Dennis Archer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dennis Archer

Sindaco di Detroit
Durata mandato 3 gennaio 1994 –
31 dicembre 2001
Predecessore Coleman Young
Successore Kwame Kilpatrick

Dati generali
Partito politico Democratico
Tendenza politica Conservatore (ex-DLC)

Dennis Archer (Detroit, 1 gennaio 1942) è un politico statunitense, sindaco di Detroit dal 1994 al 2001. Archer è stato, oltre a sindaco, avvocato e Presidente dell'American Bar Association, un'associazione volontaria di avvocati americani. Fu il primo afro-americano a diventare Presidente dell'associazione.[1][2] Oltre a questo, ha lavorato nella Corte Suprema del Michigan.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Archer nacque a Detroit ma crebbe a Cassopolis (Michigan).[3] Si laureò in scienze dell'educazione alla Western Michigan University. Insegnò a dei bambini con deficit dell'apprendimento nelle scuole pubbliche di Detroit dal 1965 al 1970. Archer si laureò in giurisprudenza alla facoltà statale di legge nel 1970.[4]

Archer divenne giudice della Corte Suprema nel 1986, posizione che mantenne fino al 1990. Fu nominato "il giudice più rispettato in Michigan."

Carriera politica[modifica | modifica wikitesto]

Archer fu sindaco di Detroit dal 1994 al 2001. Da sindaco, lavorò per restaurare le relazioni tra la città di Detroit con i suoi sobborghi e la comunità economica locale attraverso la cooperazione con i dirigenti d'azienda dei sobborghi ascoltando i loro piani di risanamento per la città, riducendo in questo modo le tensioni.

Archer fu un strenuo sostenitore di numerosi progetti edilizi in centro città a Detroit, che includevano due nuovi stadi, il Ford Field per i Detroit Lions e il Comerica Park per i Detroit Tigers. Archer divenne anche Presidente della National League of Cities, che raggruppa 19.000 città e villaggi, durante il suo ultimo anno da sindaco.

Archer non fu mai popolare, durante il suo mandato da sindaco, con i fedelissimi del suo predecessore, Coleman Young. Young preferiva a lui Sharon McPhail, un'ex membra del Consiglio comunale, e desiderava che fosse lei a succedergli. Nelle elezioni del 1993 per il successore di Young, Archer (che è afro-americano) non si guadagnò la maggioranza dei voti dei neri. Archer fu rieletto con una grande maggioranza nel 1997, ma più volte furono proposte delle elezioni per farlo dimettere. Si rifiutò di ricandidarsi alle elezioni del 2001.[5]

Dopo la carriera da sindaco[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la fine dei suoi mandati, Archer fu nominato direttore della Dickinson Wright, uno studio legale con sede a Detroit, e nel consiglio di amministrazione della Compuware.[6]

Nel 2004, Archer fu eletto nel consiglio di amministrazione della Western Michigan University, per otto anni, dal Governatore del Michigan Jennifer Granholm.

Nel febbraio 2008, Archer annunciò che stava considerando di candidarsi nelle elezioni per il Governatore del 2010, ma alla fine decise di non candidarsi nel novembre 2008.[7][8]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dennis Archer Becomes First African American President-Elect of the American Bar Association in US Mayor Newspaper, 9 settembre 2002.
  2. ^ www.ama-assn.org/ama1/pub/upload/mm/369/segregation.pdf
  3. ^ American Bar Association
  4. ^ Dennis Archer in Detroit African-American History Project. URL consultato il 21 febbraio 2008.
  5. ^ Keith Bradsher, Detroit Mayor Will Not Seek Another Term in New York Times, 18 aprile 2001. URL consultato il 6 settembre 2008.
  6. ^ Compuware Appoints Dennis W. Archer to Board of Directors in Compuware press release.
  7. ^ Ex-Detroit Mayor Dennis Archer says he may run for governor in Associated Press, 6 febbraio 2008.
  8. ^ Dennis Archer won't run for governor in The Detroit News. URL consultato il 20 novembre 2008.