Desdemona (Texas)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 34°15′09.63″N 98°24′55.9″W / 34.252676°N 98.415527°W34.252676; -98.415527

Una boomtown del Texas: Breckinridge, centro per l'estrazione del petrolio a nord di Dallas, nel 1920

Desdemona è una cittadina rurale del Texas ormai pressoché disabitata, situata sulla strada fra Abilene e Fort Worth. Amministrativamente fa parte della contea di Eastland, nella parte centro-settentrionale dello Stato.

Nell'anno 2000 contava centottanta abitanti[1]. I centri più vicini sono, a nord-est, Gorman (8 miglia), a sud-est Eastland (20 miglia) e a ovest Stephenville (20 miglia). La città maggiore più facilmente raggiungibile è Dallas.

Città fantasma[modifica | modifica sorgente]

Desdemona è una delle tante ghost town del Far West statunitense sorte in occasione di boom economici, spesso derivanti dalla scoperta di giacimenti petroliferi o minerari o semplicemente nell'avanzare dei pionieri verso le praterie del fertile ovest.

Il primo insediamento abitativo nella località - una delle prime ad essere urbanizzate ad ovest del fiume Brazos - si ebbe intorno al 1857 con l'edificazione di un piccolo fortino atto alla difesa dagli attacchi dei nativi americani.

Nel 1875 due fratelli, i fratelli Funderburg, acquistarono il terreno circostante dando inizio allo sviluppo edilizio della città[1].

Storia[modifica | modifica sorgente]

In principio la città era chiamata Hog Town per la sua posizione a ridosso del piccolo corso d'acqua chiamato Hog Creek ma cambiò nome nel 1877 quando venne istituito un ufficio postale intitolato al nome di Desdemona: non l'eroina letteraria dell'Otello shakespeariano ma Desdemona Wynn, prima maestra della scuola locale e figlia del primo responsabile dell'ufficio postale nonché giudice di pace della zona, John Jay Winn[2]. Winn è, tra l'altro, assieme a quello di Stewart, uno dei cognomi più diffusi a Desdemona - spesso indicata sulle carte in maniera erronea come Desdemonia o Desdimonia[1].

Desdemona ha dato tra l'altro i natali all'attore James Brown, protagonista come Tenente Ripley "Rip" Masters della serie televisiva per ragazzi degli anni cinquanta Le avventure di Rin Tin Tin.

Economia[modifica | modifica sorgente]

Immagine esterna

Desdemona - anni venti
fonte: Texas State Library

L'attività economica locale durante il XIX secolo si basava essenzialmente sull'agricoltura, in particolare la coltivazione di noccioline, produzione peraltro mantenuta poi nel tempo.

La popolazione, passata nel giro di una dozzina di anni dai cento abitanti del 1892 agli oltre trecento del 1904, subì un ulteriore incremento in conseguenza della scoperta, nel settembre 1918, da parte di Tom Dees (futuro fondatore della Tom Dee's Hog Creek Oil Company), di un giacimento petrolifero[1] che fece guadagnare alla località l'appellativo di boomtown: letteralmente, città del "boom".

Con la notorietà dovuta alla presenza degli impianti di estrazione, crebbe proporzionalmente anche il numero degli abitanti, che raggiunse - nel periodo di massima attività degli impianti, ovvero fra il 1919 ed il 1922 - le circa sedicimila unità, fra residenti, lavori, uomini d'affari[1].

Se le fortune di Desdemona nel periodo prima della Grande depressione possono rintracciarsi nella rivalutazione clamorosa delle azioni del business petrolifero[1]), contestualmente i mali della città vanno ricercati più che altro in eventi naturali ma non soltanto, come le frequenti alluvioni il massiccio insediamento di impianti estrattivo, con un inevitabile impatto ambientale - anche in termini di malattie endemiche - negativo[1].

Il crollo nella produzione di crudoil - passata dagli oltre sette milioni di barili nel 1919 a meno di tre milioni soltanto due anni dopo[1] - causò un declino della città a partire dal 1922, con l'abbandono da parte di molti abitanti legati alla produzione petrolifera. Già nei due anni precedenti, diversi incendi avevano danneggiato interi quartieri restituendo al comprensorio cittadino le connotazioni che probabilmente avrebbe acquisito naturalmente senza il boom dovuto al giacimento petrolifero. Nel 1936 alla città fu tolto il requisito di municipalità riducendola - secondo il Class Code U6 - al rango di semplice populated place (pressappoco centro abitato).

L'incendio alla Chiesa Battista[modifica | modifica sorgente]

Pur avendo una storia sostanzialmente tranquilla, Desdemona non è stata immune da casi clamorosi, come l'incendio della locale Chiesa Battista avvenuto il 27 novembre 1920 per ritorsione contro un gruppo locale chiamato The Law and Order League, la Lega della Legge e dell'Ordine, a capo del quale era il pastore J.A. Kidd. In tale circostanza dovettero intervenire i Texas Ranger operanti in azioni di pattugliamento (patrolling) nelle città fantasma della contea di Eastland, specialmente intorno a Cisco[1]. Gli arresti e gli allontanamenti coatti furono oltre un centinaio, incluse numerose prostitute di stanza in città.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f g h i Fonte: Texasescapes.com
  2. ^ Fonte: Ouramericanfamilies.com

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Texas Portale Texas: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Texas