Dermot O'Hurley

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dermot O'Hurley
arcivescovo della Chiesa cattolica
Incarichi ricoperti Arcivescovo di Cashel
Nato circa 1530
Ordinato presbitero settembre 1581
Nominato arcivescovo settembre 1581
Deceduto 20 giugno 1584
Beato Dermot O'Hurley

vescovo e martire

Nascita 1530 circa
Morte 20 giugno 1584
Venerato da Chiesa cattolica
Beatificazione 27 settembre 1992
Ricorrenza 20 giugno

Dermot O'Hurley (Emly, 1530 circa – Dublino, 20 giugno 1584) è stato un religioso francescano irlandese, arcivescovo di Cashel dal 1581: svolse il suo ministero in clandestinità sotto il regno di Elisabetta I Tudor fino a quando, scoperto, fu imprigionato, torturato e impiccato; è stato proclamato beato come martire da papa Giovanni Paolo II nel 1992.

Il suo elogio si legge nel Martirologio romano al 20 giugno.

Culto[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il Martirologio Romano il giorno dedicato al santo è il 20 giugno:

« A Dublino in Irlanda, passione del beato Dermizio O’Hurley, vescovo e martire, che, avvocato laico, divenne vescovo di Cashel per volontà di papa Gregorio XIII; sotto la regina Elisabetta I, interrogato e torturato per mesi, respinse fermamente ogni accusa e professò davanti al patibolo issato ad Hoggen Green di essere pronto a morire per la fede cattolica e per il suo ministero episcopale. »
(Martirologio Romano)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Beato Dermot O'Hurley in Santi, beati e testimoni - Enciclopedia dei santi, santiebeati.it. URL consultato il 23 marzo 2013.

Predecessore Arcivescovo di Cashel Successore Template-Metropolitan Archbishop.svg
Maurice MacGibbon 1581 - 1584 Thurlough O'Neil