Destruction

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Destruction
Fotografia di Destruction
Paese d'origine Germania Germania
Genere Thrash metal[1][2]
Heavy metal[2]
Periodo di attività 1982in attività
Etichetta SPV GmbH
Nuclear Blast
AFM Records
Album pubblicati 17
Studio 11
Live 3
Raccolte 3

I Destruction sono un gruppo thrash metal formatosi a Lörrach, Germania nel 1982. La band registrò la sua prima demo sotto il nome di "Knight of Demon"[1] nel 1984 intitolandolo Bestial Invasion Of Hell. Sono considerati uno dei tre gruppi più importanti del thrash metal tedesco, insieme a Kreator e Sodom.[1] Il gruppo è diventato celebre per aver creato un sound più duro e veloce rispetto al thrash metal statunitense. Tra i loro dischi dischi più famosi spiccano Infernal Overkill (1985) e Eternal Devastation (1986). Per gran parte degli anni novanta la band ha autoprodotto i propri dischi, fino a quando ha firmato un contratto discografico con la Nuclear Blast.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il gruppo fu fondato nel 1982 dal bassista Marcel "Schmier" Schirmer, dal chitarrista Mike Sifringer, dal batterista Tommy Sandmann e dal cantante Ulf, sotto il nome di Knight of Demon, nome che però i quattro abbandonarono subito per passare a Destruction. Inizialmente il quartetto aveva un sound chiaramente influenzato da gruppi come gli Iron Maiden, ma dopo alcune settimane decisero di orientarsi su uno stile più influenzato da gruppi come i Venom. Nel 1984 la band si accinse ad andare in studio per registrare la sua prima demo, ma due settimane prima dell'inizio delle registrazioni Mike e Ulf litigarono per una ragazza, e la lite finì con la defezione dal gruppo del cantante. Il gruppo non aveva tempo di cercare un sostituto, così Schmier decise di occuparsi della voce e la band riuscì a registrare la demo Bestial Invasion of Hell, che da sola bastò a far notare i tre dalla Steamhammer, con la quale ottennero un contratto e riuscirono a pubblicare nello stesso anno l'EP Sentence of Death, e, l'anno successivo, il loro primo album, Infernal Overkill. Ciò che contraddistingueva il gruppo era un sound violentissimo e brutale, e in breve i Destruction divennero una delle band più apprezzate nel circuito thrash metal tedesco. Nel 1986 la band pubblicò il suo secondo album Eternal Devastation, che ebbe un successo strepitoso in patria e permise al trio di partire per un tour promozionale in Germania. Proprio durante questo tour il batterista Tommy, stanco della stressante vita on the road, abbandonò la band (infatti decise poi di abbandonare il mondo della musica per diventare un poliziotto). Il tour fu portato a termine con Chris Witchhunter dei Sodom come sostituto temporaneo. Nel 1987, terminata la serie di concerti, entrò nel gruppo come batterista definitivo Olly Kaiser, e a Mike fu affiancato il chitarrista ritmico Harry Wilkins, e la band pubblicò lo storico EP Mad Butcher per poi registrare nel 1988 il suo album più apprezzato, Release from Agony, che fece circolare il nome del gruppo in tutta Europa e li pose tra i grandi del thrash metal internazionale. Nel 1989 la band pubblicò il suo primo cd dal vivo, Live Without Sense. Nonostante il gruppo avesse raggiunto un certo successo, i problemi erano alle porte. Poco dopo la release di Live Without Sense, infatti, il gruppo decise di commercializzarsi e cacciò il fondatore Schmier, che voleva mantenere il sound brutale tipico della band, sostituendolo con Andrè Grieder, già cantante dei Poltergeist (Schmier a quel punto fondò un nuovo gruppo con il batterista Jörg Michael e il chitarrista Uwe Hoffmann, gli HeadHunter). Nel 1990 la band pubblicò Cracked Brain, che mantenne ancora il vecchio sound. Subito dopo la pubblicazione, però, sia Andrè che Harry decisero di abbandonare il gruppo, anche loro contrari alla commercializzazione dello stile, e la Steamhammer li scaricò. La band allora contattò il cantante degli Artillery Flemming Rönsdorf affinché entrasse in essa, ma l'accordo non funzionò. Iniziò quindi per i Destruction un periodo di difficoltà e disorganizzazione, che si risolse solo nel 1993 quando nel gruppo entrarono il cantante Thomas Rosenmerkel e il chitarrista Michael Piranio. Solo nel 1994, con l'arrivo del bassista Christian Engler, il gruppo riuscì ad auto-produrre l'EP Destruction. Nel 1995 i Destruction pubblicarono Them Not Me, che aveva già un sound troppo commerciale. Le scarse vendite di questo EP impedirono alla band di produrre album fino al 1998, quando venne registrato il più grande flop commerciale del combo tedesco: The Least Successful Human Cannonball. Questo album aveva infatti un sound troppo moderno e distante dalla violenza tipica della band negli anni '80. Questo flop provocò una spaccatura all'interno della band, che fu abbandonata da Thomas, Christian e Michael. L'anno successivo anche il batterista Olly decise di lasciare il gruppo, e fu solo allora che Mike, rimasto l'unico membro, richiamò Schmier, e decise di ripristinare il vecchio sound, "ripudiando" gli album degli anni '90. Ai due si aggiunse il batterista Sven Vormann, e la band ottenne un contratto con la Nuclear Blast, per la quale pubblicarono All Hell Breaks Loose nel 2000, The Antichrist nel 2001. Nel 2002 Vormann fu sostituito da Marc "Speedy" Reign e registrò poi Metal Discharge nel 2003. Nel 2004 la band firma per la AFM Records e pubblica nel 2005 Inventor of Evil, nel 2007 Thrash Anthems e nel 2008 D.E.V.O.L.U.T.I.O.N.. Nel 2010, dopo aver rifirmato per la Nuclear Blast, Reign abbandona la band, volendo dedicare tempo alla sua famiglia, sostituito dal polacco Vaaver, con il quale viene pubblicato Day of Reckoning nel 2011, un album molto più violento dei suoi predecessori. Nel novembre del 2012 la band ha pubblicato l'album Spiritual Genocide.

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Marcel "Schmier" Schirmer con i Destruction nel 2005.
Mike Sifringer con i Destruction nel 2011.
Vaaver con i Destruction nel 2011.

Ex componenti[modifica | modifica sorgente]

Cantanti[modifica | modifica sorgente]

Chitarristi[modifica | modifica sorgente]

Basso[modifica | modifica sorgente]

Batteristi[modifica | modifica sorgente]

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Album registrati in studio[modifica | modifica sorgente]

Album registrati dal vivo[modifica | modifica sorgente]

Raccolte[modifica | modifica sorgente]

Ep[modifica | modifica sorgente]

Demo[modifica | modifica sorgente]

  • 1984 - Bestial Invasion of Hell
  • 1999 - The Butcher Strikes Back
  • 2003 - Metal Discharge

Split album[modifica | modifica sorgente]

Videografia[modifica | modifica sorgente]

DVD/VHS[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Gianni Della Cioppa, Heavy metal. I contemporanei, op. cit., p. 32.
  2. ^ a b (EN) Destruction in Allmusic, All Media Network.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Metal