Detective Dee e il mistero della fiamma fantasma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Detective Dee e il mistero della fiamma fantasma
Detective-Dee.jpeg
Andy Lau in un primo piano
Titolo originale Di renjie
Lingua originale cinese
Paese di produzione Cina, Hong Kong
Anno 2011
Durata 122 min
Colore Colori
Audio sonoro
Genere epico, thriller, storico, avventura, azione
Regia Tsui Hark
Sceneggiatura Zhang Jialu
Casa di produzione Huayi Brothers
Distribuzione (Italia) Tucker Film
Interpreti e personaggi
Premi

Detective Dee e il mistero della fiamma fantasma è un film wuxia del 2010 girato dal regista Tsui Hark e basato sul libro Detective Dee and the mystery of the Phantom Flame di Lin Qianyu.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nell'Anno 690, alle soglie dell'incoronazione di Wu Zetian, prima imperatrice donna nella storia della Cina, il famoso detective Dee (in esilio da otto lunghi anni a causa delle sue idee rivoluzionarie) viene reclutato per risolvere il mistero di una serie di morti che minacciano di ritardare la costruzione della statua sacra del Buddha, simbolo del potere del nascente governo. Il mistero è di difficile soluzione, anche perché le vittime non vengono uccise in modi "tradizionali": semplicemente, esposti alla luce del sole, prendono fuoco per autocombustione dall'interno.[1]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Data di uscita[modifica | modifica wikitesto]

In Italia il film è uscito nelle sale il 26 agosto 2011.[2][3]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola a fronte di un budget stimato di $ 13.000.000 ha incassato ben $ 51.600.000 nel mondo e € 77.541 solo in Italia.[4]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha riscosso critiche positive sia in patria che all'estero. In Italia ampio plauso è stato dato alla sapiente fusione di colori, atmosfere e elementi tradizionali cinesi con una trama poliziesca avvincente e ben strutturata.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Da www.newscinema.it.
  2. ^ Da www.movieplayer.it.
  3. ^ Trailer italiano.
  4. ^ Da www.movieplayer.it.
  5. ^ Rassegna stampa.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema