Dengfeng

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Monumenti storici di Dengfeng nel "Centro di Cielo e Terra"
(EN) Historic Monuments of Dengfeng in "The Centre of Heaven and Earth"
Zhongyuemiao.JPG
Tipo Culturali
Criterio (iii) (vi)
Pericolo Non in pericolo
Riconosciuto dal 2010
Scheda UNESCO (EN) Scheda
(FR) Scheda

Dengfeng (in cinese 登封; pinyin: Dēngfēng) è una città nella prefettura di Zhengzhou, nella provincia cinese dell'Henan. Nei secoli passati era conosciuta come Yangcheng.

Ha un'area di 1220 km2 e una popolazione di 630000 abitanti[1].

Dangfeng si trova ai piedi del Monte Song, una delle montagne più sacre della Cina. La città è uno dei centri spirituali più noti del paese, sede di vari istituti religiosi e templi, come il tempio taoista Zhongyue, il tempio buddhista Shàolín-sì, e l'accademia confuciana Songyang; da questa concentrazione deriva la denominazione poetica, nella letteratura cinese, di "centro (spirituale) del cielo e della terra".

Yangcheng fu la prima capitale dinastia Xia, costruita a ovest di Gaocheng, sul fiume Yin.

Patrimonio dell'umanità[modifica | modifica wikitesto]

Il 2 agosto 2010 l'UNESCO ha inserito alcuni dei più noti monumenti di Dengfeng nella Lista dei patrimoni dell'umanità con la dicitura di Monumenti storici di Dengfeng[2]. La lista comprende:

  • Osservatorio astronomico di Gaocheng
  • Tempio di Huishan
  • Le porte di Qimu Que
  • Il monastero Shaolin e la sua foresta
  • le porte di Shaoshi Que
  • L'Accademia Songyang
  • la pagoda del tempio Songyue
  • Le porte di Taishi Que
  • Il tempio Zhongyue

Trasporti[modifica | modifica wikitesto]

La città è raggiungibile con l'autostrada 207.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (ZH) Introduction to Dengfeng, sito ufficiale della città
  2. ^ Historic Monuments of Dengfeng in "The Centre of Heaven and Earth." UNESCO World Heritage Centre

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]