Devario aequipinnatus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Devario aequipinnatus
Devario aequipinnatus.JPG
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Cypriniformes
Famiglia Cyprinidae
Sottofamiglia Danioninae
Genere Devario
Specie D. aequipinnatus
Nomenclatura binomiale
Devario aequipinnatus
McClelland, 1839
Sinonimi

Danio aequipinnatus

Nomi comuni

Danio gigante

Devario aequipinnatus, conosciuto comunemente come Danio gigante è un piccolo pesce d'acqua dolce, appartenente alla famiglia Cyprinidae. Un tempo era classificato nel genere Danio con il nome di Danio aequipinnatus, ora non più valido.

Devario aequipinnatus.jpg

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Corsi e bacini d'acqua della zona collinare e costiera sud-occidentale dell'India, Sri Lanka e Myanmar. I corsi d'acqua presentano numerosa vegetazione a foglia larga, sia sul fondo sia sui lati. L'acqua è da leggermente acida a neutra e da tenera a leggermente dura. La temperatura è di 22-24 °C.

Devario aequipinnatus Day.png

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Lunghezza: 12.

Presenta un colore ed un disegno della livrea che varia a seconda della qualità dell'ambiente in cui vive. Molto simile a Devario malabaricus (per il quale spesso è confuso) e Devario devario da cui si differenzia per la corporatura meno tozza. Anche questa specie presenta come colore base l'azzurro con strisce gialle che percorrono tutto il fianco dall'opercolo branchiale al peduncolo della pinna caudale. Pinne trasparenti ed incolori, iride degli occhi dorata e tipica bocca rivolta verso l'alto.

Dimorfismo sessuale: le femmine sono più grandi (corpo più alto) e con bande gialle che proseguono sulla coda.

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

Il danio gigante è un grande nuotatore, un po' irrequieto ma pacifico. Convive con altre specie di pesci, a meno che non siano aggressive e prepotenti. Frequenta zone con ampio spazio tranquillo. Forma branchi che non scendono mai sotto la quindicina di esemplari. Alcuni pesci arcobaleno di taglia grande possono per esempio entrare in competizione con loro per lo stesso spazio di movimento. Tende a ripararsi tra le foglie delle piante acquatiche, soprattutto quelle più larghe. A volte salta fuori dall'acqua, soprattutto se spaventato. Copre i livelli superficiale e centrale dei bacini d'acqua.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Le femmine depongono le uova sulle foglie in più riprese, ad ogni accoppiamento la femmina depone 8-10 uova. Alla fine le uova deposte possono arrivare a 300. I genitori si allontanano e le uova si schiuderanno nel giro di 36 ore. Gli avannotti si nutrono di piccole esche vive.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Onnivoro. Si nutre in particolare di piccoli invertebrati acquatici vivi (dafnie, larve di zanzara, tubifex e piccoli pesciolini solitamente avannotti). Varia molto la sua dieta.

Acquariofilia[modifica | modifica sorgente]

Viene allevato e riprodotto con successo in cattività.

Stato di conservazione[modifica | modifica sorgente]

Dal momento che la specie è catturata regolarmente per il mercato acquariofilo, potrebbe subire la minaccia di sovrasfruttamento.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Devario aequipinnatus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci