Derby italiano di galoppo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Derby italiano di galoppo è la corsa ippica più importante del calendario di galoppo italiano. Vi partecipano, su una distanza di 2.200 metri (2.400 metri fino al 2007) i cavalli di tre anni di età.

La sua sede storica è l'ippodromo romano delle Capannelle

Il Derby day è in assoluto uno dei momenti più importanti per spettacolo e selezione in ogni stato in cui si disputino le corse dei cavalli. Singolare la storia della nascita del Derby: il dodicesimo Conte di Derby, lord Edward Stanley, nel 1780 vinse al lancio della moneta - contro sir Charles Bunbury - la possibilità di dare il proprio nome alla corsa di 2.400 metri, che aveva appena ideato insieme ad alcuni amici e che doveva essere disputata ad Epsom nel Surrey.

Il Derby italiano è giunto alla 129ª edizione e Capannelle è stato sempre il luogo dove si è svolto, anche se il tracciato attuale non corrisponde più a quello di oltre un secolo fa, quando le antiche tribune, ancora visibili, erano leggermente spostate rispetto alle attuali.

Albo d'oro[modifica | modifica sorgente]

Dal 1986[modifica | modifica sorgente]

Anno
Vincitore
Fantino
Allenatore
Proprietario
Tempo
1986 Tommy Way Willie Carson John Dunlop Scuderia Erasec 2:27.9
1987 Zaizoom Richard Quinn Paul Cole Prince Fahd bin Salman 2:29.1
1988 Tisserand Vincenzo Mezzatesta M. Vincis Agricola Allevamento La Madia 2:30.6
1989 Prorutori Michael Roberts Michael Jarvis Antonio Balzarini 2:27.5
1990 Houmayoun Santiago Soto Alain de Royer-Dupré Lady M Stable 2:27.0
1991 Hailsham Steve Cauthen Clive Brittain Sheikh Mohammed 2:28.1
1992 In a Tiff Michael Kinane Dermot Weld Dr Michael Smurfit 2:27.5
1993 White Muzzle John Reid Peter Chapple-Hyam Luciano Gaucci 2:24.5
1994 Time Star Richard Quinn Paul Cole Prince Fahd bin Salman 2:28.1
1995 Luso Michael Kinane Clive Brittain Saeed Manana 2:25.7
1996 Bahamian Knight Richard Hughes David Loder Lucayan Stud 2:26.6
1997 Single Empire David Harrison Peter Chapple-Hyam A. K. Collins 2:26.2
1998 Central Park Daragh O'Donohoe Saeed bin Suroor Godolphin 2:26.3
1999 Mukhalif Frankie Dettori Saeed bin Suroor Godolphin 2:25.7
2000 Kallisto Andreas Boschert Hans Blume Gestüt Röttgen 2:27.1
2001 Morshdi Philip Robinson Michael Jarvis Ahmed Al Maktoum 2:26.6
2002 Rakti Mirco Demuro Bruno Grizzetti Scuderia Il Poggio 2:27.9
2003 Osorio Mario Esposito Urs Suter Newsells Park Stud 2:27.2
2004 Groom Tesse Dario Vargiu Luigi Camici Scuderia L3C 2:27.6
2005 De Sica Marco Monteriso Emilio Borromeo Emilio Borromeo 2:28.6
2006 Gentlewave Marco Monteriso André Fabre Gary Tanaka 2:27.4
2007 Awelmarduk Edmondo Botti Alduino & Giuseppe Botti Scuderia Effevi 2:28.9
2008* Cima de Triomphe Silvano Mulas Bruno Grizzetti Scuderia Cocktail 2:14.6
2009 Mastery Frankie Dettori Saeed bin Suroor Godolphin 2:16.5
2010 Worthadd Mirco Demuro Vittorio Caruso Incolinx 2:22.1
2011 Crackerjack King Fabio Branca Stefano Botti Scuderia Effevi 2:15.8
2012 Feuerblitz Havlin Robert Figge Michael Rennstall Eivissa Gmbh 2:19.0


  • Dall'edizione 2008 si corre sulla distanza dei 2.200 metri.

Prima del 1986[modifica | modifica sorgente]

  • 1884 - Andreina (Walter Wright)
  • 1885 - Rosenberg (William Smith)
  • 1886 - Enio
  • 1887 - Carl Andrea
  • 1888 - Filiberto
  • 1889 - Rabicano
  • 1890 - Doralice
  • 1891 - Barone
  • 1892 - Arcadia (Walter Wright)
  • 1893 - Festuca
  • 1894 - Sansonetto
  • 1895 - Oranzeb (Walter Wright)
  • 1896 - Goldoni
  • 1897 - Hira
  • 1898 - Simba
  • 1899 - Elena (Walter Wright)
  • 1900 - Cloridano
  • 1901 - Karibo
  • 1902 - Tocsin
  • 1903 - Esquileno
  • 1904 - The Oak
  • 1905 - Onorio
  • 1906 - Creso
  • 1907 - Belbuc
  • 1908 - Demetrio
  • 1909 - Dedalo
  • 1910 - Saturno
  • 1911 - Guido Reni
  • 1912 - Rembrandt
  • 1913 - Nettuno
  • 1914 - Fausta
  • 1915 - Van Dyck (Polifemo Orsini)
  • 1916 - Kosheni
  • 1917 - Gianpietrina (Federigo Regoli)
  • 1918 - Carlone (Polifemo Orsini)
  • 1919 - Meissonier (Federigo Regoli)
  • 1920 - Ghiberti (Federigo Regoli)
  • 1921 - Michelangelo (Federigo Regoli)
  • 1922 - Melozzo da Forli (Federigo Regoli)
  • 1923 - Cima da Conegliano (Federigo Regoli)
  • 1924 - Manistee
  • 1925 - Lui (Federigo Regoli)
  • 1926 - Apelle (Federigo Regoli)
  • 1927 - Senecio
  • 1928 - Dervio (Polifemo Orsini)
  • 1929 - Ortello
  • 1930 - Emanuele Filiberto
  • 1931 - Oberon (Saverio Pacifici)
  • 1932 - Jacopa del Sellaio (Polifemo Orsini)
  • 1933 - Pilade
  • 1934 - Amur
  • 1935 - Ugolino da Siena
  • 1936 - Archidamia
  • 1937 - Donatello II
  • 1938 - Nearco
  • 1939 - Vezzano
  • 1940 - Bellini
  • 1941 - Niccolo dell'Arca
  • 1942 - Arco
  • 1943 - Orsenigo (Enrico Camici)
  • 1944 - Torbido
  • 1945 - Traghetto (Saverio Pacifici)
  • 1946 - Gladiolo
  • 1947 - Tenerani (Enrico Camici)
  • 1948 - Leon de San Marco (Saverio Pacifici)
  • 1949 - Golfo
  • 1950 - Stigliano
  • 1951 - Daumier (Enrico Camici)
  • 1952 - Zamoretto
  • 1953 - Rivisondoli
  • 1954 - Botticelli (Enrico Camici)
  • 1955 - Altrek
  • 1956 - Barba Toni (Saverio Pacifici)
  • 1957 - Braque (Enrico Camici)
  • 1958 - Sedan (G. Bonvini)
  • 1959 - Rio Marin (Saverio Pacifici)
  • 1960 - Fils d'Eve (Otello Fancera)
  • 1961 - Lauso (Otello Fancera)
  • 1962 - Antelami (Bruno Agriforni)
  • 1963 - Braccio da Montone (Renato Antonuzzi)
  • 1964 - Diacono (Marcello Andreucci)
  • 1965 - Varano (Marcello Andreucci)
  • 1966 - Appiani (R. Hutchinson)
  • 1967 - Ruysdael (Giovanni Sala)
  • 1968 - Hogarth (Carlo Ferrari)
  • 1969 - Bonconte di Montefeltro (Lester Piggott)
  • 1970 - Ortis
  • 1971 - Ardale
  • 1972 - Gay Lussac (Sergio Fancera)
  • 1973 - Cerreto
  • 1974 - Suffolk
  • 1975 - Orange Bay
  • 1976 - Red Arrow
  • 1977 - Sirlad
  • 1978 - Elgay
  • 1979 - Marracci
  • 1980 - Garrido
  • 1981 - Glint of Gold
  • 1982 - Old Country
  • 1983 - My Top
  • 1984 - Welnor
  • 1985 - Don Orazio


Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Giorgio Batini, Album di Pisa, La Nazione, 1972.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]