Devil (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Devil
Devil film.jpg
Logo del film.
Titolo originale Devil
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 2010
Durata 80 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35 : 1
Genere orrore, thriller, giallo
Regia John Erick Dowdle
Soggetto M. Night Shyamalan
Sceneggiatura Brian Nelson
Produttore M. Night Shyamalan, Sam Mercer, Joseph Boccia
Casa di produzione Media Rights Capital
Night Chronicles
Distribuzione (Italia) Universal Pictures
Fotografia Tak Fujimoto
Montaggio Elliot Greenberg
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Devil (conosciuto anche come The Night Chronicles: Devil) è un film del 2010 diretto da John Erick Dowdle.

Il film è sceneggiato da Brian Nelson su un soggetto di M. Night Shyamalan, che figura tra i produttori della pellicola. È un thriller soprannaturale, primo capitolo di una trilogia denominata The Night Chronicles.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il film inizia con un monologo di una vecchia leggenda messicana. La leggenda racconta la storia del Diavolo che prima di reclamare l'anima dei dannati, li raduna in un posto e li tortura fino alla morte. Durante una qualsiasi giornata lavorativa, un uomo si suicida buttandosi da un palazzo di piani imprecisati. Il Detective Bowden (Chris Messina), durante lo svolgimento del caso si ritrova ad indagare su cinque persone stranamente bloccate in un ascensore, verso il 22 piano, dove una di loro pare essere un violento assassino. La prima vittima è Vince McCormick (Geoffrey Arend), un venditore di materassi che ha mandato in rovina molte persone, muore con un pezzo di specchio conficcato nella giugulare.

Durante il tentativo di salvataggio, il tecnico dell'azienda muore cadendo nella tromba dell'ascensore. Gli omicidi cominciano a essere inspiegabili quando trovano la signora Jane (Jenny O'Hara) impiccata nell'ascensore, le tre persone rimanenti cominciano ad incolparsi a vicenda, intanto il guardiano Ramirez (Jacob Vargas) cerca di spiegare che i fatti che si stanno verificando sono per colpa di Satana in persona, non preso sul serio, le indagini continuano per trovare il colpevole. Intanto l'ex Marine Tony (Logan Marshall-Green) ha una discussione movimentata con la guardia giurata Ben (Bokeem Woodbine), tutti e due hanno un passato di violenza (Ben ha ucciso un ragazzo, spaccandogli la testa con una mazza da baseball), vengono bloccati da Sarah (Bojana Novaković), una bugiarda per natura. Visto che la tensione porta le persone rimanenti alla violenza, il detective Bowden fa mettere tutti mani al muro, in modo che li possa vedere, ma la luce sta per andare di nuovo via. Appena la luce ritorna, Ben si ritrova con la testa rivoltata, Ramirez e la guardia giurata Lustig (Matt Craven) cominciano a temere anche per la loro vita, la superstizione va in primo piano.

Il Detective Bowden ripensa a come si sentiva, quando ha scoperto che la moglie ed il figlio vennero brutalmente uccisi da uno scontro frontale con un guidatore ubriaco, l'unica traccia trovata era un biglietto di un autolavaggio con su scritto "I'm So Sorry" (Mi dispiace tanto), e cerca di far calmare i pochi rimanenti raccontandogli la sua storia. La luce va via per l'ennesima volta per poi rivelarci che Sarah ha la gola tagliata, il colpevole sembra essere Tony, l'unico rimanente dei cinque, ma si scoprirà che la vecchia signora Jane in realtà è il Diavolo e che ha impersonato la sua morte per mandare fuori pista le indagini. Mentre il Diavolo sta per reclamare l'anima di Tony, lui prende la radio del tecnico morto sopra l'ascensore che nel frattempo era caduta nella cabina, per confessare il suo reato: l'uccisione della famiglia del detective Bowden, in questo modo riesce a rimanere in vita perché pentito veramente del suo peccato. La luce se ne va per poi mostrare che nell'ascensore, la signora Jane, è sparita e che quindi l'incubo è finito.

Il film finisce con Tony che viene portato in centrale dal detective Bowden, che lo perdona del suo peccato.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Nel mese di ottobre 2008, Shyamalan ha annunciato, con la partnership di Media Rights Capital, che Devil sarebbe stato diretto dai fratelli Dowdle, già autori di Quarantena, e che Brian Nelson lo avrebbe sceneggiato. Un anno dopo, le riprese iniziate il 26 ottobre a Toronto.[1] Ci sono state delle riprese supplementari, che sono effettuate qualche mese dopo a Los Angeles.[2] Il film è liberamente ispirato al romanzo Dieci piccoli indiani.[3]

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Il film era inizialmente previsto per uscire negli Stati Uniti l'11 febbraio 2011, ma in seguito la data fu anticipata al 17 settembre 2010.

La divisione italiana della Universal Pictures ha indicato come parziale data d'uscita cinematografica per l'Italia il maggio 2011,[4] a oltre sette mesi dalla distribuzione americana.

Come per gli Usa anche per l'Italia l'uscita del film è stata anticipata. Infatti la data definitiva è stata fissata per il 12 novembre 2010, avendo rilasciato anche il trailer in italiano[5].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) The Dowdle Brothers Gear Up for 'Devil', First Casting!, Bloody Disgusting. URL consultato il 16-07-2010.
  2. ^ (EN) Addition Shooting for M. Night Shyamalan's 'Devil', Bloody Disgusting. URL consultato il 16-07-2010.
  3. ^ (EN) Shyamalan's 'Devil' Arrives in the Form of a Trailer and Poster!!, Bloody Disgusting. URL consultato il 16-07-2010.
  4. ^ Ecco l'uscita italiana di Devil, badtaste.it. URL consultato il 19-07-2010.
  5. ^ Devil:il trailer in Italiano, Filmissimo.it, 19 settembre 2010. URL consultato il 19-09-2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema