Designazione degli aerei degli Stati Uniti d'America

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La designazione ufficiale dei diversi tipi di aeromobili in servizio con l'USAF, l'U.S. Navy, l'USMC e l'USCG include prototipi, pre-produzioni e velivoli di serie.

A partire dal 18 settembre 1962 tutti gli aeromobili in servizio con la Marina americana, il Corpo dei Marines e la Guardia Costiera, hanno ricevuto una designazione identificativa comune, simile a quella già adottata dagli aeromobili USAF. La codifica si compone di 4 prefissi alfabetici (non sempre tutti utilizzati), un identificatore numerico progressivo ed un suffisso alfabetico.

Designazioni di aerodine[modifica | modifica sorgente]

Le designazioni delle aerodine militari, gli aeromobili più pesanti dell'aria, la cui sostentazione è ottenuta mediante una azione aerodinamica sulle superfici del mezzo, è differente rispetto a quella degli altri aeromobili, come per esempio i missili.

Il primo prefisso[modifica | modifica sorgente]

Il primo prefisso indica lo stato dell'aerodina ed utilizza le seguenti lettere:

Un F-15E.
  • J per collaudi speciali temporanei;
  • N per collaudi speciali permanenti;
  • X per sperimentale;
  • Y per prototipo;
  • Z per pianificato.

Il secondo prefisso[modifica | modifica sorgente]

Il secondo prefisso indica il simbolo di missione modificato. Sono impiegate le seguenti lettere:

  • A per Attack, attacco;
  • B per Bombardment, bombardamento;
  • C per Cargo, trasporto;
  • D per Direction (drone control), direzione (controllo velivolo senza pilota);
  • E per Electronic, guerra elettronica;
  • F per Fighter, caccia;
  • H per searcH and rescue, ricerca e soccorso:
  • K per tanKer, aerocisterna;
  • L per coLd weather, climi freddi;
  • M per Missile carrier, trasporto missili;
  • O per Observation, osservazione;
  • Q per drone, velivolo senza pilota;
  • R per Reconnaissance, ricognizione;
  • S per antiSubmarine, antisom;
  • T per Trainer, addestratore;
  • U per Utility, utilità, uso generale;
  • V per VIP, personalità;
  • W per Weather reconnaissance, ricognizione meteorologica.

Il terzo prefisso[modifica | modifica sorgente]

Il terzo prefisso indica il simbolo di missione base, è rappresentato dalle seguenti lettere:

Un A-10 Thunderbolt II
  • A per Attack, attacco;
  • C per Cargo, trasporto;
  • E per Electronic, guerra elettronica;
  • F per Fighter, caccia;
  • H per Helicopter, elicottero;
  • O per Observation, osservazione;
  • P per Patrol, pattugliamento;
  • S per antiSubmarine, antisom;
  • T per Trainer, addestratore;
  • U per Utility, utilità, uso generale;
  • X per Research, ricerca;

Il quarto prefisso[modifica | modifica sorgente]

Il quarto prefisso non viene utilizzato per le aerodine convenzionali, ma soltanto per due tipi, identificati dalle seguenti lettere:

  • H per Helicopter, elicottero;
  • V per V/STOL o VTOL, velivoli a decollo verticale o corto, e velivoli a decollo verticale.

L'identificatore numerico è rappresentato da un numero che designa progressivamente i diversi velivoli che svolgono lo stesso tipo di missione base. Può essere a 1, 2 o 3 cifre, con possibile ripartenza dopo aver superato il numero «100».

L'ultimo simbolo, un suffisso, è una lettera progressiva dalla «A» alla «Z» (con omesse la «O» e la «I» per evitare confusioni con i numeri «0» e «1») che identifica i diversi tipi di versione di ogni singolo velivolo.

Per esempio, in base a quanto sopra esposto, una sigla complessa quale la YTAV-8B, si riferisce ad un prototipo (Y) da addestramento (T) del velivolo d'attacco (A) a decollo verticale o corto (V), al quale è stato assegnato l'ottavo numero identificativo (8), riferito alla sua seconda versione (B), ossia l'Harrier II.

La sigla EP-3E riguarda invece la versione per guerra elettronica (E) di un velivolo da pattugliamento (P), cui è stato assegnato il terzo numero identificativo (3), riferito alla sua quinta versione (E), ossia l'"Aries 2" derivato dal P-3 Orion.

Designazioni di missili, razzi, lanciatori, satelliti e sonde[modifica | modifica sorgente]

La codifica si compone di 4 prefissi alfabetici (non sempre tutti utilizzati), un identificatore numerico progressivo ed un suffisso alfabetico.

Il primo prefisso[modifica | modifica sorgente]

Indica lo stato di volo con il seguente significato:

  • C per Captive, agganciato;
  • D per Dummy, inerte;
  • J per special test, collaudo speciale (temporaneo);
  • M per Maintenance, manutenzione;
  • N per special test, collaudo speciale (permanente);
  • X per Experimental, sperimentale;
  • Y per Prototype, prototipo;
  • Z per Planning, pianificato;

Il secondo prefisso[modifica | modifica sorgente]

Indica l'ambiente di lancio codificato come segue:

  • A per Air, aria;
  • B per Multiple, multiplo;
  • C per Coffin, bara;
  • F per Individual, individuale;
  • G per Runway, pista;
  • H per Silo Stored, immagazzinato in silo;
  • L per Silo Launched, lanciato da silo;
  • M per Mobile, mobile;
  • P per Soft Pad, piattaforma di lancio morbida;
  • R per Ship, nave;
  • S per Space, spazio;
  • U per Underwater, subacqueo;

Il terzo prefisso[modifica | modifica sorgente]

È riservato all'indicazione della missione (primaria)

  • C per Transport, trasporto;
  • D per Decoy, decoy;
  • E per Electronic/Communications, elettronica/comunicazioni;
  • G per Surface Attack, attacco al suolo;
  • I per Aerial/Space Intercept, intercettazione aerea/spaziale;
  • L per Launch Detection/Surveillance, sorveglianza;
  • M per Scientific/Calibration, scientifica/calibrazione;
  • N per Navigation, navigazione;
  • Q per Drone, velivolo senza pilota;
  • S per Space Support, supporto spaziale;
  • T per Training, addestramento;
  • U per Underwater Attack, attacco subacqueo;
  • W per Weather, meteo;

Il quarto prefisso[modifica | modifica sorgente]

Viene utilizzato per indicare il veicolo

  • B per Booster, razzo impulsore;
  • M per Guided Missile or Drone, missile guidato o velivolo senza pilota;
  • N per Probe, sonda;
  • R per Rocket, razzo;
  • S per Satellite, satellite;

Velivoli degli Stati Uniti d'America[modifica | modifica sorgente]

Attacco[modifica | modifica sorgente]

Bombardieri[modifica | modifica sorgente]

Un B-2 Spirit

Trasporto[modifica | modifica sorgente]

(lista parziale)

Guerra elettronica[modifica | modifica sorgente]

Caccia e cacciabombardieri[modifica | modifica sorgente]

Un F-16
Un F-111 Aardvark

Elicotteri[modifica | modifica sorgente]

Osservazione[modifica | modifica sorgente]

Pattugliamento[modifica | modifica sorgente]

Antisom[modifica | modifica sorgente]

Vecchie designazioni[modifica | modifica sorgente]

Designazioni dello U.S. Army Air Service (1919-1924)[modifica | modifica sorgente]

Questo sistema di designazione era utilizzato dallo U.S. Army Air Service a partire dal 1919. In questo periodo vi furono solo 15 designazioni ufficiali.

  • PW per Pursuit, Watercooled, caccia, raffreddato ad acqua (1921-1928)
  • PN per Pursuit, Night, caccia, notturno (1921)
  • PA per Pursuit, Aircooled, caccia, raffreddato ad aria (1922)
  • PG per Pursuit, Ground attack, caccia, attacco al suolo (1922)
  • TP per Two-seat Pursuit, caccia biposto (1922)
  • GA per Ground Attack, attacco al suolo (1920-1922)
  • IL per Infantry Liaison, collegamento della fanteria (1919)
  • NO per Night Observation, ricognitore notturno (1925)
  • NO per Artillery Observation, ricognitore d'artiglieria (1924)
  • CO per Corps Observation, ricognitore dell'esercito (1922-1924)
  • DB per Day Bombardment, bombardiere diurno (1920-1923)
  • NBS per Night Bombardment, Short Distance, bombardiere notturno a breve distanza (1921-1924)
  • NBL per Night Bombardment, Long Distance, bombardiere notturno a lunga distanza (1923)
  • TA per Trainer, Aircooled, addestratore, raffreddato ad aria (1921-1924)
  • TW per Trainer, Watercooled, addestratore, raffreddato ad acqua (1920-1923)
  • A per Ambulance, ambulanza (1919-1925)
  • G per Glider, aliante
  • M per Messenger, messaggero (1919-1921)
  • PS per Alert Pursuit (Special), caccia su allerta (speciale) (1923)
  • R per Racer, corridore (1921-1923)
  • S per Seaplane, aereo marino
  • T per Transport, trasporto (1919-1923)

Designazioni degli U.S. Army Air Service, U.S. Army Air Corps, U.S. Army Air Force, U.S. Air Force (1924-1948)[modifica | modifica sorgente]

Tra il 1924 ed il 1948 vennero apportate queste modifiche al sistema precedente. La nuova codifica si componeva originariamente di 2 prefissi alfabetici (non sempre tutti utilizzati), un identificatore numerico progressivo ed un suffisso alfabetico. Venne poi aggiunto un terzo prefisso tra i due originali.

Designazioni
Il primo prefisso indicava il tipo di velivolo
  • E per Exempt, esonerato (1946-1955);
  • G per Permanently Grounded, definitivamente a terra (1924-1962);
  • J per Special Test Status (Temporary), stato di collaudo speciale (temporaneo) (1956-1962);
  • N per Special Test Status (Permanent), stato di collaudo speciale (permanente) (1956-1962);
  • R per Restricted, limitato (1943-1947);
  • X per Experimental, sperimentale (1925-1962);
  • Y per Service Test, collaudo in servizio (1928-1962);
  • Y1 per Purchased with F-1 Funds, acquistato con fondi F-1 (1931-1936);
  • Z per Obsolete, obsoleto (1928-1962);
Il secondo prefisso, aggiunto in un secondo tempo, indicava il tipo di missione secondaria
  • C per Transport, trasporto (1943-1962);
  • D per Director (Drone Controller), telemanovratore (1948-1962);
  • F per Photographic, fotografico (1945-1947);
  • G per Carrier, portaerei (per caccia parassita) (1948);
  • K per Ferret, ? (1944-1947);
  • K per Tanker, aerocisterna (1949-1962);
  • M per Medical, ambulanza (1951-1952);
  • P per Passenger Transport Only, passeggeri (1948-1962);
  • Q per Radio Controlled Drone, aereo radiocontrollato (1948-1962);
  • R per Reconnaissance (Photographic), ricognizione fotografica (1948-1962);
  • S per Search and Rescue, ricerca e soccorso (1948-1962);
  • T per Trainer, addestratore (1943-1962);
  • U per Utility, utilità (1943-1962);
  • V per Staff (VIP Transport), trasporto personalità (1945-1962);
  • W per Weather, meteo (1948-1962);
Il terzo prefisso indicava il tipo di missione primaria
  • FG per Fuel Glider, aliante cisterna (1930-1947):
  • FM per Fighter, Multiplace, caccia pluriposto (1936-1941):
  • G per Glider, aliante (1936-1941):
  • G per Gyroplane, giroplano (1935-1939) - divenne O ed R (rotary wing):
  • GB per Glide Bomb, aliante bombardiere (1942-1947):
  • GT per Glide Torpedo, siluro aliante (1942-1947):
  • H per Helicopter, elicottero (1948-1962):
  • HB per Heavy Bomber, bombardiere pesante (1925-1927) - divenne B:
  • JB per Jet-Propelled Bomb, bomba propulsa a getto (1943-1947):
  • L per Liaison, collegamento (1942-1962):
  • LB per Light Bomber, bombardiere leggero (1924-1932) - divenne B:
  • OA per Observation Amphibian, osservatore anfibio (1925-1947) - divenne A:
  • OQ per Aerial Target (Model Airplane), bersaglio aereo (modello di aeroplano) (1942-1947) - divenne Q:
  • PB per Pursuit, Biplace, caccia biposto (1935-1941):
  • PG per Powered Glider, aliante a motore (1943-1947):
  • PQ per Aerial Target (Man Carrying), bersaglio aereo con pilota a bordo (1942-1947) - divenne A (aerial target) e Q (aerial target):
  • PT per Primary Trainer, addestratore basico (1925-1947) - divenne T:
  • Q per Aerial Target, bersaglio aereo (1948-1962):
  • R per Reconnaissance, ricognizione (1948-1962):
  • R per Rotary Wing, ala rotante (1941-1947) - divenne H:
  • TG per Training Glider, aliante addestratore (1941-1947):
  • U per Utility, utilità (1952-1962):
  • V per VTOL or STOL, VTOL o STOL (1954-1962):

Designazioni della U.S. Navy, U.S. Marine Corps ed United States Coast Guard (1922-1962)[modifica | modifica sorgente]

Un F7F Tigercat

La Marina degli Stati Uniti usava, prima del 1962, una serie di due o tre lettere con un numero progressivo. Il prefisso X indicava un prototipo sperimentale. La prima lettera indicava la missione primaria ed era seguita da un numero progressivo riferito alla ditta costruttrice. Se l'aeroplano era il primo modello costruito dalla ditta, allora non veniva scritto alcun numero. L'eventuale numero era quindi seguito da una lettera identificativa della ditta costruttrice, da un trattino e da un numero indicante il sottotipo. Infine una terza lettera indicava le varie modificazioni.

Il primo prefisso indicava la missione primaria
  • A per Ambulance, ambulanza (1943)
  • A per Attack, attacco (1946-1962)
  • B per Bomber, bombardiere (1931-1943)
  • BF per Bomber Fighter, caccia bombardiere (1934-1937)
  • BT per Bomber Torpedo, bombardiere torpediniere (1942-1945)
  • DS per Drone, Antisubmarine, veicolo teleguidato antisommergibile (1959-1962)
  • F per Fighter, caccia (1922-1962)
  • G per In-Flight Refueling Tanker, aerocisterna (1958-1962)
  • G per Glider, aliante (1946-1962)
  • G per Transport, Single Engine, trasporto monomotore (1939-1941)
  • H per Air-Sea Rescue, salvataggio aria-mare (1946-1962)
  • H per Hospital, ospedale (1929-1942)
  • HC per Helicopter, Transport, elicottero da trasporto (1952-1955)
  • HJ per Helicopter, Utility, elicottero utilità (1944-1949)
  • HN per Helicopter, Trainer, elicottero addestratore (1944-1948)
  • HO per Helicopter, Observation, elicottero da osservazione (1944-1962)
  • HR per Helicopter, Transport, elicottero da trasporto (1944-1962)
  • HS per Helicopter, Antisubmarine, elicottero antisommergibili (1951-1962)
  • HT per Helicopter, Training, elicottero addestratore (1948-1962)
  • HU per Helicopter, Utility, elicottero utilità (1950-1962)
  • J per Transport, trasporto (1928-1931)
  • J per Utility, utilità (1931-1962)
  • JR per Utility Transport, utilità trasporto (1935-1962)
  • K per Drone, veicolo teleguidato (1945-1962)
  • LB per Gliding Bomb, bombardiere aliante (1941-1945)
  • LN per Trainer Glider, aliante addestratore (1941-1945)
  • LR per Transport Glider, aliante da trasporto (1941-1945)
  • M per Marine Expeditionary, spedizioniere della Marina (1922-1923)
  • N per Trainer, addestratore (1922-1960)
  • O per Observation, osservazione (1922-1962)
  • OS per Observation Scout, osservazione avanscoperta (1935-1945)
  • P per Patrol, pattugliamento (1923-1962)
  • P per Pursuit, caccia (1923)
  • PB per Patrol Bomber, bombardiere pattugliatore (1935-1962)
  • PT per Patrol Torpedo, pattugliatore torpediniere (1922)
  • PTB per Patrol Torpedo Bomber, pattugliatore bombardiere torpediniere (1937)
  • R per Racer, da corsa (1922-1928)
  • R per Transport, trasporto (1931-1962)
  • RO per Rotorcycle, rotociclo (1954-1959)
  • S per Antisubmarine, antisommergibile (1946-1962)
  • S per Scout, avanscoperta (1922-1946)
  • SB per Scout Bomber, avanscoperta bombardiere (1934-1946)
  • SN per Scout Trainer, avanscoperta addestratore (1939-1962)
  • SO per Scout Observation, avanscoperta osservazione (1934-1946)
  • T per Torpedo, avanscoperta torpediniere (1922-1935)
  • T per Training, addestratore (1948-1962)
  • T per Transport, trasporto (1927-1930)
  • TB per Torpedo Bomber, bombardiere torpediniere(1935-1946)
  • TD per Target Drone, bersaglio teleguidato (1942-1946)
  • TS per Torpedo Bomber Scout, bombardiere avanscoperta torpediniere (1943)
  • U per Unpiloted Drone, aereo non pilotato (1946-1955)
  • U per Utility, utilità (1955-1962)
  • W per Airborne Early Warning, prima allerta aerea (1952-1962)
  • ZP per Airship, Patrol, pattugliatore antinave (1947-1962)
  • ZS per Airship, Scout, avanscoperta antinave (1954-1962)
  • ZT per Airship, Training, addestratore antinave (1947-1962)
  • ZW per Airship, Airborne Early Warning, prima allerta aerea antinave (1952-1962)
Il primo suffisso indicava la ditta costruttrice
Il secondo suffisso indicava uno scopo speciale
  • A per Amphibious version, versione anfibia
  • A per Armament on normally unarmed aircraft, armamento su un aereo normalmente disarmato
  • A per Arresting gear on normally noncarrier aircraft, gancio d'arresto su un aereo non imbarcato
  • A per Built for the Army Air Force, costruito per l'aeronautica dell'esercito
  • A per Land-based version of carrier aircraft, versione terrestre di un aereo imbarcato
  • A per Miscellaneous modification, modifica generica
  • A per Nonfolding wings and no carrier provisions, ali non ripiegabili e versione non imbarcata
  • A per Target towing and photography, bersaglio al guinzaglio e fotografico
  • B per British Lend-Lease version, versione inglese prestata-affittata
  • B per Miscellaneous modification, modifica generica
  • B per Special armament version, versione con armamento speciale
  • C per British-American standardized version, versione tipica britannica-statunitense
  • C per Cannon armament, armato con cannone
  • C per Carrier operating version of a noncarrier aircraft, versione imbarcata per un aereo non imbarcato
  • C per Equipped with two .50 caliber machine guns, equipaggiato con due mitragliatrici calibro 0,50
  • C per Navy equivalent of Army C-series aircraft, equivalente della Marina di un veliviolo della serie C
  • CP per Trimetrogen camera, fotocamera al trimetrogeno (sistema fotografico ideato dal Tenente Colonnello Minton W. Kaye)
  • D per Drone controller, controllore dell'aereo telecomandato
  • D per Drop tank configuration, configurazione con serbatoi scaricabili
  • D per Navy equivalent of Army D-series aircraft, equivalente della Marina di un velivolo della serie D
  • D per Special search radar, radar di scoperta speciale
  • E per Special electronic version, versione elettronica speciale
  • F per Converted for use as a flagship, convertito per essere impiegato come modello di punta
  • F per Special powerplant, propulsore speciale
  • G per Air-sea rescue version, versione di salvataggio aria-mare
  • G per Coast Guard version, versione della guardia costiera
  • G per Gun on normally unarmed aircraft, cannone su velivolo normalmente disarmato
  • G per Navy equivalent of Army G-series aircraft, equivalente della Marina di un velivolo della serie G
  • H per Air-sea rescue version, versione di salvataggio aria-mare
  • H per Hospital version, versione ospedale
  • H per Navy equivalent of Army H-series aircraft, equivalente della Marina di un velivolo della serie H
  • J per Navy equivalent of Army J-series aircraft, equivalente della Marina di un velivolo della serie J
  • J per Special weather equipment, equipaggiamento meteo speciale
  • J per Target towing version, versione bersaglio al guinzaglio
  • K per Target drone version, versione bersaglio telecomandato
  • L per Cold weather version, versione temperature rigide
  • L per Searchlight version, versione faro proiettore
  • M per Missile carrier, portamissili
  • M per Weather reconaissance version, versione da ricognizione meteo
  • N per Night operating version (all weather), versione notturna ognitempo
  • NA per Night operating version stripped for day attack, modifica di un aereo diurno in notturno
  • NL per Night operating/cold weather version, versione per operazione notturna/climi rigidi
  • P per Photographic version, versione fotografica
  • Q per Electronic countermeasures version, versione ECM
  • R per Transport version, versione da trasporto
  • S per Antisubmarine version, versione antisom
  • T per Training version, versione da addestramento
  • U per Utility version, versione utilità
  • W per Special search version, versione da ricerca speciale
  • Z per Administrative version, versione amministrativa
Designazioni della Marina
  • General Aviation
  1. General Aviation FA
  • Brewster
  1. Brewster F2A
  2. Brewster F3A Corsair
  • Boeing
  1. Boeing FB
  2. Boeing F2B
  3. Boeing F3B
  4. Boeing F4B
  5. Boeing F5B
  6. Boeing F6B
  7. Boeing F7B
  8. Boeing F8B
  • Curtiss
  1. Curtiss CF
  2. Curtiss F2C
  3. Curtiss F3C
  4. Curtiss F4C
  5. Curtiss F6C
  6. Curtiss F7C
  7. Curtiss F8C Falcon
  8. Curtiss F9C Sparrowhawk
  9. Curtiss F10C
  10. Curtiss F11C
  11. Curtiss F12C
  12. Curtiss F13C
  13. Curtiss F14C
  14. Curtiss F15C
  • McDonnell
  1. McDonnell FD Phantom
  2. McDonnell F2D Banshee
  • Douglas
  1. Douglas FD
  2. Douglas F3D Skyknight
  3. Douglas F4D Skyray
  4. Douglas F5D Skylancer
  5. Douglas F6D Missileer
  • Grumman
  1. Grumman FF
  2. Grumman F2F
  3. Grumman F3F
  4. Grumman F4F Wildcat
  5. Grumman F6F Hellcat
  6. Grumman F7F Tigercat
  7. Grumman F8F Bearcat
  8. Grumman F9F Panther/Cougar
  9. Grumman F10F Jaguar
  10. Grumman F11F Tiger
  11. Grumman F12F
  • Eberhart
  1. Eberhart FG
  2. Eberhart F2G
  • Goodyear
  1. Goodyear FG Corsair
  2. Goodyear F2G
  • Hall
  1. Hall FH
  • McDonnell
  1. McDonnell FH Phantom
  2. McDonnell F2H Banshee
  3. McDonnell F3H Demon
  4. McDonnell F4H Phantom II
  • Berliner-Joyce
  1. Berliner-Joyce FJ
  2. Berliner-Joyce F2J
  • North American
  1. North American FJ Fury
  • Loening
  1. Loening FL
  • Bell
  1. Bell FL
  2. Bell F2L
  • General Motors
  1. General Motors FM Wildcat
  2. General Motors F2M
  3. General Motors F3M
  • Seversky
  1. Seversky FN
  • Lockheed
    • Lockheed FO
    • Lockheed FV
  • Ryan
  1. Ryan FR Fireball
  2. Ryan F2R Dark Shark
  • Northrop
  1. Northrop FT
  2. Northrop F2T Black Widow
  • Vought
  1. Vought FU
  2. Vought F2U
  3. Vought F3U
  4. Vought F4U Corsair
  5. Vought XF5U
  6. Vought F6U Pirate
  7. Vought F7U Cutlass
  8. Vought F8U Crusader
  • Wright
  1. Wright F2W
  2. Wright F3W
  • Convair
  1. Convair FY Pogo
  2. Convair F2Y Sea Dart

Designazione della United States Army Air Forces (USAAF) (1956-1962)[modifica | modifica sorgente]

  • AC per Airplane, Cargo, aeroplano da trasporto
  • AO per Airplane, Observation, aeroplano da osservazione
  • AU per Airplane, Utility, aeroplano da utilità
  • AZ per Airplane, Experimental, aeroplano sperimentale
  • HC per Helicopter, Cargo, elicottero da trasporto
  • HO per Helicopter, Observation, elicottero da osservazione
  • HO per Flying Platform, piattaforma volante (1955-1956)
  • HU per Helicopter, Utility, elicottero da utilità
  • HZ per Helicopter, Experimental, elicottero sperimentale
  • V per Convertiplane, convertiplano (1952-1956)
  • VZ per VTOL Research, ricerca per il decollo verticale

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]