Denijs Calvaert

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nozze mistiche di santa Caterina, Lipsia, Museum der Bildenden Künste

Denijs Calvaert, detto in Italia Dionisio Fiammingo (Anversa, 1540Bologna, 1619), è stato un pittore fiammingo, della corrente tardo-manierista.

Dopo aver studiato con Christiaen van Queecborn pittura di paesaggio ad Anversa, dove è documentato col nome di Caluwaert, si stabilì a Bologna, perfezionandosi nel nudo con Prospero Fontana tanto da abbandonare la sua maniera fiamminga per quella italiana. A Roma, verso il 1560, collaborò con Lorenzo Sabbatini nelle decorazioni vaticane e studiò l'opera di Raffaello.

Tornato a Bologna nel 1574, vi aprì una scuola che vantò allievi prestigiosi come Guido Reni, Francesco Albani e il Domenichino. Benché rivaleggiasse con l'Accademia dei Carracci, era talmente rispettato che alla sua morte Ludovico Carracci curò l'allestimento dei suoi funerali nella chiesa dei Serviti e accolse nell'Accademia tutti i suoi allievi.

Il suo capolavoro è considerato il San Michele della chiesa bolognese di San Petronio; tra le altre opere si ricordano la Flagellazione della Pinacoteca Nazionale di Bologna, replicata nella Galleria Borghese di Roma e le Nozze mistiche di santa Caterina al Museum der Bildenden Künste di Lipsia.

Esperto nella composizione, molto preciso nella prospettiva e fluido nel disegno, dà alle sue tele un colore denso e ricco e un'esecuzione accurata; se le sue raffigurazioni manieristiche hanno un che di rigido, fu superiore a molti suoi contemporanei nella ricchezza cromatica e pochi lo superarono nella sua capacità di didatta.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Simone Twiehaus, Dionisio Calvaert (um 1540-1619). Die Altarwerke, Berlino, Reimer, 2002. ISBN 3-496-01255-2.
  • Gaetano Giordani, Cenni intorno alla lapide sepolcrale del pittore Dionisio Calvart d'Anversa posta nella Chiesa de' RR. PP. Serviti di Bologna, Bologna, Jacopo Marsigli, 1843.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 88841468 LCCN: nr2002046071