Dharma (Buddhismo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Il termine Dharma (in devanāgarī: "धर्म") è, non solo in ambito buddhista, un termine sanscrito che indica nelle religioni originarie dell'India le loro credenze e pratiche religiose[1].

"Dharma", anche nel Buddhismo, possiede l'ulteriore significato di Legge universale naturale, ovvero le regole in cui il saṃsāra segue il suo corso. Tali regole sono indicate nella dottrina della Coproduzione condizionata (pratītyasamutpāda).

Il termine sanscrito Dharma è così reso, in ambito buddhista, nelle altre lingue asiatiche:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^
    « Dharma was and still is employed by all the religious denominations that have originated in India to indicate their religious beliefs and practices. In this sense, dharma refers broadly to what we would term “religion.” »
    (Tadeusz Skorupski Dharma: Buddhist Dharma and Dharmas "Encyclopedia of Religion" vol.4. NY, MacMillan, 2005, pag. 2332.)