Devyani Rana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Devyani Rana

Devyani Rana, o Kunwarani Devyani Rajya Lakshmi (1972), è una nobile nepalese conosciuta per la relazione sentimentale con il principe ereditario Dipendra del Nepal, da molti ritenuta alla base della strage di Palazzo del 1º giugno 2001.

Origini e vita[modifica | modifica wikitesto]

Devyani discende da Mohan Shamsher Jang Bahadur Rana, ultimo Maharaja di Lambjang e Kaski, esiliato in India dopo il ritorno nel 1951 del re Tribhuvan in Nepal e la fine del dominio dei Rana.

Il padre di Devyani è Pashupati Shamsher Jang Bahadur Rana, influente uomo politico nepalese sin dal periodo del Panchayat e attuale presidente del Rastriya Prajatantra Party, partito di ispirazione liberale nazionalista e vicino alla Monarchia. La madre, Usha Raje Scindia, lontana cugina del marito, è la figlia dell'ultimo Maharaja regnante di Gwalior ed è legata ad influenti politici indiani.

Proprio queste origini sembrano aver contribuito all'impedimento delle sue nozze con il principe ereditario Dipendra del Nepal: si temeva infatti, oltre ad altre considerazioni religiose o di opportunità, che i forti legami con l'India potessero sollevare il malumore della popolazione nepalese, che da sempre vede nel vicino Paese un possibile vorace nemico.

Subito dopo il massacro reale del 2001, Devyani si è ritirata dai parenti in India per sfuggire all'attenzione della stampa.

Il 23 febbraio 2007 ha sposato il Kunwar Aishwarya Singh, di illustre famiglia indiana. Attualmente Devyani lavora per l'UNDP.

Genealogia[modifica | modifica wikitesto]

Devyani Rana Padre:
Pashupati Shamsher Jang Bahadur Rana
Nonno paterno:
Bijaya Shamsher Jang Bahadur Rana
Bisnonno paterno:
Mohan Shamsher Jang Bahadur Rana
Bisnonna paterna
Maharani Dikshya Kumari, figlia del Kunwar Indar Bir Singh Rathor
Nonna paterna:
Sarala Kumari Rajya Lakshmi Singh
Bisnonno paterno:
Mian Mahendra Singh di Suket
Bisnonna paterna:
-
Madre:
Usha Raje Scindia
Nonno materno:
George Jivaji Rao Scindia Bahadur, Maharaja di Gwalior
Bisnonno materno:
Madho Rao Scindia Bahadur, Maharaja di Gwalior
Bisnonna materna:
Maharani Gajra Bai Raje Sahib Scindia
Nonna materna:
Vijaya Raje Sahib Scindia (Lekha Divyeshwari Rajya Lakshmi Devi)
Bisnonno materno:
Thakur Mahendra Singhji Sahib
Bisnonna materna:
Chuda Devashwari Devi Rana, figlia del Gen. Raja Khadga Shamsher Jang Bahadur

Nota:

  • Mian è un titolo portato da alcuni maschi discendenti da Sovrani Rajput e Sikh del Punjab
  • Kunwar è un titolo portato diffusamente dai discendenti maschi di Sovrani Rajput
  • Thakur è il titolo di alcuni Sovrani ereditari di stati indiani di piccole dimensioni, ma può essere anche portato da alcuni nobili

Fonti e collegamenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Prakash A.Raj (2001), "Kay Gardeko?" - The Royal massacre in Nepal, Rupa & Co., New Delhi
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie