Destinazione... Terra!

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Destinazione... Terra!
Il trailer del film nel 1953 ne promuove la proiezione in 3D.
Titolo originale It Came from Outer Space
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 1953
Durata 81 min
Colore b/n
Audio sonoro
Genere orrore, fantascienza
Regia Jack Arnold
Soggetto Ray Bradbury
Sceneggiatura Ray Bradbury, Harry Essex
Fotografia Clifford Stine
Montaggio Paul Weatherwax
Musiche Joseph Gershenson (supervisore), Herman Stein
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Destinazione... Terra! (It Came from Outer Space) è un film del 1953 diretto dal regista Jack Arnold. Considerato uno dei classici del cinema di fantascienza, è basato su un soggetto di Ray Bradbury. Fu il primo film della Universal a essere girato in 3-D e il primo film fantascientifico diretto da Arnold, uno dei maggiori registi del genere negli anni cinquanta.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

I protagonisti Barbara Rush e Richard Carlson nel trailer del film.

Un meteorite infuocato illumina il cielo e cade sulla Terra nei pressi della cittadina di Sand Rock, nella desertica Arizona, interrompendo un bacio di due amanti. John Putman, astronomo dilettante e la sua fidanzata, Ellen Fields, accorrono sul luogo dove è avvenuto l'impatto, una vecchia miniera e scoprono che l'oggetto caduto in realtà è una navicella spaziale, di forma esagonale e simile a un grosso cristallo luminescente. Una frana nasconde la navicella e quando Putnam racconta in paese quello che ha visto nessuno gli crede. Nei giorni successivi, diverse persone del luogo scompaiono. Ricompaiono in pochi e mostrano un comportamento bizzarro e meccanico, sembrano distratti e non appaiono normali. Lo sceriffo si convince che qualcosa non va e organizza una battuta di caccia contro gli alieni. Solo Putnam cerca una soluzione pacifica e va da solo alla miniera a parlare con gli extraterrestri. Gli alieni gli spiegano che hanno avuto un guasto e sono precipitati involontariamente sulla Terra, perciò hanno replicato alcuni individui terrestri per riparare la navetta senza destare sospetti. Putnam riesce in extremis a evitare un conflitto, che per i terrestri sarebbe stato perdente.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

« Primo film di fantascienza di Jack Arnold, girato in 3D, che propone un'immagine, inedita per quei tempi, di alieni non conquistatori ma naufraghi, vittime dei pregiudizi e dell'odio generati dalla paura del diverso e dell'ignoto. (...) Appaiono, probabilmente qui, per la prima volta alieni che si impossessano di corpi umani. »
(Fantafilm[1])

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bruno Lattanzi e Fabio De Angelis (a cura di), Destinazione... Terra! in Fantafilm. URL consultato il 5 dicembre 2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN209903576 · GND: (DE7549021-3