modifica sorgente]

I dialetti centrali, talvolta considerati parte del gruppo orientale, vengono parlati nella Georgia centrale e meridionale, e forniscono la base della lingua georgiana standard.

  • Kartliano (Kartluri, ქართლური) nella regione di Kartli
  • Javakhiano (Javaxuri, ჯავახური) nella regione di Javakheti
  • Meskhiano (Mesxuri, მესხური) nella regione di Meskheti

Dialetti sud-meridionali[modifica | modifica sorgente]

  • Guriano (Guruli, გურული) nella regione di Guria
  • Agiaro (Ačʼaruli, აჭარული) nella regione di Agiaria
  • Imerkheviano (Imerxevuli, იმერხევული) nella regione di Imerkhevi (Turchia)

Dialetti nord-occidentali[modifica | modifica sorgente]

  • Imerezio (Imeruli, იმერული) nella regione di Imereti
  • Lechkhumiano (Lečxumuri, ლეჩხუმური) nella regione di Lechkhumi
  • Rachano (Račʼuli, რაჭული) nella regione di Racha

Altri dialetti[modifica | modifica sorgente]

  • Il dialetto obsolescente kizlar-mozdokiano veniva parlato nelle zone caucasiche del centro-nord di Kizlyar e Mozdok dai discendenti di quei georgiani che fuggirono dall'occupazione ottomana della Georgia all'inizio del XVIII secolo. Esso era in pratica un miscela di vari dialetti georgiani intrisi di prestiti prelevati dal russo. Successivamente, il gruppo venne ampiamente russificato e il dialetto venne ad estinguersi.[5]
  • Il judeo-georgiano, o gruzinic, è una lingua parlata dagli ebrei georgiani (ampiamente georgiano per quanto concerne la fonetica, la morfologia e la sintassi, e una miscela di georgiano-ebraico per quanto riguarda il lessico),[6] considerata da alcuni come una lingua non distinta, ma piuttosto un dialetto del georgiano.[7]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Amiran Lomtadze (Istituto di lingue straniere e Letterature, Tbilisi, Georgia) e Manana Tabidze (Istituto Chikobava di Linguistica, Accademia Georgiana di Scienze), Alcuni problemi riguardo al funzionamento della lingua georgiana in Georgia, p. 31 (PDF). URL consultato il 27-03-2007.
  2. ^ a b (EN) Dialetti georgiani, The ARMAZI project. Consultato il 28 marzo 2007
  3. ^ Manana Kock Kobaidze (11-02-2004) Dalla storia del georgiano standard
  4. ^ Kevin Tuite, La geografia della q’e georgiana (PDF), 1987. URL consultato il 27-03-2007.
  5. ^ (EN) Glanville Price, Enciclopedia delle lingue d'Europa, Blackwell Publishing, 2000, ISBN 0631220399.
  6. ^ (EN) Yaacov Roʹi e Avi Beker, Cultura giudaica e identità nell'Unione Sovietica, NYU Press, 1991, ISBN 0814774326.
  7. ^ Lenore A. Grenoble, Politica della lingua nell'Unione Sovietica, Springer, 2003, ISBN 1402012985.
Georgia Portale Georgia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Georgia